Il Milione di Marco Polo, commento e trama in un riassunto completo



Riassunto della trama e commento detttagliato di temi, forme e struttura del Milione di Marco Polo: preparati così alla tua interrogazione


cina ponte marco polo foto
Iniziamo il commento del Milione di Marco Polo, che non escluderà riassunto della trama e dei temi principali, partendo da qualche indicazione sul titolo. Perché mai un'opera letteraria dovrebbe avere per titolo una cifra numerica? E poi, un “milione” di cosa: di sonanti danari, di mari, di terre? Di questi giorni? Per cominciare la nostra breve trattazione sfatiamo innanzitutto il mito che vedrebbe nel titolo una bizzarria algebrica. Emilione era il prenome utilizzato dalla famiglia di Marco Polo e dall'autore stesso, per distinguersi dagli altri Polo residenti a Venezia: se a questo dato sommiamo la facilità con cui un fenomeno linguistico come l'aferesi (caduta di sillaba o vocale a inizio parola) si presentava nei primi secoli di gestazione del volgare italico, ecco che otteniamo la ragione sufficiente per spiegarci il nome di una delle opere più famose del Basso Medio Evo.

Il vero titolo del Milione

C'è da dire che il titolo che l'autore aveva in mente non era propriamente questo. Si parla piuttosto di Divisament dou monde o Livres des merveilles du monde, intestazioni che si addicevano alla veste linguistica scelta inizialmente da Marco Polo. Sì, perché pochi sanno che originariamente il Milione consisteva in un insieme di annotazioni diaristiche scritte in lingua d'oil e convertite in italiano solo dopo la rielaborazione letteraria che ne fece un autore toscano come Rustichello da Pisa. I due si conobbero in carcere e lì lavorarono gomito a gomito per confezionare un'opera adatta ad una più estesa circolazione. Oggi purtroppo non possiamo stabilire raffronti tra le due versioni giacché non ci rimane che quella italiana: anzi, per essere più precisi, possediamo la trascrizione della trascrizione della trascrizione etc. della traduzione italiana.

Trama del Milione: il viaggio come tema

Il Milione contiene il resoconto del viaggio che Marco Polo, insieme al padre e allo zio, dovette affrontare allo scopo di imbastire una nuova rete di tratte commerciali con l'Asia; è altresì un'opera depositaria di quante più informazioni geografiche, scientifiche ed etnografiche inerenti al continente asiatico circolavano in Europa entro la fine del tredicesimo secolo, e da lì ad ulteriori decenni.

Nel 1260 Niccolò Polo, grande commerciante e padre di Marco, e il fratello Matteo partirono verso l'Oriente con l'intento di raggiungere l'impero Mongolico e ivi innestare rapporti commerciali e culturali con l'Europa sulla base di un sacco pieno di pietre preziose, fornite dalle grandi famiglie di mecenati veneziani, e una serie di lettere scritte di pugno papale. Dopo aver combattuto contro una serie di imprevisti, i tre arrivarono alla corte di Kublai Khan Imperatore della Cina e Signore dei Tartari. Questi si dimostrò molto ospitale e tollerante nei confronti degli europei, curioso di saperne di più circa gli usi e i costumi del Vecchio Continente. Al momento di partire consegnò a Niccolò le Tavole dei comandamenti, una sorta di lasciapassare valido su ogni parte del suo esteso regno. Poi, sensibile alla questione cristiana, gli fece promettere di consegnare i suoi omaggi al Papa e di inviargli, appena possibile, un contingente di cento evangelizzatori che convertissero il subcontinente di sua proprietà.

Nel frattempo a Venezia la madre di Marco era morta e lui, costretto dalle circostanze, imparò l'arte del commercio risiedendo presso dei parenti mercanti. Così nel 1271, quando Niccolò decise che i tempi erano maturi per affrontare un secondo viaggio; Marco ebbe l'età e le abilità per unirsi al genitore.


