Seconda declinazione in latino: desinenze e guida a particolarità con esempi



Ecco una guida alla seconda declinazione latina con desinenze e particolarità: tutti gli esempi per non sbagliare la traduzione


seconda declinazione latino
Alla seconda declinazione in latino appartengono nomi maschili, femminili (pochi, in prevalenza nomi di piante), e neutri (dal latino NEUTRUM nessuno dei due), che escono tutti al genitivo singolare in -i, mentre al nominativo singolare presentano diverse uscite:

- us per i nomi maschili e femminili
- um per i nomi neutri
- er, -ir, per i nomi maschili.

Prima di iniziare a trattare la seconda declinazione, vi rimandiamo alla prima declinazione e alle sue particolarità, in modo tale che possiate avere tutti gli strumenti per affrontare i primi esercizi di traduzione.  


Nomi della seconda declinazione in -US

Entriamo nel vortice della seconda declinazione in latino con LUPUS, I il lupo:

            Singolare                                                                Plurale                               

Nom.    LUP-US          il lupo                                           LUP-I                    i lupi
Gen.     LUP-I              del lupo                                        LUP-ŌRUM       dei lupi
Dat.      LUP-O            al lupo                                          LUP-IS                 ai lupi
Acc.     LUP-UM         il   lupo                                         LUP-OS                 i lupi
Voc.     LUP-E             o lupo!                                          LUP-I                    o lupi!
Abl.     LUP-O             con il lupo                                    LUP-IS           con i lupi

Nomi neutri della seconda declinazione (in -UM)

Nom.   BELL-UM       la guerra                                       BELL-Ă               le guerre
Gen.    BELL-I            della guerra                                   BELL- ŌRUM    delle guerre
Dat.     BELL-O          alla guerra                                     BELL-IS              alle guerre
Acc.    BELL-UM       la guerra                                        BELL-Ă               le guerre
Voc.    BELL-UM        o guerra!                                       BELL-Ă               o guerre!
Abl.    BELL-O           con la guerra                                 BELL-IS              con le guerre

Nomi della seconda declinazione in -ER

I nomi in -er della seconda declinazione latina si dividono in due gruppi:

1) Quelli che conservano la vocale Ĕ del tema, che precede la r in tutta la declinazione, come PUĔR, PUĔRI (es. GENER, GENĔRI la stirpe;VESPER, VESPĔRI la sera)

2) Quelli la cui vocale Ĕ si trova solo nel nominativo e vocativo singolare, come LIBĔR, LIBRI il libro (es. AGĔR, AGRI; la terra MAGISTĔR, MAGISTRI il maestro.

Tutti i nomi in -er seguono la stessa flessione di quelli in -us; se ne discostano solamente nel nominativo e vocativo singolare, che presentano la stessa forma.
                                      
           Singolare                                                                  Plurale

Nom.    PUER                   il fanciullo                                   PUĔR-I                 i fanciulli
Gen.     PUĔR-I                del fanciullo                                 PUĔR-ŌRUM     dei fanciulli
Dat.      PUĔR-O               al fanciullo                                  PUĔR-IS              ai  fanciulli
Acc.     PUĔR-UM            il fanciullo                                    PUĔR-OS             i fanciulli
Voc.     PUER                    o fanciullo!                                  PUĔR-I                o fanciulli!
Abl.      PUĔR-O                con il fanciullo                            PUĔR-IS              con i fanciulli

          Singolare                                                                  Plurale

Nom.    LIBĔR                 il libro                                           LIBR-I                  i fanciulli
Gen.     LIBR-I                 del libro                                        LIBR-ŌRUM       dei fanciulli
Dat.      LIBR-O               al  libro                                         LIBR-IS                ai  fanciulli
Acc.     LIBR-UM            il libro                                            LIBR-OS              i fanciulli
Voc.     LIBĔR                 o libro                                           LIBR-I                 o fanciulli!
Abl.     LIBR-O                con il libro                                     LIBR-IS               con i fanciulli


Il caso VIR, VIRI della seconda declinazione

Esiste poi un solo nome, VIR, VIRI l'uomo (assieme ai suoi composti TRIUMVIR, ĬRI; DECEMVIR, ĬRI,), che esce al nominativo e vocativo singolare in -ir e si adatta negli altri casi alla  declinazione regolare:

              Singolare                                                                    Plurale

Nom.         VIR               l'uomo                              VIR-I                 gli uomini
Gen,          VIR-I             dell'uomo                         VIR-ŌRUM      degli uomini
Dat.           VIR-O            all'uomo                          VIR-IS               agli uomini
Acc.           VIR-UM        l'uomo                             VIR-OS             gli uomini
Voc.           VIR                o uomo!                           VIR-I                o uomini!
Abl.           VIR-O            con l'uomo                       VIR-I                con gli uomini


Aggettivi maschili con nominativo (in -US)

Come i nomi maschili e femminili in -us, si declinano gli aggettivi maschili uscenti al nominativo singolare in -us (ALTUS, FERUS); essi appartengono alla prima classe degli aggettivi. Gli aggettivi neutri uscenti in -um, che appartengono alla prima classe, si declinano come i nomi neutri.

