Il Giorno di Giuseppe Parini: riassunto, commento e struttura dell'opera



Riassunto, commento e struttura del Giorno di Giuseppe Parini: guida semplice ma dettagliata a una delle opere più importanti del Settecento letterario


il giorno di giuseppe pariniIl Giorno è un poema, incompleto, in endecasillabi sciolti di Giuseppe Parini: il genere letterario è quello della poesia didascalica. Un riassunto dell'opera e della sua struttura può fungere senz'altro da commento generale.

Si può dire che il Giorno sia un'opera in fieri, nel senso che possediamo due diverse redazioni, entrambe incomplete, che dimostrano e testimoniano l'indecisione del poeta sulla struttura complessiva da dare al poema (comunque collocabile nel Settecento letterario, precisamente negli anni Sessanta: la prima parte venne pubblicata nel '63).

Del resto, proprio la grande attenzione per la forma differenzia Parini dai fratelli Verri: il classicismo, infatti, deve a suo dire entrare nell'opera e farne parte integrante. La letteratura deve essere utile, non utilitarista, ossia non può dimenticare proprio il fatto di base di avere un valore estetico; in caso contrario, come per i fratelli Verri, il testo si trasforma in cronaca, in prosa, ma non in arte. Oltretutto essi si sono troppo interessati alla scienza; Parini apprezza le scoperte scientifiche, ma non accetta che la scienza sia diventata una moda presso i suoi contemporanei. Per essere riassuntivi, la letteratura deve veicolare i problemi contemporanei ed essere unita al gusto per la forma, non dimenticando in ogni caso che il fine ultimo è la letteratura stessa.

La struttura del Giorno

Originariamente il poema doveva essere diviso in tre parti: il Mattino, il Mezzogiorno e la Sera. Le prime due furono pubblicate nel 1763 e nel 1765, ma la terza, pur promessa all'editore, non fu mai terminata né tantomeno pubblicata. Negli ultimi anni di vita sdoppiò la Sera in due ulteriori parti, il Vespro e la Notte, ma pur continuando a lavorarci non le concluse. Nel frattempo continuava a riprendere e correggere le prime due parti, ma non giunse a un'edizione, per cui di esse possediamo numerose redazioni manoscritte ma non definitive. La vicenda raccontata è quella della giornata di un nobile, colta dal suo tardivo risveglio fino ai bagordi notturni; non si deve però pensare tanto a un racconto, quanto a una descrizione dei vari divertimenti offerti per contrastare la noia della nobiltà.

Intenti dell'opera e obiettivi di Giuseppe Parini

Parini vuole stendere una satira dell'aristocrazia, considerata una classe improduttiva e degenerata. Egli propone così una forma di rieducazione dei nobili, che devono ritornare ad avere il proprio ruolo nella società; possiamo dire che la sua è la posizione di un moderato riformista. Parini pensa alla formazione di una classe di dirigenti, che debbano avere una precisa funzione all'interno dello stato. Alla vita dei nobili è contrapposta, sin dalle prime battute, quella operosa e sana dei contadini e degli artigiani che, attraverso il loro lavoro, forniscono dei servizi all'umanità. Il procedimento principale attraverso cui è resa la satira è l'antifrasi, ossia una figura retorica (in questo caso molto estesa) in cui si afferma il contrario di quello che si vuole dire. Il precettore, che narra la storia, sembra accettare e condividere il punto di vista del Giovin signore, il protagonista della storia, ma in realtà noi possiamo leggere il severo giudizio di condanna. Un esempio può forse rendere più chiaro il processo:

Nè i mesti de la Dea Pallade studii
ti son meno odiosi: avverso ad essi
ti feron troppo i queruli recinti

Non possiamo davvero pensare che Parini possa approvare un punto di vista così superficiale sulla cultura! Così pure, nel famoso episodio della Vergine cuccia, il narratore trova del tutto naturale che il servo che ha colpito per errore la cagnetta venga cacciato dalla casa e ridotto alla fame. In alcuni punti, però, appare anche una forma di fascinazione da parte dell'autore di questo mondo dorato e meraviglioso, cui lui in fondo non ha accesso se non come precettore e quindi osservatore. Nelle ultime parti del poeta l'impianto didattico viene meno e prevale l'idea di vuoto e di inutilità.


