Andreuccio da Perugia, riassunto della novella di Boccaccio (fortuna e ingegno umano)



Riassunto e commento della novella Andreuccio da Perugia, la quinta della seconda giornata del Decameron dedicata alla fortuna e all'ingegno umano


novella andreuccio da perugia
Questo riassunto vuole essere una guida alla novella Andreuccio da Perugia, la quinta della seconda giornata del Decameron dedicata alla fortuna e all'ingegno umano. Raccontata da Fiammetta sotto la reggenza di Filomena, è tra l'altro una delle novelle presenti nella versione cinematografica del Decameron di Pier Paolo Pasolini.

Partiamo innanzitutto da una breve sintesi della trama. Andreuccio è un giovane "rozzo e poco cauto" che decide di andare a Napoli a comperare dei cavalli, e parte alla volta della città con cinquecento fiorini d'oro. In città una "giovane ciciliana bellissima" che fa la prostituta decide di provare a rubargli il denaro, che lui incautamente mostra ai passanti: si fa dare informazioni da una vecchia che lo conosce, si finge sua sorella (facendogli credere che la sua esistenza gli fosse stata nascosta) e lo manda a chiamare. Lo convince quindi a rimanere per la notte a casa sua, ed egli va a dormire lasciando i vestiti e i soldi ai piedi del letto. Si reca però nella latrina, in cui erano state segate alcune delle assi del pavimento, così che egli precipita negli escrementi e lì viene lasciato.

Riesce a liberarsi e inizia a fare chiasso nella via per farsi aprire; ma poiché nessuno, ovviamente, gli crede, è costretto a desistere e decide di tornare al suo albergo. "A se medesimo dispiacendo per lo puzzo che a lui di lui veniva" pensa di lavarsi in mare, ma girando per la città incappa in due uomini che ipotizza essere guardie, e si rifugia in un casolare, in cui però anche loro si stanno dirigendo. Si tratta in realtà di due briganti, che scoprono la sua presenza a causa della puzza e a cui Andreuccio racconta tutta la sua vicenda. I due lo convincono a prendere parte a un loro piano: vogliono profanare la tomba di un arcivescovo per rubare i suoi gioielli. Prima, però, decido di lavarlo, e lo calano in un pozzo; proprio in quel momento sopraggiungono davvero due sbirri e Andreuccio viene abbandonato in fondo al pozzo.

I due gendarmi giungono al pozzo per bere, tirano la corda da cui sale il protagonista; ma si spaventano, e lui riesce comunque a uscire dal pozzo. Ritrovati i due ladri, si reca con loro alla tomba e viene costretto a entrarci con la violenza. Egli però ipotizza l'inganno, e passa ai due compari tutti gli averi tranne il prezioso anello che indossava il prelato; quando questi capiscono che non passerà loro la refurtiva più preziosa, lo abbandonano chiudendolo dentro. Quella stessa notte arriva un altro gruppo di ladri, tra cui un prete. Egli si cala nella tomba, ma quando si sente afferrare per una gamba, lanci, grida e scappa, come il resto del gruppo. Andreuccio è così libero di fuggire. Tornato al suo albergo, viene consigliato dall'oste di allontarsi da Napoli, e ritorna alla sua città con l'anello.

Analisi di Andreuccio da Perugia, i temi della novella

La novella tratta del tema della fortuna e dell'ingegno umano. Andreuccio, pur essendo ricco, è ingenuo, e questo lo mette in pericolo; durante la notte, però, apprende che con la furbizia può prevenire gli imprevisti e evitare di cacciarsi nei guai. Il suo peregrinare per Napoli è sia orizzontale, ma anche verticale: la caduta nella latrina ha un valore simbolico facilmente intuibile, e da lì Andreuccio non può che migliorare la sua condizione.

Tale struttura ricorda il simbolismo spaziale della Commedia; se non che nel Decameron, e in questa novella in particolare, è anche presente il girovagare orizzontale, il viaggio umano della conoscenza anche caotica. Poco saggia appare la decisione di muoversi da solo, ma anche su questo il protagonista maturerà. Possiamo chiamare "industria" la nuova abilità che Andreuccio impara; è solo grazie ad essa che riesce veramente a far girare la vicenda a suo vantaggio, ed è questo il vero bottino che porta a casa dal viaggio (come si capisce nel finale, quando ascolta prontamente il consiglio fornitogli e abbandona la città, lasciando da parte i suoi favolosi progetti di comprarsi un cavallo).

Tutto sommato, Andreuccio è visto con benevolenza dal suo narratore, perché nonostante all'inizio sia ingenuo poi riesce a crescere e a maturare, imparando dai suoi errori. Solo marginale, ma comunque presente, è anche l'atteggiamento nei confronti della religione, in particolare nell'episodio del prete che decide di derubare l'arcivescovo, dimostrando che per lui i dettami della vita religiosa sono poco più che lettera morta.


