Ideofoni e onomatopee, esempi e definizione nell'ambito del fonosimbolismo



Ideofoni e onomatopee sono sinonimi? In questa guida, definizione ed esempi per spiegare la differenza (anche con le interiezioni)


onomatopee fumetti
Anche se molto spesso ideofoni e onomatopee vengono utilizzati in riferimento al più generale fenomeno del fonosimbolismo, va detto che potreste trovarvi nella situazione in cui qualcuno traccia una linea sottile tra i significati delle due parole. Qui di seguito procederemo a darne non soltanto la definizione ma anche gli esempi, sottolineando, prima della sintesi finale, pure la differenza con le interiezioni, parti del discorso cui abbiamo già dedicato un approfondimento.

Gli ideofoni: esempi in poesia

Definiamo "ideofono" o "fonosimbolo" una sequenza fonica, quindi costituita da suoni, che cerca di riprodurre sensazioni relative alle varie sfere sensoriali; si pensi, per esempio, al linguaggio utilizzato dai fumetti, di conseguenza a voci come "slurp", "gulp", "roar", "sigh", "splash" e così via; esistono vari esempi anche in poesia; pensate al componimento L'assiuolo di Giovanni Pascoli:

"Dov’era la luna? ché il cielo
notava in un’alba di perla,
ed ergersi il mandorlo e il melo
parevano a meglio vederla.
Venivano soffi di lampi
da un nero di nubi laggiù;
veniva una voce dai campi:
chiù...
 
Le stelle risplendevano rare
tra mezzo alla nebbia di latte:
sentivo il cullare del mare,
sentivo un fru fru tra le fratte;
sentivo nel cuore un sussulto,
com’eco d’un grido che fu.
Sonava lontano il singulto:
chiù...

Su tutte le lucide vette
tremava un sospiro di vento:
squassavano le cavallette
finissimi sistri d’argento
(tintinni a invisibili porte
che forse non s’aprono più?...);

e c’era quel pianto di morte...
chiù...
"
Le voci evidenziate riproducono il verso dell'assiolo ("chiù") e il movimento delle fratte ("fru fru", che contribuisce a dare un effetto allitterante a tutto il verso, perché la sequenza fr si ripete ben tre volte e la r ancora di più). Abbiamo riportato un esempio da Pascoli perché - citando Italiano. Grammatica, sintassi, dubbi del linguista Luca Serianni - "l'uso che dell'onomatopea fa [...] è decisamente innovatore rispetto alla tradizione letteraria. Il fonosimbolismo è infatti molto raro nella poesia antica, fino a gran parte del secolo scorso. Nel Dante della Commedia, per esempio, [...] le onomatopee vere e proprie sono soltanto due: tin tin [...] e cricchi (Inferno, XXXII 30, a rappresentare il rumore di uno scricchiolio)".

Quale valore semantico per la parola "onomatopea"?

La parola "onomatopea", come avrete notato, può essere utilizzata anche come sinonimo di "ideofono", ma il suo valore semantico può arrivare a comprendere pure quelle parole formate sulle sequenze foniche che tentano di riprodurre un suono; pensiamo, per esempio, a "bisbigliare", "tentennare", "chioccolare", "tintinnare", che sono tutte riconducibili a particolari foni: "bisbigliare", per esempio, fa riferimento a "bis bis", suono tipico del bisbiglio; il "tintinnare" delle monete al rumore che fanno quando cadono a terra ("tin tin"); le basi della derivazione possono essere tante, insomma: notate, però, che la classe più produttiva resta sempre quella dei verbi in -are, che accoglie non poche parole. In questo caso, comunque, più che parlare di "onomatopea" si potrebbe parlare di "origine onomatopeica".

