Riassunto capitolo VIII del Principe di Machiavelli: commento e analisi di temi e struttura



Riassunto del capitolo VIII del Principe di Machiavelli con commento e analisi dei temi e dei personaggi più importanti: preparati così all'interrogazione e ai compiti in classe!


foto biblioteche eleganti
Oggi ci occupiamo del riassunto del capitolo VIII de Il Principe di Niccolò Machiavelli: vi forniremo non soltanto una sintesi accurata - come abbiamo già fatto, del resto, per altri capitoli del trattato -, ma anche un commento e un'analisi che vi permetteranno di affrontare nel migliore dei modi compiti in classe e interrogazioni di vario genere (sapete bene che le domande possono essere tante e che quindi è meglio tenersi pronti a tutto: senza ansia, però!). Veniamo subito al dunque, partendo da una sintetica introduzione.

L'ottavo capitolo del Principe tratta di coloro che sono pervenuti al principato attraverso le sceleratezze, nefandezze e spregiudicatezze. Riagganciandosi – come suo solito - al quadro generale dell'opera, nel quale ogni argomento trattato, capitolo dopo capitolo, trova una posizione sensata e armoniosa, Machiavelli spiega che se un principe non è né virtuoso né fortunato deve necessariamente tentare il tutto per tutto per acquisire e mantenere il suo principato, oltraggiando persino la morale. Seguono due esempi, uno ripescato dalla storia antica e uno dalla storia moderna.

Approfondisci: sfoglia i nostri temi svolti e leggili per prepararti al meglio

Agatocle di Siracusa nell'ottavo capitolo del Principe

Agatocle di Siracusa ebbe fama di compiere ogni tipo di scelleratezza, fin dalla nascita; quando poi accompagnò questa sua attitudine al male con delle virtù militari ottenne il ruolo di pretore. Avendo, tuttavia, il proposito di divenire il signore indiscusso di Siracusa, e vedendo nel senato cittadino e nell'alta aristocrazia un intralcio ai suoi disegni, in comune accordo con Amilcare cartaginese fece radunare tutti gli esponenti della classe senatoria e gentilizia al suo cospetto, come se avesse dovuto comunicare importanti delibere per le quali fosse richiesta l'approvazione degli organi istituzionali; ad un suo cenno, invece, tutti gli astanti furono trucidati dalle sue milizie. Con un vero e proprio colpo di Stato abietto e balordo Agatocle si prese per sé ciò che né il destino né il talento gli avrebbero donato.

Machiavelli non prende una posizione indignata contro questo modo amorale di fare politica: tutt'altro; la frase che segue il racconto, anzi, è una sentenza con una venatura decisamente positiva - che parafrasiamo per comodità: Agatocle ottenne il desiderato principato con un colpo di spazzola, sventando una qualche lunga e dissanguante controversia civile. Segue quindi un riepilogo dei suoi vanti militari. Protesse la sua città da due assedi dei Cartaginesi e, quando passò all'offensiva, condusse Cartagine – seconda città dopo Roma per potere politico e militare - ad una rovinosa indigenza. L'autore chiude poi la vicenda con un paragrafetto riassuntivo nel quale esalta il ruolo decisivo dei gradi militari nel raggiungimento dei propri obiettivi, specie se il destino è stato ingeneroso. Anche se il modo di agire di Agatocle fu senza dubbio efficace ed esemplare, non lo si può annoverare tra le vite illustri e virtuose perché ancora la scelleratezza non è un valore da celebrare.

Alessandro VI: secondo esempio del trattato Il Principe, VIII

Ma continuiamo con il secondo esempio in questo riassunto con commento del trattato Il Principe, VIII:

Il secondo esempio citato, più recente, è quello di Alessandro VI. Nato col nome di Oliverotto Firmiano, fu allevato dallo zio materno Giovanni Fogliani (secondo l'usanza per i figli ancora minorenni rimasti orfani di padre) e affidato a Paolo Vitelli affinché percorresse la carriera militare. In poco tempo si distinse per il suo valore e il suo ingegno; stimandosi in diritto di ottenere dalla vita molto di più che qualche inane medaglia al valore o superfluo onore militare, con la complicità di altri cittadini di Fermo e il beneplacito dei Vitelli pianificò una strategia per ottenere il governo sulla città. Scrisse quindi allo zio affinché lo ricevesse nella sua città natale, Fermo, perché testimoniasse coi suoi stessi occhi increduli la grandezza raggiunta da suo nipote; per fargli un impressione ancora più grandiosa chiese di poter entrare nella città scortato da cento cavalieri in gran pompa, vanto quasi trionfale che sarebbe – a suo dire - ricaduto innanzitutto sullo zio Giovanni.