COMMENTI

BLOGGER
Nome

Accademia della Crusca Accento Accusativo preposizionale Acronimi Aferesi Aggettivi Aggettivi qualificativi Alessandro Manzoni Analisi Analisi dei testi analisi del periodo Analisi Grammaticale Analisi grammaticale verifica Analisi Logica Apocope Apostrofo Apposizione Articolo Auguri Capodanno Auguri di buon compleanno Auguri di buon onomastico Auguri di Natale Auguri di Pasqua Auguri di San Valentino Auguri per San Faustino Ausiliari Avverbi Bilinguismo blog Bullismo a scuola Capodanno Cattedra 24 ore Che significa? Complementi del latino Complemento oggetto Complemento predicativo del soggetto Complemento predicativo dell'oggetto Concorsi pubblici scuola Concorso scuola 2012 Congiunzione Coordinate Creoli Dante Alighieri De bello Gallico Decameron Declinazioni latino Derivazione Dialetti italiani Dialettologia Dittonghi Divina Commedia Divisione in sillabe Emoticon Enigmistica Errori Grammaticali Esercizi analisi del periodo Esercizi analisi grammaticale Esercizi analisi logica Esercizi divisione in sillabe Esercizi grammatica inglese Esercizi Grammatica Italiana Esercizi sulla punteggiatura Essere e Avere Ferdinand De Saussure Festa dei morti Festa del papà Festa della donna Festa della Mamma Figure retoriche Filosofia del Linguaggio Fonetica e Fonologia Francesco Petrarca Francesco Profumo Ministro Istruzione Frasario Frasi celebri Frasi d'amore Frasi di auguri di Pasqua Frasi di auguri per matrimonio Frasi Festa del Papà Frasi Festa della Befana Frasi Festa della Mamma Frasi Festa delle Donne Frasi Halloween Frasi per Carnevale Frasi per Halloween Frasi Pesce d'Aprile Frasi sull'amicizia Frasi sulla Giornata della Memoria Frasi sulla vita Gabriele d'Annunzio Generativismo Gerundio Giacomo Leopardi Giambattista Vico Giovanni Boccaccio Giovanni Verga Giulio Cesare Grammatica inglese Grammatica Italiana Grammatica Italiana TEST Guide Halloween Halloween 2012 I complementi I Nuovi Mostri Iati Il complemento di termine Il Femminile Il Linguaggio della Filosofia Il Maschile Il plurale Il Principe Il singolare Il verbo IN EVIDENZA Interiezione Italiano Italiano neostandard Karl Marx La lingua italiana EVENTI La Scimmia La Scimmia reality La virgola Latino Le Vocali Letteratura italiana Letteratura italiana del Cinquecento Letteratura italiana del Duecento Letteratura italiana del Novecento Letteratura italiana del Quattrocento Letteratura Italiana del Seicento Letteratura Italiana del Settecento Letteratura italiana del Trecento Letteratura italiana dell'Ottocento Letteratura latina Lettura e metrica latine Lezioni universitarie Lingua inglese Lingua Italiana dei Segni Lingua latina Lingue tonali Linguistica Linguistica Romanza Locuzioni Luigi Pirandello Maiuscola Maturità Maturità 2012 Maturità 2012 prima prova Maturità 2013 Maturità 2013 prima prova Maturità 2014 prima prova Morfologia Natale Natale 2012 Niccolò Machiavelli Noam Chomsky Nome Parole difficili Parole nuove Parole nuove e difficili Parti del discorso Perché si dice? Perifrastica Pesce d'aprile Pidgin Pietro Bembo Platone Poesia italiana Pragmatica Predicato nominale Predicato verbale Preposizioni Preposizioni improprie Present continuous inglese Present simple inglese Prima prova maturità Promessi sposi Pronomi Pronomi Personali Pronomi Relativi Proposizione Principale Proposizioni Prosa italiana Punteggiatura Raddoppiamento fonosintattico Saggi brevi San Valentino Sapete che? Schede didattiche Scienza Nuova Sciopero scuola 2012 Scuola e Istruzione Si dice o non si dice? Si scrive? Sillogismo Sintassi Sintassi dei casi Sociolinguistica Soggetto Strutturalismo Subordinate Tagli alla scuola Teatro italiano Temi svolti Terza declinazione latina Tesi di laurea TFA TFA 2012 Trittonghi Troncamento Ugo Foscolo Univerbazione Università Varie Verbi attivi Verbi inglesi Verbi latini Verbi passivi Verbi riflessivi Verbi servili Verbi sovrabbondanti Verbi suppletivi Verifica analisi del periodo Verifica di analisi logica Versioni tradotte Vita e opere autori letteratura italiana
false
ltr
item
LINKUAGGIO?: Andreuccio da Perugia, riassunto della novella di Boccaccio (fortuna e ingegno umano)
Andreuccio da Perugia, riassunto della novella di Boccaccio (fortuna e ingegno umano)
Riassunto e commento della novella Andreuccio da Perugia, la quinta della seconda giornata del Decameron dedicata alla fortuna e all'ingegno umano
http://4.bp.blogspot.com/-vBOLYqr_52g/UiM66Qt4PjI/AAAAAAAAIRs/EizOFw6-zmY/s320/Andreuccio+da+Perugia.jpg
http://4.bp.blogspot.com/-vBOLYqr_52g/UiM66Qt4PjI/AAAAAAAAIRs/EizOFw6-zmY/s72-c/Andreuccio+da+Perugia.jpg
LINKUAGGIO?
http://www.linkuaggio.com/2013/09/andreuccio-da-perugia-riassunto-della.html
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/2013/09/andreuccio-da-perugia-riassunto-della.html
true
7275283272962022850
UTF-8
Non è stato trovato alcun post LEGGILI TUTTI Di più... Rispondi Cancella la risposta Cancella di Home Pagine Articoli Leggili tutti TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE ARGOMENTI ARCHIVIO SEARCH TUTTI I POST Non è stato trovato alcun post corrispondente alla tua richiesta Back Home domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato dom lun mar mer giov ven sab gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre gen feb mar apr maggio giu lug ago set ott nov dic proprio ora un minuto fa $$1$$ minutes ago un'ora fa $$1$$ hours ago ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di cinque settimane fa follower Segui CONTENUTO PREMIUM Condividi per sbloccare Copia tutto Seleziona tutto Tutto è stato copiato Non si può copiare, per piacere premi [CTRL]+[C] (o CMD+C se hai un Mac) per farlo