                                      Singolare                                                                      Plurale
                        Maschile                   Neutro                                  Maschile                          Neutro

Nom.             ALT-US                      ALT-UM                              ALT-I                               ALT-Ă
Gen.              ALT-I                          ALT-I                                   ALT-ŌRUM                    ALT-ŌRUM
Dat.               ALT-O                        ALT-O                                  ALT-IS                            ALT-IS
Acc.              ALT-UM                     ALT-UM                              ALT-OS                           ALT-Ă
Voc.              ALT-E                         ALT-UM                              ALT-I                               ALT-Ă    
Abl.              ALT-O                         ALT-O                                 ALT-IS                             ALT-IS


Aggettivi maschili in -ER

Inoltre esistono anche aggettivi maschili in -er appartenenti alla prima classe, che si declinano come i due gruppi di nomi in -er. Vediamo ASPĔR, ASPĔRI  aspro:

          Singolare                                                                  Plurale

Nom.    ASPER                   l'aspro                                 ASPĔR-I                    gli aspri
Gen.     ASPĔR-I                 dell' aspro                            ASPER-ŌRUM         degli aspri
Dat.      ASPĔR-O               all'aspro                              ASPĔR-IS                  agli aspri
Acc.     ASPĔR-UM            l'aspro                                 ASPĔR-OS                gli aspri
Voc.     ASPER                    o aspro!                              ASPĔR-I                    o aspri!
Abl.     ASPĔR-O                con  l'aspro                         ASPĔR-IS                 con gli aspri


Ora PULCHĔR, PULCHRI 'bello':

          Singolare                                                                  Plurale

Nom.    PULCHĔR                 il bello                                      PULCHR-I                  i belli
Gen.     PULCHRI-I               del bello                                    PULCHR-ŌRUM       dei belli
Dat.      PULCHR-O               al   bello                                    PULCHR-IS               ai belli
Acc.     PULCHR-UM            il libro                                       PULCHR-OS              i belli
Voc.     PULCHĔR                  o libro                                       PULCHR-I                  o belli!
Abl.      PULCHR-O               con il libro                                PULCHR-IS                con i belli


Ricordate di leggere la declinazione degli aggettivi in modo orizzontale e non come se stesse citando la declinazione di un sostantivo!

Particolarità della seconda declinazione latina

1. Nominativo singolare 

Tre nomi neutri escono in -us nei tre casi diretti del singolare: PELĂGUS il mare (poetico), VIRUS il veleno, VULGUS il popolo sono privi del plurale e VIRUS è usato solo nei tre casi diretti del singolare.

2. Genitivo singolare

I nomi propri e comuni in -ĬUS e -ĬUM escono al genitivo singolare sia in -IĪ che in - Ī (per contrazione delle due vocali) come FILĬUS, gen. sing. FILIĪ e FILĪ; AUXILĬUM, gen. sing. AUXILIĪ e AUXILĪ.

I nomi in -AIUS ed -EIUS, però, contraggono sempre le due II nel genitivo singolare ed anche nel nominativo, dativo e ablativo plurale: GAIUS, gen. GAĪ, PLEBEIUS, gen. sing. PLEBEĪ, nom. plur. PLEBEĪ, dat. e abl. plur. PLEBEĪS.

3. Vocativo singolare 

I nomi propri terminanti al vocativo singolare in -ĬUS (con la Ĭ breve) e i due nomi comuni FILĬUS (=figlio) e GENĬUS (=genio) escono al vocativo singolare in -Ī, anzichè in -IE: VERGILĬUS, voc. VERGILĪ; GENĬUS, voc. sing. GENĪ; FILĬUS, voc. FILĪ. Vi ricordate a tale proposito che Giulio Cesare quando venne accoltellato da Bruto gli disse proprio "Quoque tu Brute, fili mi?" ("Anche tu Bruto, figlio mio?")?

4. Genitivo plurale

L'antica terminazione del genitivo plurale -um si trova, a preferenza di -orum, in:

A) Nomi di monete e misure, come NUMMUS moneta e SESTERTIUS sesterzio (gen plur. NUMMUM e SESTERTIUM).

