Tema svolto sull'immigrazione in Italia e sugli extracomunitari: quali possibili soluzioni?



Ecco il nostro tema svolto sull'immigrazione in Italia e gli extracomunitari in vista della vostra maturità o di un compito in classe


impronte digitali con bandiera italianaUn tema svolto sull'immigrazione in Italia e sugli extracomunitari è sicuramente una delle letture che dovreste fare in vista della maturità o di qualsisi compito in classe, sempre che non siate qui perché ve lo hanno già assegnato da fare a casa, visto che stiamo parlando di un argomento davvero attuale e strettamente collegato anche con il terrorismo islamico e le minacce alla sicurezza dell'Occidente: qui trovate il tema svolto su quest'ultimo argomento.

Un tema sull'immigrazione va a toccare senz'altro un oggetto di discussione molto acceso, sul quale molti politici stanno incentrando, hanno incentrato e incentreranno le loro battaglie, e dunque è importante farsi un'idea ben precisa: ricordate che il tema è un testo argomentativo, e che quindi dovrete far emergere tesi e antitesi nella vostra discussione, per poi schierarvi o fare una sintesi di entrambe le posizioni: cosa pensate dell'immigrazione e degli extracomunitari? Esistono delle soluzioni intelligenti a un problema che sembra quasi tutto italiano, ma che non lo è affatto? Nel tema cercheremo di rispondere a queste due domande, facendo riferimento a fatti attuali e senza ricorrere ai soliti terribili e squallidi luoghi comuni; anzi: li condanneremo ove possibile. Veniamo al dunque, e partiamo proprio dalla solita ipotesi di traccia.

Il sogno dello sbarco e la speranza di farcela, la disperazione della partenza e la vittoria dell'arrivo: continua ad aumentare l'immigrazione in Italia, anche a causa della guerra, e continua a farlo dinanzi a un'Europa sorda e un'Italia incapace di gestire flussi e flussi di gente alla ricerca della libertà, in un mondo che, purtroppo, si rivela talvolta ostile e tutt'altro che accogliente, anche a causa della crisi economica che sta attanagliando il nostro Paese. Quante altre vittime dovremo contare prima che cambi davvero qualcosa? Esiste una soluzione che permetta di evitare centinaia e centinaia di morti in mare aperto e gestire meglio il flusso migratorio di questi ultimi tempi? 

La traccia di questo tema che svolgeremo sull'immigrazione e gli extracomunitari ha come punto di partenza la condizione e la vita dell'immigrato, vale a dire quel sogno dello sbarco e quella vittoria dell'arrivo, dovuti al mondo da cui vengono e da cui cercano, appunto, di scappare: baseremo la prima parte del tema su questo, per poi passare a fatti accaduti nel passato e nel presente e, infine, arrivare a una possibile soluzione, anche generica, visto che non siamo certo ministri degli Esteri e non potremo mai fornire una soluzione a un problema così importante in un semplice tema svolto. Partiamo subito.

L'introduzione del tema sull'immigrazione in Italia

Ci sono sogni e sogni in questo mondo, e, se c'è chi sogna un regalo dei propri genitori appena sveglio, c'è chi non può permettersi certi lussi e la mattina, appena sveglio, sogna di dormire in un letto vero, con un cuscino morbido sotto la nuca e con un sole che non regala solo calore ma anche protezione e tranquillità: il sole delle passeggiate di tutti i giorni, quello delle mattine al parco e delle tintarelle; un sole che rende la giornata meravigliosa e che non è testimone solo dell'ennesimo compagno di avventure morto di stenti o di un barcone appena affondato perché un trafficante italiano lo ha riempito di gente dopo essersi fatto pagare da tutti fior fior di soldi: insomma, un sole che splende davvero, là dove la vita è più semplice.

Cosa può sognare mai un immigrato e che ne è della giustizia, se noi siam qui a parlare dell'immigrazione come uno dei grandi problemi del nuovo millennio e loro, gli immigrati, non possono neanche sperare, un giorno, di iniziare a scrivere un tema a quattro colonne? Nella migliore delle ipotesi troveranno una sistemazione, un lavoro che gli permetterà di mandare soldi a casa e di iniziare a vivere davvero: ma in quanti si troveranno protagonisti di questa vita, e quanti, invece, cadranno vittima delle mafie e diventeranno criminali? Quanti, ancor peggio, non arriveranno neanche in Italia, perché il loro barcone affonderà a chilometri e chilometri dalle coste greche o italiane? Immigrati che muoiono vivendo e immigrati che muoiono sognando: e dinanzi a tutto questo l'incapacità dei governi europei e l'egoismo dell'essere umano, che anche in questa tragedia ha trovato il suo sporco tornaconto.

