Analisi dell'Infinito di Leopardi e commento in un riassunto dettagliato per interrogazioni e temi



Analisi e commento dell'Infinito di Leopardi: questo riassunto dettagliato vi aiuterà a sostenere interrogazioni e compiti in classe senza timore


foto di una siepe vicino a un lago
Vi presentiamo, oggi, un'analisi della poesia L'infinito con relativo commento, affinché possiate prepararvi nel migliore dei modi per interrogazioni e compiti in classe. Partiamo come sempre dalle basi e cioè col ripetere che L'Infinito è un testo poetico di Giacomo Leopardi, contenuto nei Canti. Dobbiamo anche far subito una precisazione: L'infinito è uno dei testi più straordinari e complessi della letteratura di tutti i tempi; su questa poesia sono stati scritti moltissimi saggi e monografie, e quindi le osservazioni che si possono fare sono estremamente numerose e varie (voi, comunque, tenete sempre presente le nostre spiegazione e parafrasi per comprenderlo almeno nei suoi punti base). Il nostro riassunto - per questo motivo - può essere un'ottima guida e un punto di partenza, ma ci raccomandiamo di integrare questo schema con gli appunti del vostro insegnante.

L'Infinito è collocato in XII posizione nei Canti; Leopardi l'ha composto a Recanati nel 1819, ed è stato pubblicato per la prima volta nel 1826 e poi in tutte le edizioni dei Canti. Fa parte degli Idilli, ossia di testi intimi che propongono un colloquio con la natura e con gli elementi del paesaggio, in un'atmosfera raccolta e riflessiva. Potremmo definire l'idillio come una visione (e questo è un elemento importante da tenere ben a mente per un commento e un'analisi scritti od orali sufficienti dell'Infinito) Leopardi stesso definisce il testo "un'avventura storica dell'animo mio", vale a dire un'esperienza mentale che egli ha vissuto, una riflessione di ordine generale scaturita da un'esperienza specifica, collocabile in un tempo (il 1819) e in uno spazio (il colle Tabor, vicinissimo a casa Leopardi). È importante l'anno, perché colloca il testo all'interno di una riflessione ancora positiva sul ruolo della Natura nella vita dell'uomo, differente dalle evoluzioni successive del pensiero leopardiano.

Analisi del testo e commento: cenni metrici, struttura e contenuto dell'Infinito leopardiano

I versi sono endecasillabi sciolti; sono quindici, uno in più di un sonetto classico. Alcuni commentatori rilevano alcune assonanze finali (ad esempio ai vv. 4 e 5, ai vv. 8, 9 e 11), ma non c'è un sistema di rime.

Potremmo innanzitutto dividere il testo in due parti. In un primo momento (vv. 1-8) il protagonista è il senso del presente, una dimensione esterna al poeta, nel senso che non è da lui controllabile. Tale dimensione diventa interna nella seconda parte (vv. 8-15), nel momento in cui la riflessione personale affonda nell'infinità, che va appunto concepita come dimensione interiore, privata, seppure universale per sua natura. 

A fare da cerniera tra le due esperienze, ma in un certo senso a dare anche il via all'esperienza intima e universale dell'infinito, è il vento, che giunge inaspettato: Leopardi ci spiega che è il vento a dare la scintilla per il confronto tra il presente e l'eternità, tra il presente e il passato (e di conseguenza, l'antichità, che come ben sappiamo è la componente fondamentale della riflessione poetica di Leopardi). 

Potremmo suddividere ulteriormente le due parti in due metà, ottenendone quindi quattro. Nella prima parte (vv. 1-3) domina la riflessione sul bello: l'hortus conclusus di casa Leopardi è bello da sempre, secondo un'abitudine dell'io poetico a raccogliersi lì. La fictio, cioè l'immaginazione di cosa può esserci oltre il limite visivo della siepe, è un'esperienza abituale per Leopardi, un'esperienza che egli ha già provato più volte, come sottolinea l'uso indefinito dei gerundi, su cui poi torneremo. È la chiusura a generare la riflessione, la chiusura del limite che impone all'immaginazione di andare oltre, di provare a scoprire come superare il limite stesso: la scelta non è quella ovvia e banale del movimento fisico, ma quella del movimento mentale. 