B) Composti di VIR: DUUMVIR, DECEMVIR (gen. plur. DUUMVĬRUM, DECEMVĬRUM).

C) Nomi di popoli, come ACHIVI Achei, DANAI Danai (gen plur.ACHIVUM e DANAUM).

D) Espressioni come PRAEFECTUS FABRUM comandante dei genieri e PRAEFECTUS SOCIUM comandante degli alleati.

5. Locativo in -i

Come nella prima declinazione, anche nella seconda si hanno residui dell'antico caso locativo, la cui forma coincide col genitivo singolare: DELI A Delo, BRUNDISI A Brindisi, HUMI a terra, BELLI in guerra, (più spesso DOMI BELLĪQUE = in pace e in guerra).

6. Declinazione del nome DEUS, DEI

                                      Singolare                                         Plurale

Nom.                                DEUS       il dio                               DII, DĪ, DEI              gli dei
Gen.                                 DEI           del dio                            DEŌRUM, DEUM   degli dei
Dat.                                  DEO         al dio                             DIIS, DĪS, DEIS       agli dei
Acc.                                 DEUM       il dio                                DEOS                     gli dei
Voc.                         DEUS (DIVE)    o Dio!                              DII, DĪ, DEI             o dei!
Abl.                                 DEO           con il dio                        DIIS, DĪS, DEIS       con gli dei

7. Il nome LOCUS

Il nome LOCUS,I luogo presenta al plurale due forme di diverso genere e significato: LOCI, ORUM passi di un libro, LOCA, ORUM luoghi, località.

8. Nomi che al plurale cambiano significato

AUXILIUM, I n. aiuto                                                    AUXILIA, ORUM n. truppe ausiliarie
CASTRUM, I n. fortezza, castello                                  CASTRA, ORUM n. accampamento
IMPEDIMENTUM, I n. impedimento                            IMPEDIMENTA, ORUM n. salmerie
LUDUS, I m. gioco, scuola                                             LUDI, ORUM m. spettacoli pubblici

Pluralia tantum, ovvero nomi soltanto plurali

FASTI, ORUM m. fasti                      
INFĔRI, ORUM m. dèi inferi                        
LIBĔRI, ORUM m. figli (maschi e femmine)                     
ARGI, ORUM m. Argo
DELPHI, ORUM m. Delfi
VEII, ORUM m. Veio

ARMA, ORUM n. armi
EXTA, ORUM n. viscere
HIBERNA, ORUM n. quartieri invernali

Adesso siete veramente edotti sulla seconda declinazione del latino, con desinenze e particolarità. Vi invito caldamente ad imparare i vocaboli riguardanti le eccezioni: la padronanza di una lingua dipende soprattutto dalla conoscenza delle sue parole!