L'introduzione del nostro tema svolto sull'immigrazione in Italia ha contestualizzato il tutto in maniera piuttosto sentita e partecipata: esistono modi e modi di introdurre un argomento, e sta a voi decidere come comportarvi; qualcun altro, per esempio, avrebbe potuto dargli un taglio più giornalistico, iniziando a citare cifre, dati e sondaggi: a scrivere questo tema, però, siamo noi, e quindi è giusto che sia la nostra personalità a venir fuori (non lo diciamo tanto per: ricordate che il tema rispecchia voi stessi, ed è da questo che dovete partire, perché solo se avrete chiaro l'argomento, e sarà dunque chiara la vostra opinione, potrete fare un bel compito). Continuiamo con lo sviluppo.

Lo svolgimento del tema sull'immigrazione

Gli oltre trecentocinquanta morti di Lampedusa e le centinaia e centinaia di morti nell'ecatombe del canale di Sicilia sono, infatti e purtroppo, soltanto la punta dell'iceberg: cosa si nasconde dietro a questi sbarchi e a queste improvvise fughe in mare aperto e talvolta burrascoso? Renzi ha promesso di combattere gli assassini che ci sono dietro a queste sciagure, gli "schiavisti del XXI secolo", vale a dire gli scafisti che, fiutato l'affare "migrazione", chiedono i soldi del viaggio a chi fugge da Libia e non solo, per poi mandare in mare barconi sovraccarichi: bambini, uomini di tutte le età, donne e madri cercano il sogno in quel mare aperto, e molto spesso vi trovano soltanto burrasca, morte e disperazione, proprio a causa di gente senza scrupoli, sfortunatamente a piede libero.

I superstiti del Canale di Sicilia sono stati pochissimi, e alcuni hanno raccontato di essersi salvati "aggrappandosi ai morti": una scena, quest'ultima, che dovrebbe essere messa su carta e fatta girare nelle principali istituzioni europee, anche in quelle italiane, visto che nessuno, finora, è riuscito a gestire una situazione del genere, che continua a mietere vittime da anni nel Mediterraneo. Va da sé che la colpa non è solo dell'Italia, la quale, purtroppo, si è trovata quasi sola in un momento davvero critico delle ondate migratorie. In Grecia la situazione non è stata diversa, per esempio: un barcone con duecento immigrati è naufragato a Rodi, e pure in questo caso le vittime sono state innumerevoli; anche qui il sogno si è trasformato in un incubo, in uno scenario internazionale in cui inizia a soffiare il terribile e disumano vento del razzismo.

Tra i proclami di una certa parte politica, che vorrebbe che i barconi non partissero proprio, e le lamentele degli internauti su Facebook, dove spesso si legge che se questa gente muore forse è meglio per tutti, riesce difficile immaginare di trovarsi dinanzi a un punto di non ritorno: in effetti, una volta dichiarato apertamente che non possiamo mantenere questa gente e che, prima o poi, accorgendosi di morire in mare aperto, nessuno verrà più in Italia, quale potrebbe essere il fondo da toccare per l'essere umano? Non ci siamo già su questo fondo? Non siamo sprofondati già abbastanza con i nostri deliri su Facebook?

La lega e i leghisti, ma non solo, parlano di blocco degli sbarchi e propongono delle misure diverse da quelle adottate dagli altri partiti: il punto è che pure le misure più restrittive non potranno impedire gli sbarchi, e "mandare tutti a casa" non è certo la soluzione più intelligente e umana (così come non è umano speculare sui fondi messi a disposizione dell'Unione Europea per gli immigrati); in seconda analisi, è il linguaggio usato da su Facebook e non solo a lasciare di stucco: per i rom si usa la parola "ruspa", di stampo salviniano; sugli immigrati è tutto un proliferare di insulti e offese indegne, che non è il caso di riportare: sui social network e Internet, insomma, il razzismo continua ad essere alimentato dall'ignoranza, in un clima sempre più esasperato dalla crisi economica. E intanto noi continuiamo a scrivere degli immigrati, e loro, gli immigrati, continuano a sognare di poter scrivere, un giorno, qualcosa su un quadernetto.