Innanzitutto bisognava recarsi in Terrasanta, dove procurarsi un po' di olio sacro e radunare una comitiva di uomini savi da trapiantare in Cina, e là avrebbero svolto la mansione di proclamare il messaggio cristiano, secondo i desideri del Khan. Il viaggio proseguì per le terre del Medio Oriente, poi risalendo per l'Iran, il Kurdistan nella città di Tabriz - qui Marco si meravigliò per la bellezza dei bazar e per le molte pietre preziose - fino a Yazd, dove li aspettava una nave per raggiungere l'India via mare. Le condizioni dell'imbarcazione spinsero i Polo a proseguire il viaggio per terra. Decisero quindi di intraprendere la faticosa traversata di Dasht-e-Lut, fino al cuore dell'Afghanistan, e da qui giù per la Valle del Panjshir. Solo a quel punto imboccarono la Via della Seta che li avrebbe portati nella culla della Cina.

Ma continuiamo con il riassunto della trama del Milione. Cominciarono a questo punto i diciassette anni che il giovane Marco Polo trascorse su territorio cinese, durante i quali ebbe modo di conoscere la corte del Khan, la religione buddhista (che descrive come idolatra), i delicati ingranaggi del loro sistema burocratico e finanziario dall'interno – fu infatti funzionario statale – nonché la fiducia che la dinastia Khan riponeva negli stranieri in luogo di un più chiuso e autarchico nazionalismo, le tradizioni della popolazione dei Dai e di quelle altre stanziate sul Fiume Giallo (una delle quali fu pure governatore). Ma ciò che affascinò più di ogni altra cosa il nostro esploratore fu rimaneggiare quella cultura materiale fatta di ninnoli, vestiti di seta, monete e rotoli di carta e altri oggetti esotici, che dovettero sembrargli provenire addirittura da un altro pianeta. Dedicò una certa attenzione, secondo quanto scrisse, anche a materie grezze e idrocarburi sconosciuti quali il petrolio, il carbone e l'amianto.

Nel 1290 i Polo decisero che i tempi della loro permanenza in Cina erano compiuti. Nel viaggio di ritorno furono intercettati dai genovesi che avevano da poco sconfitto i veneziani e che portarono Marco in carcere, dandogli l'opportunità più unica che rara di mettere insieme le sue memorie in un'opera, Il Milione per l'appunto, che presto riscosse un successo di pubblico impareggiabile.

Il Milione di Marco Polo: un ricettacolo di generi e forme

La fortuna del Milione dovette derivargli non solo dalle tematiche argutamente proposte, che furono totalmente innovative e saziarono di certo i languori più ingordi di mondi lontani, sconosciuti ed esotici, ma anche dalla forma originale che assunse tale avventuroso materiale: un ibrido di generi più o meno consolidati, che ora andiamo ad enucleare.

Innanzitutto il Milione è una relazione di viaggio, tra i primi e più noti esemplari di letteratura odeporica in volgare. Scopo principale della scrittura è quella di narrare un viaggio effettivamente compiuto (non immaginato o metaforico) che ha portato l'autore a conoscere luoghi e persone, spaccati sociali e culturali. Insieme a questo, nell'opera si dà il giusto rilievo alle traversie che il viaggiatore dovette affrontare, alle difficoltà e alle inattese svolte positive, nonché alle privazioni e alle fatiche imposte dal serrato passo di marcia.

Ma il Milione non è solo questo: è anche un trattato storico-geografico, un esemplare curato di sapere enciclopedico riguardante una realtà allora scarsamente conosciuta. Al pari di una moderna guida del Touring Club Italiano, il Milione è foriero di informazioni circa il clima, il territorio, il sistema economico politico e sociale, la religione, gli usi e i costumi, i saperi trasmessi localmente, le danze e i giochi dell'intero continente asiatico. Può inoltre vantare una serie di resoconti stilati con l'impegno di un mercante-esploratore, e rimpinguati da cifre più o meno attendibili circa le risorse energetiche e materiali, le condizioni delle strade per i commerci, delle flotte commerciali e altro ancora. Il tutto infiocchettato con una certa veste di obiettività pre-etnografica e un gusto per l'attendibilità e l'approfondimento che fa ben oltre il mero interesse commerciale.

Nonostante ciò, la materia del libro è senz'altro narrativa, filtrata dalla soggettività dell'autore e disposta secondo la struttura dell'annotazione diaristica. Marco Polo non si limita infatti ad esporre asetticamente una serie di dati: li correda piuttosto di dettagli non essenziali, giudizi personali, impressioni, suggestioni derivanti da una coscienza attiva e sensibile, e li inscrive con cadenza quotidiana. Al pari di un narratore si ritaglia i suoi spazi per le digressioni, gli anacronismi (prolessi e analessi, ovvero flashforward e flashback), pareri non richiesti e così via. Sappiamo per esempio che i mercanti turchi operanti nell'orbita asiatica sono sozzi e squallidi, e che i tappeti persiani sono i più belli al mondo.