Ideofoni e onomatopee rompono con l'arbitrarietà del segno

L'onomatopea e l'ideofono, ovviamente, rompono quella che Ferdinand de Saussure ha definito "arbitrarietà del segno", riferendosi al fatto che non esistono motivi per i quali un determinato elemento della realtà, animato o inanimato che sia, debba chiamarsi per forza così (tant'è vero che ogni lingua utilizza parole diverse per definire lo stesso referente): in casi come questo, infatti, succede che chi parla riproduce esattamente ciò che sente, senza inventare nulla (anche se la trascrizione presenta, ovviamente, non pochi problemi). Le onomatopee cambiano comunque da comunità a comunità, anche se - riprendiamo sempre da Serianni - "molto di più di quanto non accada per le interiezioni primarie, si tritrovano quasi uguali nelle varie lingue. Se il verso del gatto è percepito come miao, miau un po' dovunque il felino sia difuso, è naturale che all'italiano corrispondano il francese miauler, l'inglese to miaow, il tedesco miauen, lo spagnolo e il portoghese miar, il polacco miauczeć [...] o varianti consimili"; non sempre, però, la corrispondenza si verifica: al nostro chicchirichì, per esempio, corrisponde l'inglese cock-a-doo-dle-doo; a bau bau, invece, il tedesco wau wau.

Differenza tra onomatopee e interiezioni

Riprendiamo, infine, la differenza tra onomatopee e interiezioni, sottolineando che potreste trovarvi anche in situazioni in cui le onomatopee vengano considerate parte integrante delle seconde:

"In realtà - scrive Luca Serianni - tra le due serie di forme non mancano le differenze. Le interiezioni sono solo in piccola parte 'motivate', cioè condizionate da spinte imitative, e hanno normalmente valore di esclamazione, mentre le onomatopee si trasformano spesso in parti del discorso autonome (nomi: 'il ticchettio di un orologio', 'il chicchirichì del gallo', [...] ecc)". 

Una sintesi

Volendo tracciare una sintesi di quanto detto, onomatopee e ideofoni fanno parte del fenomeno più ampio del "fonosimbolismo", cioè della riproduzione del suono; le prime si riferiscono sia ai suoni veri e propri ("roar", "cip" etc) sia alle parole costruite su questi ("bisbigliare", "tintinnare" etc); i secondi, invece, soltanto ai foni. La differenza con le interiezioni, infine, sta soprattutto nell'uso che se ne fa: queste ultime, infatti, corrispondono quasi sempre a una esclamazione.