La conclusione del tema sull'immigrazione

Siamo arrivati alla conclusione di questo tema svolto sull'immigrazione in Italia, ed è dunque ora di dare una soluzione, avanzare una proposta o un principio che dovrebbe essere alla base di qualsiasi proposito, in modo tale da rendere tutto il discorso coerente e coeso. Vediamo subito la conclusione:

La soluzione all'immigrazione non è semplice, né può essere attuata nell'immediato, soprattutto ora che il terrorismo sta prendendo piede nel mondo e che la guerra è esplosa in Africa; entrano in ballo, insomma, tante e tali variabili che sembra quasi di trovarsi dinanzi a un problema impossibile da risolvere. Facciamoci guidare dai principi, però, e cioè da cosa si dovrebbe fare e da cosa non si dovrebbe mai fare, e sicuramente ci troveremo dinanzi a una soluzione tutt'altro che inaccettabile e sbagliata.

Anzitutto, non credo che proclami razzisti e linguaggio da spot elettorale servano a qualcosa, perché avere una manciata di voti in più, o qualche "mi piace" su Facebook, non farà diminuire il flusso migratorio né darà lavoro all'italiani, a cui certo un nero non ruba il posto (e ci si può anche chiedere quale sia l'educazione e quanta sia la sensibilità di questi urlatori feroci, molto spesso completamente all'oscuro delle dinamiche del problema "immigrazione"). In secondo luogo, organizzare meglio le forze dell'ordine e aumentare i controlli dovrebbe essere una strada da percorrere senza ombra di dubbio: molto spesso, gli immigrati finiscono in giri criminali, assieme a molti altri italiani, e dunque è da questi giri che bisogna partire. In terzo luogo, bisognerebbe puntare ad accordi seri con l'Europa, che sembra voler scaricare sull'Italia il problema degli sbarchi, ora che alcuni Stati hanno persino chiuso le frontiere: non c'è solo la crisi economica da risolvere in un mondo dove quella sociale sta prendendo il sopravvento. 

Alla base di tutto, insomma, si avverte una mancanza: non tanto di risorse, quanto di competenza e di umanità; non è un luogo comune, né la solita frase fatta: l'immigrazione è un problema serio, come molti altri, e soluzioni concrete non possono partire da urlatori e ignoranti, né da un popolo che sembra aver dimenticato di trovarsi dinanzi a persone e non a pacchi da ricevere e rispedire al mittente: forse il fondo è stato davvero toccato, e forse dietro al problema dell'immigrazione si nascondono problemi ancor più grandi.

Con questo tema svolto sull'immigrazione in Italia e sugli extracomunitari, abbiamo dato una nostra visione del problema e concluso con una condanna a un sistema marcio e razzista: ripetiamo, però, che la traccia può essere svolta in molti altri modi, e che il vostro tema sull'immigrazione avrebbe potuto essere di gran lunga diverso da questo. Qui, intanto, troverete altri temi svolti per la maturità e i compiti in classe.