Quando giunse in città fu quindi alloggiato nella casa dello zio, nel mentre che apparecchiava la sua più grande scelleratezza - un capolavoro di fraudolenza e perversità: una cena, con tutti gli esponenti del potere locale, potenziali competitors e lo stesso zio, al termine della quale i convitati avrebbero imparato a conoscere a loro spese la natura ferina e determinata di Alessandro. Nel momento in cui questo prese a parlare di Alessandro Borgia e del figlio Cesare in termini elogiativi - suscitando ad arte l'indignazione degli ospiti che avevano in avversione il papato dei sanguinosi Borgia - lo zio Giovanni lo invitò a continuare il discorso in un luogo più appartato. Quando questi uscirono dalla sala da pranzo, i soldati di Alessandro su segnale concordato irruppero nel palazzo e massacrarono tutti i notabili di Fermo e lo zio. Cinse poi a cavallo l'intero edificio e poi la città, riportando tutti i cittadini, nobili e non, sotto il suo comando; costituì quindi un governo della città secondo la forma del principato retto, ovviamente, da lui. Si ritagliò così una fetta di potere che seppe mantenere infondendo un tirannico terrore ai sottoposti. L'ingannatore chiuse infine la sua parabola ingannato: Cesare Borgia gli tese un'imboscata – la cosiddetta "trappola di Senigallia" – nella quale Alessandro venne strangolato.

Approfondisci: leggi il nostro saggio breve svolto su Machiavelli per prepararti ai compiti in classe

Commento e analisi dell'VIII capitolo del Principe

Veniamo ora al commento vero e proprio del capitolo numero 8 del Principe: con una chiusa sentenziosa Machiavelli spiega in quali modi le nefandezze sono impiegate per il bene e quando per il male. Sono usate bene (saggiamente) quando le si circoscrive al solo periodo di gavetta, durante il quale si convertono in attrezzi affilatissimi utili per afferrare un potere che altrimenti si sarebbe potuto solo sognare; ma una volta seduto sullo scranno del vincitore, lo scellerato deve saper mettere da parte le infide armi e assicurarsi il rispetto dei sudditi attraverso maniere più decorose e onorevoli. Al contrario, chi strafà con le diavolerie a lungo termine si trasforma in un sadico mostro, che nel giro di poco tempo diverrà vittima di una congiura.

Quando poi un occupatore vuole impegnare uno stato con le sue milizie, deve passare in rassegna tutte le scelleratezze necessarie per assicurarsi stabilità di potere, e lo deve fare nel breve periodo in cui si sostituisce al precedente regnante, ora scalzato; dopodiché dovrà deporre una volta per tutte i ferri del mestiere. Se per timidezza o per falsa coscienza si face scrupoli a porre in essere subito ciò che, secondo Machiavelli, è necessario per garantirsi una base di potere, e procrastinasse tutto a futuri tempi di pace, mostrerebbe ai nemici la sua debolezza e darebbe loro un pretesto per conglomerare i nobili in una rivolta, perché le iniure si debbono fare tutte assieme, acciocché, assaporandosi di meno, offendino meno.

Approfondisci: consulta tutti i nostri riassunti di letteratura italiana per ripetere bene e velocemente

Questo era il riassunto del capitolo ottavo del capolavoro Il Principe: sicuramente vi servirà per prepararvi al meglio. Buono studio!