Tre curiosità sul Milione di Marco Polo

Una serie di curiosità circondano la fama dell'opera, ed è proprio con queste curiosità che concludiamo il nostro commento e il nostro riassunto della trama del Milione di Marco Polo:
  1. Era noto che Cristoforo Colombo, nel corso del viaggio che poi si rivelerà la scoperta delle Americhe, annotava pedissequamente sulla sua copia personale del Milione una serie di impressioni su quella che a suo parere era la stessa India di Marco Polo, con lo scopo di aggiornare le informazioni sulla regione. Come sanno ormai anche i muri, Colombo era convinto di star percorrendo il giro opposto del globo per raggiungere la stessa meta che secoli prima aveva arditamente raggiunto il nostro autore. Chissà con quale sbigottimento e incredula meraviglia depennava e correggeva le informazioni su flora e fauna riportate nel manoscritto medievale! Eppure sembrava uno in gamba questo Polo...
  2. La cartografia europea cambiò radicalmente sulla base delle direttive geografiche date nel Milione, tanto che tra la Chronologia Magna di Paolino Veneto e il mappamondo di Fra Mauro intercorse una differenza abissale!
  3. Il Milione è stato il punto di partenza per il romanziere Italo Calvino, che nella stesura delle Città Invisibili ha immaginato un dialogo onirico di centinaia di pagine tra Marco Polo e Kubilai Khan. Il secondo interroga l'esploratore sulle città sorte nel suo vasto impero e il primo gli risponde illustrandogli una rosa di città immaginarie.

Ora avete a disposizione un buon commento e un riassunto completo della trama del Milione di Marco Polo: buono studio e in bocca al lupo!