La foto è tratta da Pixabay.com


COMMENTI

BLOGGER: 3
Loading...
Nome

Accademia della Crusca Accento Accusativo preposizionale Acronimi Aferesi Aggettivi Aggettivi qualificativi Alessandro Manzoni Analisi Analisi dei testi analisi del periodo Analisi Grammaticale Analisi grammaticale verifica Analisi Logica Apocope Apostrofo Apposizione Articolo Auguri Capodanno Auguri di buon compleanno Auguri di buon onomastico Auguri di Natale Auguri di Pasqua Auguri di San Valentino Auguri per San Faustino Ausiliari Avverbi Bilinguismo blog Bullismo a scuola Capodanno Cattedra 24 ore Che significa? Complementi del latino Complemento oggetto Complemento predicativo del soggetto Complemento predicativo dell'oggetto Concorsi pubblici scuola Concorso scuola 2012 Congiunzione Coordinate Creoli Dante Alighieri De bello Gallico Decameron Declinazioni latino Derivazione Dialetti italiani Dialettologia Dittonghi Divina Commedia Divisione in sillabe Emoticon Enigmistica Errori Grammaticali Esercizi analisi del periodo Esercizi analisi grammaticale Esercizi analisi logica Esercizi divisione in sillabe Esercizi grammatica inglese Esercizi Grammatica Italiana Esercizi sulla punteggiatura Essere e Avere Ferdinand De Saussure Festa dei morti Festa del papà Festa della donna Festa della Mamma Figure retoriche Filosofia del Linguaggio Fonetica e Fonologia Francesco Petrarca Francesco Profumo Ministro Istruzione Frasario Frasi celebri Frasi d'amore Frasi di auguri di Pasqua Frasi di auguri per matrimonio Frasi Festa del Papà Frasi Festa della Befana Frasi Festa della Mamma Frasi Festa delle Donne Frasi Halloween Frasi per Carnevale Frasi per Halloween Frasi Pesce d'Aprile Frasi sull'amicizia Frasi sulla Giornata della Memoria Frasi sulla vita Gabriele d'Annunzio Generativismo Gerundio Giacomo Leopardi Giambattista Vico Giovanni Boccaccio Giovanni Verga Giulio Cesare Grammatica inglese Grammatica Italiana Grammatica Italiana TEST Guide Halloween Halloween 2012 I complementi I Nuovi Mostri Iati Il complemento di termine Il Femminile Il Linguaggio della Filosofia Il Maschile Il plurale Il Principe Il singolare Il verbo IN EVIDENZA Interiezione Italiano Italiano neostandard Karl Marx La lingua italiana EVENTI La Scimmia La Scimmia reality La virgola Latino Le Vocali Letteratura italiana Letteratura italiana del Cinquecento Letteratura italiana del Duecento Letteratura italiana del Novecento Letteratura italiana del Quattrocento Letteratura Italiana del Seicento Letteratura Italiana del Settecento Letteratura italiana del Trecento Letteratura italiana dell'Ottocento Letteratura latina Lettura e metrica latine Lezioni universitarie Lingua inglese Lingua Italiana dei Segni Lingua latina Lingue tonali Linguistica Linguistica Romanza Locuzioni Luigi Pirandello Maiuscola Maturità Maturità 2012 Maturità 2012 prima prova Maturità 2013 Maturità 2013 prima prova Maturità 2014 prima prova Morfologia Natale Natale 2012 Niccolò Machiavelli Noam Chomsky Nome Parole difficili Parole nuove Parole nuove e difficili Parti del discorso Perché si dice? Perifrastica Pesce d'aprile Pidgin Pietro Bembo Platone Poesia italiana Pragmatica Predicato nominale Predicato verbale Preposizioni Preposizioni improprie Present continuous inglese Present simple inglese Prima prova maturità Promessi sposi Pronomi Pronomi Personali Pronomi Relativi Proposizione Principale Proposizioni Prosa italiana Punteggiatura Raddoppiamento fonosintattico Saggi brevi San Valentino Sapete che? Schede didattiche Scienza Nuova Sciopero scuola 2012 Scuola e Istruzione Si dice o non si dice? Si scrive? Sillogismo Sintassi Sintassi dei casi Sociolinguistica Soggetto Strutturalismo Subordinate Tagli alla scuola Teatro italiano Temi svolti Terza declinazione latina Tesi di laurea TFA TFA 2012 Trittonghi Troncamento Ugo Foscolo Univerbazione Università Varie Verbi attivi Verbi inglesi Verbi latini Verbi passivi Verbi riflessivi Verbi servili Verbi sovrabbondanti Verbi suppletivi Verifica analisi del periodo Verifica di analisi logica Versioni tradotte Vita e opere autori letteratura italiana
false
ltr
item
LINKUAGGIO?: Tema svolto sull'immigrazione in Italia e sugli extracomunitari: quali possibili soluzioni?
Tema svolto sull'immigrazione in Italia e sugli extracomunitari: quali possibili soluzioni?
Ecco il nostro tema svolto sull'immigrazione in Italia e gli extracomunitari in vista della vostra maturità o di un compito in classe
http://1.bp.blogspot.com/-VdN-Dp36lXs/VTZSXFZL6eI/AAAAAAAAOIk/kQ1I2b4kl2w/s1600/impronte%2Bditigali%2Bbandiera%2Bitaliana.png
http://1.bp.blogspot.com/-VdN-Dp36lXs/VTZSXFZL6eI/AAAAAAAAOIk/kQ1I2b4kl2w/s72-c/impronte%2Bditigali%2Bbandiera%2Bitaliana.png
LINKUAGGIO?
http://www.linkuaggio.com/2015/04/tema-svolto-sullimmigrazione-in-italia.html
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/2015/04/tema-svolto-sullimmigrazione-in-italia.html
true
7275283272962022850
UTF-8
Non è stato trovato alcun post LEGGILI TUTTI Di più... Rispondi Cancella la risposta Cancella di Home Pagine Articoli Leggili tutti TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE ARGOMENTI ARCHIVIO SEARCH TUTTI I POST Non è stato trovato alcun post corrispondente alla tua richiesta Back Home domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato dom lun mar mer giov ven sab gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre gen feb mar apr maggio giu lug ago set ott nov dic proprio ora un minuto fa $$1$$ minutes ago un'ora fa $$1$$ hours ago ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di cinque settimane fa follower Segui CONTENUTO PREMIUM Condividi per sbloccare Copia tutto Seleziona tutto Tutto è stato copiato Non si può copiare, per piacere premi [CTRL]+[C] (o CMD+C se hai un Mac) per farlo