La foto è tratta da Pixabay.com


COMMENTI

BLOGGER
Nome

Accademia della Crusca Accento Accusativo preposizionale Acronimi Aferesi Aggettivi Aggettivi qualificativi Alessandro Manzoni Analisi Analisi dei testi analisi del periodo Analisi Grammaticale Analisi grammaticale verifica Analisi Logica Apocope Apostrofo Apposizione Articolo Auguri Capodanno Auguri di buon compleanno Auguri di buon onomastico Auguri di Natale Auguri di Pasqua Auguri di San Valentino Auguri per San Faustino Ausiliari Avverbi Bilinguismo blog Bullismo a scuola Capodanno Cattedra 24 ore Che significa? Complementi del latino Complemento oggetto Complemento predicativo del soggetto Complemento predicativo dell'oggetto Concorsi pubblici scuola Concorso scuola 2012 Congiunzione Coordinate Creoli Dante Alighieri De bello Gallico Decameron Declinazioni latino Derivazione Dialetti italiani Dialettologia Dittonghi Divina Commedia Divisione in sillabe Emoticon Enigmistica Errori Grammaticali Esercizi analisi del periodo Esercizi analisi grammaticale Esercizi analisi logica Esercizi divisione in sillabe Esercizi grammatica inglese Esercizi Grammatica Italiana Esercizi sulla punteggiatura Essere e Avere Ferdinand De Saussure Festa dei morti Festa del papà Festa della donna Festa della Mamma Figure retoriche Filosofia del Linguaggio Fonetica e Fonologia Francesco Petrarca Francesco Profumo Ministro Istruzione Frasario Frasi celebri Frasi d'amore Frasi di auguri di Pasqua Frasi di auguri per matrimonio Frasi Festa del Papà Frasi Festa della Befana Frasi Festa della Mamma Frasi Festa delle Donne Frasi Halloween Frasi per Carnevale Frasi per Halloween Frasi Pesce d'Aprile Frasi sull'amicizia Frasi sulla Giornata della Memoria Frasi sulla vita Gabriele d'Annunzio Generativismo Gerundio Giacomo Leopardi Giambattista Vico Giovanni Boccaccio Giovanni Verga Giulio Cesare Grammatica inglese Grammatica Italiana Grammatica Italiana TEST Guide Halloween Halloween 2012 I complementi I Nuovi Mostri Iati Il complemento di termine Il Femminile Il Linguaggio della Filosofia Il Maschile Il plurale Il Principe Il singolare Il verbo IN EVIDENZA Interiezione Italiano Italiano neostandard Karl Marx La lingua italiana EVENTI La Scimmia La Scimmia reality La virgola Latino Le Vocali Letteratura italiana Letteratura italiana del Cinquecento Letteratura italiana del Duecento Letteratura italiana del Novecento Letteratura italiana del Quattrocento Letteratura Italiana del Seicento Letteratura Italiana del Settecento Letteratura italiana del Trecento Letteratura italiana dell'Ottocento Letteratura latina Lettura e metrica latine Lezioni universitarie Lingua inglese Lingua Italiana dei Segni Lingua latina Lingue tonali Linguistica Linguistica Romanza Locuzioni Luigi Pirandello Maiuscola Maturità Maturità 2012 Maturità 2012 prima prova Maturità 2013 Maturità 2013 prima prova Maturità 2014 prima prova Morfologia Natale Natale 2012 Niccolò Machiavelli Noam Chomsky Nome Parole difficili Parole nuove Parole nuove e difficili Parti del discorso Perché si dice? Perifrastica Pesce d'aprile Pidgin Pietro Bembo Platone Poesia italiana Pragmatica Predicato nominale Predicato verbale Preposizioni Preposizioni improprie Present continuous inglese Present simple inglese Prima prova maturità Promessi sposi Pronomi Pronomi Personali Pronomi Relativi Proposizione Principale Proposizioni Prosa italiana Punteggiatura Raddoppiamento fonosintattico Saggi brevi San Valentino Sapete che? Schede didattiche Scienza Nuova Sciopero scuola 2012 Scuola e Istruzione Si dice o non si dice? Si scrive? Sillogismo Sintassi Sintassi dei casi Sociolinguistica Soggetto Strutturalismo Subordinate Tagli alla scuola Teatro italiano Temi svolti Terza declinazione latina Tesi di laurea TFA TFA 2012 Trittonghi Troncamento Ugo Foscolo Univerbazione Università Varie Verbi attivi Verbi inglesi Verbi latini Verbi passivi Verbi riflessivi Verbi servili Verbi sovrabbondanti Verbi suppletivi Verifica analisi del periodo Verifica di analisi logica Versioni tradotte Vita e opere autori letteratura italiana
false
ltr
item
LINKUAGGIO?: Riassunto capitolo VIII del Principe di Machiavelli: commento e analisi di temi e struttura
Riassunto capitolo VIII del Principe di Machiavelli: commento e analisi di temi e struttura
Riassunto del capitolo VIII del Principe di Machiavelli con commento e analisi dei temi e dei personaggi più importanti: preparati così all'interrogazione e ai compiti in classe!
http://1.bp.blogspot.com/-v50i5sppPD0/Vgu2iHRa80I/AAAAAAAAO7Q/G0njAWixSN0/s320/bella%2Belegante%2Bbiblioteca.jpg
http://1.bp.blogspot.com/-v50i5sppPD0/Vgu2iHRa80I/AAAAAAAAO7Q/G0njAWixSN0/s72-c/bella%2Belegante%2Bbiblioteca.jpg
LINKUAGGIO?
http://www.linkuaggio.com/2015/09/riassunto-capitolo-viii-del-principe-di.html
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/2015/09/riassunto-capitolo-viii-del-principe-di.html
true
7275283272962022850
UTF-8
Non è stato trovato alcun post LEGGILI TUTTI Di più... Rispondi Cancella la risposta Cancella di Home Pagine Articoli Leggili tutti TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE ARGOMENTI ARCHIVIO SEARCH TUTTI I POST Non è stato trovato alcun post corrispondente alla tua richiesta Back Home domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato dom lun mar mer giov ven sab gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre gen feb mar apr maggio giu lug ago set ott nov dic proprio ora un minuto fa $$1$$ minutes ago un'ora fa $$1$$ hours ago ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di cinque settimane fa follower Segui CONTENUTO PREMIUM Condividi per sbloccare Copia tutto Seleziona tutto Tutto è stato copiato Non si può copiare, per piacere premi [CTRL]+[C] (o CMD+C se hai un Mac) per farlo