COMMENTI

BLOGGER
Nome

Accademia della Crusca Accento Accusativo preposizionale Acronimi Aferesi Aggettivi Aggettivi qualificativi Alessandro Manzoni Analisi Analisi dei testi analisi del periodo Analisi Grammaticale Analisi grammaticale verifica Analisi Logica Apocope Apostrofo Apposizione Articolo Auguri Capodanno Auguri di buon compleanno Auguri di buon onomastico Auguri di Natale Auguri di Pasqua Auguri di San Valentino Auguri per San Faustino Ausiliari Avverbi Bilinguismo blog Bullismo a scuola Capodanno Cattedra 24 ore Che significa? Complementi del latino Complemento oggetto Complemento predicativo del soggetto Complemento predicativo dell'oggetto Concorsi pubblici scuola Concorso scuola 2012 Congiunzione Coordinate Creoli Dante Alighieri De bello Gallico Decameron Declinazioni latino Derivazione Dialetti italiani Dialettologia Dittonghi Divina Commedia Divisione in sillabe Emoticon Enigmistica Errori Grammaticali Esercizi analisi del periodo Esercizi analisi grammaticale Esercizi analisi logica Esercizi divisione in sillabe Esercizi grammatica inglese Esercizi Grammatica Italiana Esercizi sulla punteggiatura Essere e Avere Ferdinand De Saussure Festa dei morti Festa del papà Festa della donna Festa della Mamma Figure retoriche Filosofia del Linguaggio Fonetica e Fonologia Francesco Petrarca Francesco Profumo Ministro Istruzione Frasario Frasi celebri Frasi d'amore Frasi di auguri di Pasqua Frasi di auguri per matrimonio Frasi Festa del Papà Frasi Festa della Befana Frasi Festa della Mamma Frasi Festa delle Donne Frasi Halloween Frasi per Carnevale Frasi per Halloween Frasi Pesce d'Aprile Frasi sull'amicizia Frasi sulla Giornata della Memoria Frasi sulla vita Gabriele d'Annunzio Generativismo Gerundio Giacomo Leopardi Giambattista Vico Giovanni Boccaccio Giovanni Verga Giulio Cesare Grammatica inglese Grammatica Italiana Grammatica Italiana TEST Guide Halloween Halloween 2012 I complementi I Nuovi Mostri Iati Il complemento di termine Il Femminile Il Linguaggio della Filosofia Il Maschile Il plurale Il Principe Il singolare Il verbo IN EVIDENZA Interiezione Italiano Italiano neostandard Karl Marx La lingua italiana EVENTI La Scimmia La Scimmia reality La virgola Latino Le Vocali Letteratura italiana Letteratura italiana del Cinquecento Letteratura italiana del Duecento Letteratura italiana del Novecento Letteratura italiana del Quattrocento Letteratura Italiana del Seicento Letteratura Italiana del Settecento Letteratura italiana del Trecento Letteratura italiana dell'Ottocento Letteratura latina Lettura e metrica latine Lezioni universitarie Lingua inglese Lingua Italiana dei Segni Lingua latina Lingue tonali Linguistica Linguistica Romanza Locuzioni Luigi Pirandello Maiuscola Maturità Maturità 2012 Maturità 2012 prima prova Maturità 2013 Maturità 2013 prima prova Maturità 2014 prima prova Morfologia Natale Natale 2012 Niccolò Machiavelli Noam Chomsky Nome Parole difficili Parole nuove Parole nuove e difficili Parti del discorso Perché si dice? Perifrastica Pesce d'aprile Pidgin Pietro Bembo Platone Poesia italiana Pragmatica Predicato nominale Predicato verbale Preposizioni Preposizioni improprie Present continuous inglese Present simple inglese Prima prova maturità Promessi sposi Pronomi Pronomi Personali Pronomi Relativi Proposizione Principale Proposizioni Prosa italiana Punteggiatura Raddoppiamento fonosintattico Saggi brevi San Valentino Sapete che? Schede didattiche Scienza Nuova Sciopero scuola 2012 Scuola e Istruzione Si dice o non si dice? Si scrive? Sillogismo Sintassi Sintassi dei casi Sociolinguistica Soggetto Strutturalismo Subordinate Tagli alla scuola Teatro italiano Temi svolti Terza declinazione latina Tesi di laurea TFA TFA 2012 Trittonghi Troncamento Ugo Foscolo Univerbazione Università Varie Verbi attivi Verbi inglesi Verbi latini Verbi passivi Verbi riflessivi Verbi servili Verbi sovrabbondanti Verbi suppletivi Verifica analisi del periodo Verifica di analisi logica Versioni tradotte Vita e opere autori letteratura italiana
false
ltr
item
LINKUAGGIO?: Il Giorno di Giuseppe Parini: riassunto, commento e struttura dell'opera
Il Giorno di Giuseppe Parini: riassunto, commento e struttura dell'opera
Riassunto, commento e struttura del Giorno di Giuseppe Parini: guida semplice ma dettagliata a una delle opere più importanti del Settecento letterario
http://2.bp.blogspot.com/-0DUi9Efn2X4/Uj81PzqXKiI/AAAAAAAAIjg/7iv2L6lpdPo/s1600/il+giorno+giuseppe+parini.jpg
http://2.bp.blogspot.com/-0DUi9Efn2X4/Uj81PzqXKiI/AAAAAAAAIjg/7iv2L6lpdPo/s72-c/il+giorno+giuseppe+parini.jpg
LINKUAGGIO?
http://www.linkuaggio.com/2013/09/il-giorno-di-giuseppe-parini-riassunto.html
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/2013/09/il-giorno-di-giuseppe-parini-riassunto.html
true
7275283272962022850
UTF-8
Non è stato trovato alcun post LEGGILI TUTTI Di più... Rispondi Cancella la risposta Cancella di Home Pagine Articoli Leggili tutti TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE ARGOMENTI ARCHIVIO SEARCH TUTTI I POST Non è stato trovato alcun post corrispondente alla tua richiesta Back Home domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato dom lun mar mer giov ven sab gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre gen feb mar apr maggio giu lug ago set ott nov dic proprio ora un minuto fa $$1$$ minutes ago un'ora fa $$1$$ hours ago ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di cinque settimane fa follower Segui CONTENUTO PREMIUM Condividi per sbloccare Copia tutto Seleziona tutto Tutto è stato copiato Non si può copiare, per piacere premi [CTRL]+[C] (o CMD+C se hai un Mac) per farlo