Femminile dei nomi in italiano, come formarlo in tutti i casi: una semplice guida



Come si forma il femminile dei nomi in italiano? Ecco una semplice guida con esempi a tutti i casi possibili


maschio e femmina simboli
In questa scheda di grammatica italiana cercheremo di capire come si forma il femminile dei nomi in italiano, dopo aver illustrato quali sono le procedure per formarne il plurale; anche in questa sede andrà ribadito che certi procedimenti sono scontati per un parlante nativo, che sia quindi stato esposto alla lingua italiana sin dalla nascita: esistono dei casi in cui, però, si potrebbe facilmente cadere in confusione ed è per questo che un sunto di tutte le possibilità potrebbe aiutarvi. Ma veniamo al dunque, partendo dai nomi che terminano in -o.

I nomi maschili di questo tipo formano il femminile con -a: diremo, quindi, l'amico/l'amica, il ragazzo/la ragazza, il figlio/la figlia, il cognato/la cognata e così via.

Alcuni di questi nomi, però, formano anche il femminile con la desinenza -essa: pensiamo, per esempio, ad avvocato/avvocatessa; ad alcuni di questi si preferisce o lasciare invariato il nome o la forma in -a: è meglio dire, per esempio, "il medico", piuttosto che "la medichessa"; così come è di gran lunga consigliabile "il deputato" (o al massimo "la deputata") in luogo di "la deputatessa".

I nomi maschili terminanti in -a - per lo più di origine greca - formano il femminile con l'aggiunta del suffisso -essa; direte, perciò, il poeta/la poetessa, il duca/la duchessa. 

"Ma questi casi - si legge in Grammatica. Italiano, sintassi, dubbi del linguista Luca Serianni - sono in realtà più l'eccezione che la regola: poiché infatti la stragrande maggioranza dei maschili in -a sono nomi di tradizione dotta e non popolare [...], essi non si sono inseriti nell'usuale sistema di formazione del femminile mediante cambiamento di terminazione, e rimangono dunque invariati (è il tipo il collega-la collega)".

In nomi in -e possono formare il femminile o con -a, quindi diremo il parrucchiere/la parrucchiera; o sempre con -essa; pensiamo, per esempio, a il barone/la baronessa, il conte/la contessa, il dottore/la dottoressa etc.

Il femminile dei nomi in -tore e in -sore

Segnaliamo pure che i nomi in -tore formano il femminile con -trice: l'attore/l'attrice, il lettore/la lettrice; sono i cosiddetti "nomi d'agente", i quali trovano corrispondenza in un verbo corradicale e da questo prendono forma: il lettore, insomma, è colui "che legge" così come il calciatore è colui che "calcia la palla". Non sempre, però, è facile risalire al verbo e non tutti i nomi vengono percepiti come agentivi: il dottore - spiega Luca Serianni - in passato veniva percepito come "colui che impartisce dottrina"; oggi, invece, il legame è molto più debole (a livello di percezione, ovviamente).

I nomi in -sore, invece, formano il femminile in modo particolare: si risale all'infinito con d del verbo in questione e si aggiunge il suffisso -trice: da "difensore", per esempio, si ricava "difendere", al quale si accosta -trice, dopo aver tolto la desineza -ere; avremo, in conclusione, "difenditrice"; anche in questo caso, le eccezioni (dovute principalmente alla storia di ogni singola parola) esistono: pensiamo, per esempio, a "professore", il cui femminile è "professoressa".

Come formare il femminile di tutti gli altri nomi italiani

Esistono, infine, altri tipi da mettere in evidenza:
  • Il tipo gallo/gallina, per esempio, mostra come per la formazione del femminile si ricorra al suffisso del diminutivo o dell'accrescitivo (capra/caprone), non con l'intento di indicare per forza le dimensioni: in altri termini, dire "una piccola gallina" non è ridondante, perché in "gallina" non è insito il concetto di "piccolo animale", nonostante la presenza di -ina;
  • Il tipo la balena maschio/la balena femmina (oppure il maschio della balena/la femmina della balena) è tipico degli animali selvatici;
  • I nomi indipendenti formano maschile e femminile da due radici diverse: pensiamo, per esempio, a il frate/la suora, il fratello/la sorella, il marito/la moglie e così via;
  • I nomi di genere comune sono quelli che hanno una sola forma per il maschile e per il femminile: ne è un esempio il già citato il collega/la collega oppure il dilettante/la dilettante, il lattante/la lattante etc;
  • Vanno segnalati, infine, i nomi di professione a cui abbiamo già dedicato un approfondimento.

