Ultimissime

Si scrive "facce" o "faccie"? Regola semplice per risultati garantiti


Qual è il plurale di "faccia"? Si scrive "facce" o "faccie"? Domande del genere riguardano tutte le parole che terminano in -cia e in -gia e non soltanto la "protagonista" di questo intervento. Vige, comunque, una regola ben precisa, appresa la quale risulterà un gioco da ragazzi formare il plurale. Ne abbiamo già parlato a proposito di "denuncia" e "provincia", ma qui vale la pena soffermarsi ulteriormente, proponendo altri esempi.

Per formare il plurale delle parole che terminano in -cia e in -gia, bisogna controllare la lettera che precede questi due gruppi: in "faccia", quindi, c; in "camicia" i e così via; se tale lettera è una consonante, il plurale sarà formato senza i; se, invece, è una vocale, i si conserva.Vediamo alcuni esempi: il plurale di "valigia" è "valigie", perché prima di g c'è una vocale; per lo stesso motivo, il plurale di "ciliegia" è "ciliegie" e non "ciliege" (in realtà, questa forma è ammessa per ragioni etimologiche). Discorso diverso, invece, vale per "faccia", il cui plurale è "facce": c, infatti, è preceduta da una consonante e perde i.


La regola, insomma, è semplicissima; questo non vuol dire che vi siano delle eccezioni, giustificate, per esempio, dalla letteratura italiana: essendo state utilizzate più volte in passato, sia "denuncie" sia "provincie" sono forme che risultano accettabili; sarebbe meglio evitarle, comunque, in quanto risalenti a un uso piuttosto antico e superato.

Guardate in faccia alla realtà e seguitene a fondo gli sviluppi: che senso ha riproporre parole che ormai hanno fatto il loro tempo?



5 commenti:

  1. "Ciliege" però non è sbagliato: è anch'essa una di quelle eccezioni ammessa dalla storia della lingua, e si trova pure, come variante ammessa, in molti dizionari e, di recente, pure nel titolo del libro "un cappella pieno di ciliege" per stesso volere dell'autrice (la quale, al di là delle visioni politiche, non può certo essere tacciata di ignoranza grammaticale).
    La verità è che la regoletta che voi esponete, assieme a tutte le grammatiche, è semplicemente una semplificazione del precedente criterio fondato sull'etimo, proposta da Migliorini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve Anonimo,
      apprezzo moltissimo il suo intervento, perché mi permette di riproporre un mio vecchio articolo proprio su ciò che ha scritto:

      http://linkuaggio.blogspot.it/2011/08/si-scrive-ciliegie-o-ciliege-plurali-e.html

      Non si può scrivere ricorrendo ogni volta all'etimo, almeno a mio avviso, quindi se c'è una regola, proposta da Bruno Migliorini, tra l'altro, mi sembra più giusto seguire (e proporre) quella che non difficili indagini sull'origine e la storia della parola.

      L'intento di questi post (ma non di tutti) è quello di aiutare chi legge e non di complicargli la vita: ecco perché, per un motivo o per l'altro, mi trovo costretto a semplificare moltissimo.

      MIK

      Elimina
    2. Se non si spiega da dove viene la "regoletta", e che essa è solamente una semplificazione, a mio avviso, non si chiarisce il motivo dell'arbitrarietà di mantenere la 'i' in un caso e di sopprimerla nell'altro, essendo tale lettera superflua anche come diacritico; senza la "scusa" etimologica tale 'i' è, dal punto di visto logico-ortografico, totalmente immotivata.

      P.S. trovo molto più razione la proposta di Serianni - rintracciabile nella sua celebre grammatica - di abbandonare completamente tali 'i'.

      Elimina
    3. Io sono un appassionato degli scritti di Luca Serianni, ma mi trovo nella situazione di dover fornire una risposta a utenti che non hanno sempre un bagaglio culturale elevato. Abbia pazienza.

      So benissimo che semplificare eccessivamente potrebbe essere sbagliato - non per niente, il suo intervento mi ha spinto a inserire una precisazione tra parentesi -, ma è quello che voglio fare: né Serianni né i grammatici si arrabbieranno se per dare risposte concrete, ho deciso di sacrificare (ma solo in questo post) la questione "etimologica".

      Per quanto riguarda la proposta di Serianni, sono d'accordo con lei, ma sa benissimo che su certe questioni non si arriverà mai a una conclusione definitiva...

      MIK

      Elimina
  2. Ho tanta nostalgia del mio passato.

    RispondiElimina

LINKUAGGIO? è stato creato da Templateism.com Copyright © 2014

Powered by Blogger.