COMMENTI

BLOGGER
Nome

Accademia della Crusca Accento Accusativo preposizionale Acronimi Aferesi Aggettivi Aggettivi qualificativi Alessandro Manzoni Analisi Analisi dei testi analisi del periodo Analisi Grammaticale Analisi grammaticale verifica Analisi Logica Apocope Apostrofo Apposizione Articolo Auguri Capodanno Auguri di buon compleanno Auguri di buon onomastico Auguri di Natale Auguri di Pasqua Auguri di San Valentino Auguri per San Faustino Ausiliari Avverbi Bilinguismo blog Bullismo a scuola Capodanno Cattedra 24 ore Che significa? Complementi del latino Complemento oggetto Complemento predicativo del soggetto Complemento predicativo dell'oggetto Concorsi pubblici scuola Concorso scuola 2012 Congiunzione Coordinate Creoli Dante Alighieri De bello Gallico Decameron Declinazioni latino Derivazione Dialetti italiani Dialettologia Dittonghi Divina Commedia Divisione in sillabe Emoticon Enigmistica Errori Grammaticali Esercizi analisi del periodo Esercizi analisi grammaticale Esercizi analisi logica Esercizi divisione in sillabe Esercizi grammatica inglese Esercizi Grammatica Italiana Esercizi sulla punteggiatura Essere e Avere Ferdinand De Saussure Festa dei morti Festa del papà Festa della donna Festa della Mamma Figure retoriche Filosofia del Linguaggio Fonetica e Fonologia Francesco Petrarca Francesco Profumo Ministro Istruzione Frasario Frasi celebri Frasi d'amore Frasi di auguri di Pasqua Frasi di auguri per matrimonio Frasi Festa del Papà Frasi Festa della Befana Frasi Festa della Mamma Frasi Festa delle Donne Frasi Halloween Frasi per Carnevale Frasi per Halloween Frasi Pesce d'Aprile Frasi sull'amicizia Frasi sulla Giornata della Memoria Frasi sulla vita Gabriele d'Annunzio Generativismo Gerundio Giacomo Leopardi Giambattista Vico Giovanni Boccaccio Giovanni Verga Giulio Cesare Grammatica inglese Grammatica Italiana Grammatica Italiana TEST Guide Halloween Halloween 2012 I complementi I Nuovi Mostri Iati Il complemento di termine Il Femminile Il Linguaggio della Filosofia Il Maschile Il plurale Il Principe Il singolare Il verbo IN EVIDENZA Interiezione Italiano Italiano neostandard Karl Marx La lingua italiana EVENTI La Scimmia La Scimmia reality La virgola Latino Le Vocali Letteratura italiana Letteratura italiana del Cinquecento Letteratura italiana del Duecento Letteratura italiana del Novecento Letteratura italiana del Quattrocento Letteratura Italiana del Seicento Letteratura Italiana del Settecento Letteratura italiana del Trecento Letteratura italiana dell'Ottocento Letteratura latina Lettura e metrica latine Lezioni universitarie Lingua inglese Lingua Italiana dei Segni Lingua latina Lingue tonali Linguistica Linguistica Romanza Locuzioni Luigi Pirandello Maiuscola Maturità Maturità 2012 Maturità 2012 prima prova Maturità 2013 Maturità 2013 prima prova Maturità 2014 prima prova Morfologia Natale Natale 2012 Niccolò Machiavelli Noam Chomsky Nome Parole difficili Parole nuove Parole nuove e difficili Parti del discorso Perché si dice? Perifrastica Pesce d'aprile Pidgin Pietro Bembo Platone Poesia italiana Pragmatica Predicato nominale Predicato verbale Preposizioni Preposizioni improprie Present continuous inglese Present simple inglese Prima prova maturità Promessi sposi Pronomi Pronomi Personali Pronomi Relativi Proposizione Principale Proposizioni Prosa italiana Punteggiatura Raddoppiamento fonosintattico Saggi brevi San Valentino Sapete che? Schede didattiche Scienza Nuova Sciopero scuola 2012 Scuola e Istruzione Si dice o non si dice? Si scrive? Sillogismo Sintassi Sintassi dei casi Sociolinguistica Soggetto Strutturalismo Subordinate Tagli alla scuola Teatro italiano Temi svolti Terza declinazione latina Tesi di laurea TFA TFA 2012 Trittonghi Troncamento Ugo Foscolo Univerbazione Università Varie Verbi attivi Verbi inglesi Verbi latini Verbi passivi Verbi riflessivi Verbi servili Verbi sovrabbondanti Verbi suppletivi Verifica analisi del periodo Verifica di analisi logica Versioni tradotte Vita e opere autori letteratura italiana
false
ltr
item
LINKUAGGIO?: Ideofoni e onomatopee, esempi e definizione nell'ambito del fonosimbolismo
Ideofoni e onomatopee, esempi e definizione nell'ambito del fonosimbolismo
Ideofoni e onomatopee sono sinonimi? In questa guida, definizione ed esempi per spiegare la differenza (anche con le interiezioni)
http://1.bp.blogspot.com/-U-6ntaNH-Pc/UXFvkM2n_HI/AAAAAAAAG2k/UPtoU0SrBOE/s320/Onomatopee+fumetti.jpg
http://1.bp.blogspot.com/-U-6ntaNH-Pc/UXFvkM2n_HI/AAAAAAAAG2k/UPtoU0SrBOE/s72-c/Onomatopee+fumetti.jpg
LINKUAGGIO?
http://www.linkuaggio.com/2013/04/ideofoni-e-onomatopee-esempi-e.html
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/2013/04/ideofoni-e-onomatopee-esempi-e.html
true
7275283272962022850
UTF-8
Non è stato trovato alcun post LEGGILI TUTTI Di più... Rispondi Cancella la risposta Cancella di Home Pagine Articoli Leggili tutti TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE ARGOMENTI ARCHIVIO SEARCH TUTTI I POST Non è stato trovato alcun post corrispondente alla tua richiesta Back Home domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato dom lun mar mer giov ven sab gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre gen feb mar apr maggio giu lug ago set ott nov dic proprio ora un minuto fa $$1$$ minutes ago un'ora fa $$1$$ hours ago ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di cinque settimane fa follower Segui CONTENUTO PREMIUM Condividi per sbloccare Copia tutto Seleziona tutto Tutto è stato copiato Non si può copiare, per piacere premi [CTRL]+[C] (o CMD+C se hai un Mac) per farlo