COMMENTI

BLOGGER
Nome

Accademia della Crusca Accento Accusativo preposizionale Acronimi Aferesi Aggettivi Aggettivi qualificativi Alessandro Manzoni Analisi Analisi dei testi analisi del periodo Analisi Grammaticale Analisi grammaticale verifica Analisi Logica Apocope Apostrofo Apposizione Articolo Auguri Capodanno Auguri di buon compleanno Auguri di buon onomastico Auguri di Natale Auguri di Pasqua Auguri di San Valentino Auguri per San Faustino Ausiliari Avverbi Bilinguismo blog Bullismo a scuola Capodanno Cattedra 24 ore Che significa? Complementi del latino Complemento oggetto Complemento predicativo del soggetto Complemento predicativo dell'oggetto Concorsi pubblici scuola Concorso scuola 2012 Congiunzione Coordinate Creoli Dante Alighieri De bello Gallico Decameron Declinazioni latino Derivazione Dialetti italiani Dialettologia Dittonghi Divina Commedia Divisione in sillabe Emoticon Enigmistica Errori Grammaticali Esercizi analisi del periodo Esercizi analisi grammaticale Esercizi analisi logica Esercizi divisione in sillabe Esercizi grammatica inglese Esercizi Grammatica Italiana Esercizi sulla punteggiatura Essere e Avere Ferdinand De Saussure Festa dei morti Festa del papà Festa della donna Festa della Mamma Figure retoriche Filosofia del Linguaggio Fonetica e Fonologia Francesco Petrarca Francesco Profumo Ministro Istruzione Frasario Frasi celebri Frasi d'amore Frasi di auguri di Pasqua Frasi di auguri per matrimonio Frasi Festa del Papà Frasi Festa della Befana Frasi Festa della Mamma Frasi Festa delle Donne Frasi Halloween Frasi per Carnevale Frasi per Halloween Frasi Pesce d'Aprile Frasi sull'amicizia Frasi sulla Giornata della Memoria Frasi sulla vita Gabriele d'Annunzio Generativismo Gerundio Giacomo Leopardi Giambattista Vico Giovanni Boccaccio Giovanni Verga Giulio Cesare Grammatica inglese Grammatica Italiana Grammatica Italiana TEST Guide Halloween Halloween 2012 I complementi I Nuovi Mostri Iati Il complemento di termine Il Femminile Il Linguaggio della Filosofia Il Maschile Il plurale Il Principe Il singolare Il verbo IN EVIDENZA Interiezione Italiano Italiano neostandard Karl Marx La lingua italiana EVENTI La Scimmia La Scimmia reality La virgola Latino Le Vocali Letteratura italiana Letteratura italiana del Cinquecento Letteratura italiana del Duecento Letteratura italiana del Novecento Letteratura italiana del Quattrocento Letteratura Italiana del Seicento Letteratura Italiana del Settecento Letteratura italiana del Trecento Letteratura italiana dell'Ottocento Letteratura latina Lettura e metrica latine Lezioni universitarie Lingua inglese Lingua Italiana dei Segni Lingua latina Lingue tonali Linguistica Linguistica Romanza Locuzioni Luigi Pirandello Maiuscola Maturità Maturità 2012 Maturità 2012 prima prova Maturità 2013 Maturità 2013 prima prova Maturità 2014 prima prova Morfologia Natale Natale 2012 Niccolò Machiavelli Noam Chomsky Nome Parole difficili Parole nuove Parole nuove e difficili Parti del discorso Perché si dice? Perifrastica Pesce d'aprile Pidgin Pietro Bembo Platone Poesia italiana Pragmatica Predicato nominale Predicato verbale Preposizioni Preposizioni improprie Present continuous inglese Present simple inglese Prima prova maturità Promessi sposi Pronomi Pronomi Personali Pronomi Relativi Proposizione Principale Proposizioni Prosa italiana Punteggiatura Raddoppiamento fonosintattico Saggi brevi San Valentino Sapete che? Schede didattiche Scienza Nuova Sciopero scuola 2012 Scuola e Istruzione Si dice o non si dice? Si scrive? Sillogismo Sintassi Sintassi dei casi Sociolinguistica Soggetto Strutturalismo Subordinate Tagli alla scuola Teatro italiano Temi svolti Terza declinazione latina Tesi di laurea TFA TFA 2012 Trittonghi Troncamento Ugo Foscolo Univerbazione Università Varie Verbi attivi Verbi inglesi Verbi latini Verbi passivi Verbi riflessivi Verbi servili Verbi sovrabbondanti Verbi suppletivi Verifica analisi del periodo Verifica di analisi logica Versioni tradotte Vita e opere autori letteratura italiana
false
ltr
item
LINKUAGGIO?: Seconda declinazione in latino: desinenze e guida a particolarità con esempi
Seconda declinazione in latino: desinenze e guida a particolarità con esempi
Ecco una guida alla seconda declinazione latina con desinenze e particolarità: tutti gli esempi per non sbagliare la traduzione
http://3.bp.blogspot.com/-SGSvYNzJKwc/UyDjabEiDcI/AAAAAAAAKZc/iPQdHtWJYcw/s1600/lupo+sulla+neve.jpg
http://3.bp.blogspot.com/-SGSvYNzJKwc/UyDjabEiDcI/AAAAAAAAKZc/iPQdHtWJYcw/s72-c/lupo+sulla+neve.jpg
LINKUAGGIO?
http://www.linkuaggio.com/2014/03/seconda-declinazione-in-latino.html
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/2014/03/seconda-declinazione-in-latino.html
true
7275283272962022850
UTF-8
Non è stato trovato alcun post LEGGILI TUTTI Di più... Rispondi Cancella la risposta Cancella di Home Pagine Articoli Leggili tutti TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE ARGOMENTI ARCHIVIO SEARCH TUTTI I POST Non è stato trovato alcun post corrispondente alla tua richiesta Back Home domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato dom lun mar mer giov ven sab gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre gen feb mar apr maggio giu lug ago set ott nov dic proprio ora un minuto fa $$1$$ minutes ago un'ora fa $$1$$ hours ago ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di cinque settimane fa follower Segui CONTENUTO PREMIUM Condividi per sbloccare Copia tutto Seleziona tutto Tutto è stato copiato Non si può copiare, per piacere premi [CTRL]+[C] (o CMD+C se hai un Mac) per farlo