In un secondo momento (vv. 4.8) inizia l'avventura mentale del soggetto, e la riflessione sulla componente dello spazio: secondo Blasucci, è in questa sezione che incontriamo i cosiddetti "segnali dell'infinito", vale a dire termini e locuzioni che ci rimandano, per via allusiva, al senso dell'infinito: l'uso di verbi alla forma indeterminata ("sedendo e mirando"), l'uso di coppie di termini che tendono ad allungare la struttura del verso, largo uso dell'enjambement, impiego di termini che rimandino a questa dimensione, anche per una via del tutto cerebrale: dall'ovvio "interminati" del v. 4 al più complesso "ermo" del v. 1. In una nota, infatti, Leopardi riflette sull'origine greca del termine, e ritiene che si tratti di una parola poetica per la vastità dell'idea che esprime. 

Ma continuiamo con il commento e l'analisi dell'Infinito. Nella terza parte (vv. 8-13) il vento, come dicevamo, spinge alla riflessione sul tempo: ad aiutarci sono in questo caso gli aggettivi dimostrativi (questo, quello) usati ampiamente per definire i termini della comparazione. Tali aggettivi dimostrativi sottolineano, come in un gioco di rimbalzi, il progressivo espandersi dell'esperienza intellettuale e mentale, dal dato concreto (la siepe, il vento) al dato immaginario (il pensiero delle "morte stagioni", l'infinito stesso). Così pure, Leopardi insiste su sensazioni che provengono da tutti i canali sensoriali: la vista, l'udito, persino il tatto. In questo senso capiamo che l'idillio non è solo una visione, ma un'esperienza complessiva, di portata globale per il soggetto. Negli ultimi tre versi abbiamo l'epilogo: si giunge al sublime, ossia all'esperienza terrificante della bellezza sovraumana, un tipo di emozione e di sensazione che è tipicissima della poesia Romantica tedesca (poesia che pure Leopardi disprezzava).

Approfondisci: leggi i nostri riassunti di letteratura italiana per preparare le interrogazioni

Riflessioni finali sull'Infinito di Leopardi

Potremmo definire questo idillio come uno straordinario compenso alla noia: l'esperienza personale dell'infinito genera una sorta di piacere mentale che annulla gli effetti devastanti della noia per l'uomo. Non dobbiamo dimenticare, infatti, che l'idillio non è solo un racconto personale di un'esperienza privata, ma ambisce a farsi riflessione di carattere generale e universale, valida per tutti gli esseri umani. Per concludere con le idee che Leopardi stesso esprime nello Zibaldone, potremmo dire che l'uomo non desidera conoscere, ma sentire infinitamente, perché si tratta della dimensione unica in cui può agire l'immaginazione.

Con questo riassunto dettagliato potete cominciare immediatamente lo studio del testo di Leopardi e prepararvi così all'interrogazione: abbiamo cercato di consegnarvi un commento e un'analisi dell'Infinito chiari e accessibili, affinché possiate spiegare con semplicità un testo così importante.