L'opposizione tra maschile e femminile: una precisazione

Per concludere su maschile e femminile dei nomi, andrà ricordato che nella maggior parte dei casi, più che parlare di opposizione maschile/femminile, si deve parlare di contiguità semantica tra il maschile e il femminile; il femminile di "arco", per esempio, è "arca", ma in quest'ultima circostanza nessuno penserebbe mai a un arco-femmmina, bensì a un sarcofago o all'imbarcazione di Noè; qui la differenza tra maschile e femminile comporta una notevole distanza di significato, quindi non si può parlare di "continguità". In altri casi, però, la vicinanza semantica è evidente; pensiamo, per esempio, a il buco/la buca, il fosso/la fossa, dove il femminile indica qualcosa di più grande/esteso rispetto al maschile; ma l'opposizione può riguardare anche altri termini di paragone.

Al solito, insomma, la lingua italiana - come qualsiasi altro strumento di comunicazione - dimostra di non essere un coacervo di regola da imparare a memoria, ma il frutto di un lento e complesso sviluppo, senza lo studio del quale molti dei nostri quesiti non avrebbero risposta.


COMMENTI

BLOGGER
Nome

Accademia della Crusca Accento Accusativo preposizionale Acronimi Aferesi Aggettivi Aggettivi qualificativi Alessandro Manzoni Analisi Analisi dei testi analisi del periodo Analisi Grammaticale Analisi grammaticale verifica Analisi Logica Apocope Apostrofo Apposizione Articolo Auguri Capodanno Auguri di buon compleanno Auguri di buon onomastico Auguri di Natale Auguri di Pasqua Auguri di San Valentino Auguri per San Faustino Ausiliari Avverbi Bilinguismo blog Bullismo a scuola Capodanno Cattedra 24 ore Che significa? Complementi del latino Complemento oggetto Complemento predicativo del soggetto Complemento predicativo dell'oggetto Concorsi pubblici scuola Concorso scuola 2012 Congiunzione Coordinate Creoli Dante Alighieri De bello Gallico Decameron Declinazioni latino Derivazione Dialetti italiani Dialettologia Dittonghi Divina Commedia Divisione in sillabe Emoticon Enigmistica Errori Grammaticali Esercizi analisi del periodo Esercizi analisi grammaticale Esercizi analisi logica Esercizi divisione in sillabe Esercizi grammatica inglese Esercizi Grammatica Italiana Esercizi sulla punteggiatura Essere e Avere Ferdinand De Saussure Festa dei morti Festa del papà Festa della donna Festa della Mamma Figure retoriche Filosofia del Linguaggio Fonetica e Fonologia Francesco Petrarca Francesco Profumo Ministro Istruzione Frasario Frasi celebri Frasi d'amore Frasi di auguri di Pasqua Frasi di auguri per matrimonio Frasi Festa del Papà Frasi Festa della Befana Frasi Festa della Mamma Frasi Festa delle Donne Frasi Halloween Frasi per Carnevale Frasi per Halloween Frasi Pesce d'Aprile Frasi sull'amicizia Frasi sulla Giornata della Memoria Frasi sulla vita Gabriele d'Annunzio Generativismo Gerundio Giacomo Leopardi Giambattista Vico Giovanni Boccaccio Giovanni Verga Giulio Cesare Grammatica inglese Grammatica Italiana Grammatica Italiana TEST Guide Halloween Halloween 2012 I complementi I Nuovi Mostri Iati Il complemento di termine Il Femminile Il Linguaggio della Filosofia Il Maschile Il plurale Il Principe Il singolare Il verbo IN EVIDENZA Interiezione Italiano Italiano neostandard Karl Marx La lingua italiana EVENTI La Scimmia La Scimmia reality La virgola Latino Le Vocali Letteratura