La foto è tratta da Pixabay.com


COMMENTI

BLOGGER: 1
Loading...
Nome

Accademia della Crusca Accento Accusativo preposizionale Acronimi Aferesi Aggettivi Aggettivi qualificativi Alessandro Manzoni Analisi Analisi dei testi analisi del periodo Analisi Grammaticale Analisi grammaticale verifica Analisi Logica Apocope Apostrofo Apposizione Articolo Auguri Capodanno Auguri di buon compleanno Auguri di buon onomastico Auguri di Natale Auguri di Pasqua Auguri di San Valentino Auguri per San Faustino Ausiliari Avverbi Bilinguismo blog Bullismo a scuola Capodanno Cattedra 24 ore Che significa? Complementi del latino Complemento oggetto Complemento predicativo del soggetto Complemento predicativo dell'oggetto Concorsi pubblici scuola Concorso scuola 2012 Congiunzione Coordinate Creoli Dante Alighieri De bello Gallico Decameron Declinazioni latino Derivazione Dialetti italiani Dialettologia Dittonghi Divina Commedia Divisione in sillabe Emoticon Enigmistica Errori Grammaticali Esercizi analisi del periodo Esercizi analisi grammaticale Esercizi analisi logica Esercizi divisione in sillabe Esercizi grammatica inglese Esercizi Grammatica Italiana Esercizi sulla punteggiatura Essere e Avere Ferdinand De Saussure Festa dei morti Festa del papà Festa della donna Festa della Mamma Figure retoriche Filosofia del Linguaggio Fonetica e Fonologia Francesco Petrarca Francesco Profumo Ministro Istruzione Frasario Frasi celebri Frasi d'amore Frasi di auguri di Pasqua Frasi di auguri per matrimonio Frasi Festa del Papà Frasi Festa della Befana Frasi Festa della Mamma Frasi Festa delle Donne Frasi Halloween Frasi per Carnevale Frasi per Halloween Frasi Pesce d'Aprile Frasi sull'amicizia Frasi sulla Giornata della Memoria Frasi sulla vita Gabriele d'Annunzio Generativismo Gerundio Giacomo Leopardi Giambattista Vico Giovanni Boccaccio Giovanni Verga Giulio Cesare Grammatica inglese Grammatica Italiana Grammatica Italiana TEST Guide Halloween Halloween 2012 I complementi I Nuovi Mostri Iati Il complemento di termine Il Femminile Il Linguaggio della Filosofia Il Maschile Il plurale Il Principe Il singolare Il verbo IN EVIDENZA Interiezione Italiano Italiano neostandard Karl Marx La lingua italiana EVENTI La Scimmia La Scimmia reality La virgola Latino Le Vocali Letteratura italiana Letteratura italiana del Cinquecento Letteratura italiana del Duecento Letteratura italiana del Novecento Letteratura italiana del Quattrocento Letteratura Italiana del Seicento Letteratura Italiana del Settecento Letteratura italiana del Trecento Letteratura italiana dell'Ottocento Letteratura latina Lettura e metrica latine Lezioni universitarie Lingua inglese Lingua Italiana dei Segni Lingua latina Lingue tonali Linguistica Linguistica Romanza Locuzioni Luigi Pirandello Maiuscola Maturità Maturità 2012 Maturità 2012 prima prova Maturità 2013 Maturità 2013 prima prova Maturità 2014 prima prova Morfologia Natale Natale 2012 Niccolò Machiavelli Noam Chomsky Nome Parole difficili Parole nuove Parole nuove e difficili Parti del discorso Perché si dice? Perifrastica Pesce d'aprile Pidgin Pietro Bembo Platone Poesia italiana Pragmatica Predicato nominale Predicato verbale Preposizioni Preposizioni improprie Present continuous inglese Present simple inglese Prima prova maturità Promessi sposi Pronomi Pronomi Personali Pronomi Relativi Proposizione Principale Proposizioni Prosa italiana Punteggiatura Raddoppiamento fonosintattico Saggi brevi San Valentino Sapete che? Schede didattiche Scienza Nuova Sciopero scuola 2012 Scuola e Istruzione Si dice o non si dice? Si scrive? Sillogismo Sintassi Sintassi dei casi Sociolinguistica Soggetto Strutturalismo Subordinate Tagli alla scuola Teatro italiano Temi svolti Terza declinazione latina Tesi di laurea TFA TFA 2012 Trittonghi Troncamento Ugo Foscolo Univerbazione Università Varie Verbi attivi Verbi inglesi Verbi latini Verbi passivi Verbi riflessivi Verbi servili Verbi sovrabbondanti Verbi suppletivi Verifica analisi del periodo Verifica di analisi logica Versioni tradotte Vita e opere autori letteratura italiana
false
ltr
item
LINKUAGGIO?: Il Milione di Marco Polo, commento e trama in un riassunto completo
Il Milione di Marco Polo, commento e trama in un riassunto completo
Riassunto della trama e commento detttagliato di temi, forme e struttura del Milione di Marco Polo: preparati così alla tua interrogazione
http://4.bp.blogspot.com/-teXpa4uvgas/VgBwBOsrAmI/AAAAAAAAO1A/zFi7JIFAjFc/s320/ponte%2Bdi%2Bmarco%2Bpolo%2Bcina.jpg
http://4.bp.blogspot.com/-teXpa4uvgas/VgBwBOsrAmI/AAAAAAAAO1A/zFi7JIFAjFc/s72-c/ponte%2Bdi%2Bmarco%2Bpolo%2Bcina.jpg
LINKUAGGIO?
http://www.linkuaggio.com/2015/09/il-milione-di-marco-polo-commento-e.html
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/2015/09/il-milione-di-marco-polo-commento-e.html
true
7275283272962022850
UTF-8
Non è stato trovato alcun post LEGGILI TUTTI Di più... Rispondi Cancella la risposta Cancella di Home Pagine Articoli Leggili tutti TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE ARGOMENTI ARCHIVIO SEARCH TUTTI I POST Non è stato trovato alcun post corrispondente alla tua richiesta Back Home domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato dom lun mar mer giov ven sab gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre gen feb mar apr maggio giu lug ago set ott nov dic proprio ora un minuto fa $$1$$ minutes ago un'ora fa $$1$$ hours ago ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di cinque settimane fa follower Segui CONTENUTO PREMIUM Condividi per sbloccare Copia tutto Seleziona tutto Tutto è stato copiato Non si può copiare, per piacere premi [CTRL]+[C] (o CMD+C se hai un Mac) per farlo