La foto è tratta da Pixabay.com


COMMENTI

BLOGGER
Nome

Accademia della Crusca Accento Accusativo preposizionale Acronimi Aferesi Aggettivi Aggettivi qualificativi Alessandro Manzoni Analisi Analisi dei testi analisi del periodo Analisi Grammaticale Analisi grammaticale verifica Analisi Logica Apocope Apostrofo Apposizione Articolo Auguri Capodanno Auguri di buon compleanno Auguri di buon onomastico Auguri di Natale Auguri di Pasqua Auguri di San Valentino Auguri per San Faustino Ausiliari Avverbi Bilinguismo blog Bullismo a scuola Capodanno Cattedra 24 ore Che significa? Complementi del latino Complemento oggetto Complemento predicativo del soggetto Complemento predicativo dell'oggetto Concorsi pubblici scuola Concorso scuola 2012 Congiunzione Coordinate Creoli Dante Alighieri De bello Gallico Decameron Declinazioni latino Derivazione Dialetti italiani Dialettologia Dittonghi Divina Commedia Divisione in sillabe Emoticon Enigmistica Errori Grammaticali Esercizi analisi del periodo Esercizi analisi grammaticale Esercizi analisi logica Esercizi divisione in sillabe Esercizi grammatica inglese Esercizi Grammatica Italiana Esercizi sulla punteggiatura Essere e Avere Ferdinand De Saussure Festa dei morti Festa del papà Festa della donna Festa della Mamma Figure retoriche Filosofia del Linguaggio Fonetica e Fonologia Francesco Petrarca Francesco Profumo Ministro Istruzione Frasario Frasi celebri Frasi d'amore Frasi di auguri di Pasqua Frasi di auguri per matrimonio Frasi Festa del Papà Frasi Festa della Befana Frasi Festa della Mamma Frasi Festa delle Donne Frasi Halloween Frasi per Carnevale Frasi per Halloween Frasi Pesce d'Aprile Frasi sull'amicizia Frasi sulla Giornata della Memoria Frasi sulla vita Gabriele d'Annunzio Generativismo Gerundio Giacomo Leopardi Giambattista Vico Giovanni Boccaccio Giovanni Verga Giulio Cesare Grammatica inglese Grammatica Italiana Grammatica Italiana TEST Guide Halloween Halloween 2012 I complementi I Nuovi Mostri Iati Il complemento di termine Il Femminile Il Linguaggio della Filosofia Il Maschile Il plurale Il Principe Il singolare Il verbo IN EVIDENZA Interiezione Italiano Italiano neostandard Karl Marx La lingua italiana EVENTI La Scimmia La Scimmia reality La virgola Latino Le Vocali Letteratura italiana Letteratura italiana del Cinquecento Letteratura italiana del Duecento Letteratura italiana del Novecento Letteratura italiana del Quattrocento Letteratura Italiana del Seicento Letteratura Italiana del Settecento Letteratura italiana del Trecento Letteratura italiana dell'Ottocento Letteratura latina Lettura e metrica latine Lezioni universitarie Lingua inglese Lingua Italiana dei Segni Lingua latina Lingue tonali Linguistica Linguistica Romanza Locuzioni Luigi Pirandello Maiuscola Maturità Maturità 2012 Maturità 2012 prima prova Maturità 2013 Maturità 2013 prima prova Maturità 2014 prima prova Morfologia Natale Natale 2012 Niccolò Machiavelli Noam Chomsky Nome Parole difficili Parole nuove Parole nuove e difficili Parti del discorso Perché si dice? Perifrastica Pesce d'aprile Pidgin Pietro Bembo Platone Poesia italiana Pragmatica Predicato nominale Predicato verbale Preposizioni Preposizioni improprie Present continuous inglese Present simple inglese Prima prova maturità Promessi sposi Pronomi Pronomi Personali Pronomi Relativi Proposizione Principale Proposizioni Prosa italiana Punteggiatura Raddoppiamento fonosintattico Saggi brevi San Valentino Sapete che? Schede didattiche Scienza Nuova Sciopero scuola 2012 Scuola e Istruzione Si dice o non si dice? Si scrive? Sillogismo Sintassi Sintassi dei casi Sociolinguistica Soggetto Strutturalismo Subordinate Tagli alla scuola Teatro italiano Temi svolti Terza declinazione latina Tesi di laurea TFA TFA 2012 Trittonghi Troncamento Ugo Foscolo Univerbazione Università Varie Verbi attivi Verbi inglesi Verbi latini Verbi passivi Verbi riflessivi Verbi servili Verbi sovrabbondanti Verbi suppletivi Verifica analisi del periodo Verifica di analisi logica Versioni tradotte Vita e opere autori letteratura italiana
false
ltr
item
LINKUAGGIO?: Analisi dell'Infinito di Leopardi e commento in un riassunto dettagliato per interrogazioni e temi
Analisi dell'Infinito di Leopardi e commento in un riassunto dettagliato per interrogazioni e temi
Analisi e commento dell'Infinito di Leopardi: questo riassunto dettagliato vi aiuterà a sostenere interrogazioni e compiti in classe senza timore
http://1.bp.blogspot.com/-M1EAbB17Qu4/ViEqc93gUoI/AAAAAAAAO-0/d8By1hM9kpA/s320/foto%2Bsiepe%2Bsu%2Blago.jpg
http://1.bp.blogspot.com/-M1EAbB17Qu4/ViEqc93gUoI/AAAAAAAAO-0/d8By1hM9kpA/s72-c/foto%2Bsiepe%2Bsu%2Blago.jpg
LINKUAGGIO?
http://www.linkuaggio.com/2015/10/analisi-dellinfinito-di-leopardi-e.html
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/2015/10/analisi-dellinfinito-di-leopardi-e.html
true
7275283272962022850
UTF-8
Non è stato trovato alcun post LEGGILI TUTTI Di più... Rispondi Cancella la risposta Cancella di Home Pagine Articoli Leggili tutti TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE ARGOMENTI ARCHIVIO SEARCH TUTTI I POST Non è stato trovato alcun post corrispondente alla tua richiesta Back Home domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato dom lun mar mer giov ven sab gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre gen feb mar apr maggio giu lug ago set ott nov dic proprio ora un minuto fa $$1$$ minutes ago un'ora fa $$1$$ hours ago ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di cinque settimane fa follower Segui CONTENUTO PREMIUM Condividi per sbloccare Copia tutto Seleziona tutto Tutto è stato copiato Non si può copiare, per piacere premi [CTRL]+[C] (o CMD+C se hai un Mac) per farlo