italiana Letteratura italiana del Cinquecento Letteratura italiana del Duecento Letteratura italiana del Novecento Letteratura italiana del Quattrocento Letteratura Italiana del Seicento Letteratura Italiana del Settecento Letteratura italiana del Trecento Letteratura italiana dell'Ottocento Letteratura latina Lettura e metrica latine Lezioni universitarie Lingua inglese Lingua Italiana dei Segni Lingua latina Lingue tonali Linguistica Linguistica Romanza Locuzioni Luigi Pirandello Maiuscola Maturità Maturità 2012 Maturità 2012 prima prova Maturità 2013 Maturità 2013 prima prova Maturità 2014 prima prova Morfologia Natale Natale 2012 Niccolò Machiavelli Noam Chomsky Nome Parole difficili Parole nuove Parole nuove e difficili Parti del discorso Perché si dice? Perifrastica Pesce d'aprile Pidgin Pietro Bembo Platone Poesia italiana Pragmatica Predicato nominale Predicato verbale Preposizioni Preposizioni improprie Present continuous inglese Present simple inglese Prima prova maturità Promessi sposi Pronomi Pronomi Personali Pronomi Relativi Proposizione Principale Proposizioni Prosa italiana Punteggiatura Raddoppiamento fonosintattico Saggi brevi San Valentino Sapete che? Schede didattiche Scienza Nuova Sciopero scuola 2012 Scuola e Istruzione Si dice o non si dice? Si scrive? Sillogismo Sintassi Sintassi dei casi Sociolinguistica Soggetto Strutturalismo Subordinate Tagli alla scuola Teatro italiano Temi svolti Terza declinazione latina Tesi di laurea TFA TFA 2012 Trittonghi Troncamento Ugo Foscolo Univerbazione Università Varie Verbi attivi Verbi inglesi Verbi latini Verbi passivi Verbi riflessivi Verbi servili Verbi sovrabbondanti Verbi suppletivi Verifica analisi del periodo Verifica di analisi logica Versioni tradotte Vita e opere autori letteratura italiana
false
ltr
item
LINKUAGGIO?: Femminile dei nomi in italiano, come formarlo in tutti i casi: una semplice guida
Femminile dei nomi in italiano, come formarlo in tutti i casi: una semplice guida
Come si forma il femminile dei nomi in italiano? Ecco una semplice guida con esempi a tutti i casi possibili
http://3.bp.blogspot.com/-Gd3IuTeKl-A/Ugjx8GoJUZI/AAAAAAAAH7k/39YkKY--dRY/s320/maschio+femmina+simboli.jpg
http://3.bp.blogspot.com/-Gd3IuTeKl-A/Ugjx8GoJUZI/AAAAAAAAH7k/39YkKY--dRY/s72-c/maschio+femmina+simboli.jpg
LINKUAGGIO?
http://www.linkuaggio.com/2013/08/femminile-dei-nomi-in-italiano-come.html
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/2013/08/femminile-dei-nomi-in-italiano-come.html
true
7275283272962022850
UTF-8
Non è stato trovato alcun post LEGGILI TUTTI Di più... Rispondi Cancella la risposta Cancella di Home Pagine Articoli Leggili tutti TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE ARGOMENTI ARCHIVIO SEARCH TUTTI I POST Non è stato trovato alcun post corrispondente alla tua richiesta Back Home domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato dom lun mar mer giov ven sab gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre gen feb mar apr maggio giu lug ago set ott nov dic proprio ora un minuto fa $$1$$ minutes ago un'ora fa $$1$$ hours ago ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di cinque settimane fa follower Segui CONTENUTO PREMIUM Condividi per sbloccare Copia tutto Seleziona tutto Tutto è stato copiato Non si può copiare, per piacere premi [CTRL]+[C] (o CMD+C se hai un Mac) per farlo