Purgatorio di Dante, i personaggi principali della Divina Commedia



Guida all'interpretazioni dei personaggi principali del Purgatorio di Dante: cosa si nasconde dietro ai volti della seconda cantica della Commedia?


Passiamo in rassegna i personaggi principali del Purgatorio di Dante Alighieri, soffermandoci sull’aspetto critico e sul peso che hanno all'interno del poema; consigliamo vivamente di leggere anche il nostro approfondimento sulle figure più importanti dell'Inferno, per avere un'idea più chiara del viaggio dantesco dagli Inferi al Paradiso terrestre.

Ricordiamo, inoltre, tutte le informazioni sulla seconda cantica della Divina Commedia sono disponibili seguendo questo link

Catone Uticense all'entrata del Purgatorio (canti I, 28-108 e II, 118, 123)

catone uticense danteLa severità della figura di Catone Uticense, che Dante e Virgilio per primo incontrano sulla spiaggia, imposta fin da subito un nuovo clima e un nuovo ritmo alla cantica appena cominciata. Egli rappresenta la libertà dello spirito, pronto a purificarsi dalle cose del mondo; a nulla valgono, con lui, i richiami alla moglie Marzia, con cui Virgilio cerca di ammansirlo, poiché egli ribatte che se il viaggio di Dante è voluto da Dio non c’è null’altro da aggiungere, e che Marzia non può più muovere la sua libertà. Allegoricamente ciò significa che chi si è pentito non deve più guardarsi indietro, ma deve proseguire il suo cammino di purificazione. 

Per quanto riguarda la figura, è stato giustamente notato che Catone non solo era un pagano, ma anche un suicida (come Virgilio stesso ricorda); tuttavia Dante vuole qui sottolineare lo spirito di Catone e, appunto, il senso della libertà, per dare un segno molto chiaro in un canto interamente impostato sul tema della resurrezione dal male dell’Inferno.  

L'incontro con Casella (canto II, 76-117)

casella purgatorioCasella è una figura storica di cui non sappiamo molto, per non dire nulla. Egli ci viene rappresentato come amico di Dante, e imprime quindi una nota d’affetto all’avvio della nuova cantica, mettendo il protagonista nella condizione di ritrovare il suo lato più umano; contemporaneamente però, in seguito al rimprovero di Catone, ricorda al lettore che nel cammino di purificazione l’uomo deve lasciare i ricordi che lo legano alla Terra ed esaltare invece il pentimento e la consapevolezza dello spirito. 

Casella intona una canzone di Dante, Amor che ne la mente mi ragiona; tale episodio va ricondotto al lungo cammino di consapevolezza iniziato con l’incontro con Francesca da Rimini, poiché il poeta comprende che la nuova poesia della Commedia deve rinunciare all’aspetto della lode dell’amore così presente nella sua prima produzione.

Pia de' Tolomei nel canto V del Purgatorio (vv. 130-136)

pia de tolomeiLa figura di Pia è una gemma incastonata alla fine di un canto che meriterebbe maggiore attenzione, tutto dedicato al tema del corpo. È un’anima dimenticata dalla storia, che chiede solo per sé il ricordo e la preghiera per poter iniziare il suo cammino di purificazione nella montagna del Purgatorio; si noti, però, che la richiesta viene dopo una specificazione attenzione nei confronti del poeta, una nota di gentilezza che occupa ben due dei sei versi totali del suo discorso. 

Il suo affetto e la sua cortesia vanno appunto letti in contrasto con la violenza e la forza dei due protagonisti del canto, Iacopo del Cassero e Bonconte da Montefeltro; ma anche, in lontananza, in opposizione a Francesca, che aveva dominato l’avvio dell’Inferno. Anche Pia viene uccisa dall’amore, in circostanze che ci sono poco chiare; eppure riduce la narrazione della sua esistenza a un breve soffio, poiché in fondo ciò per lei non è più importante: a differenza di Francesca, infatti, ella è destinata alla salvezza eterna.

L'incontro con Sordello da Goito (canto VI, 58-75 e canto VII)

sordello da goito Pur essendo il protagonista indiscusso del canto VII, la parte più interessante dell’incontro con Sordello è proprio l’avvio, nel canto precedente, la cui narrazione viene interrotta dall’apostrofe di Dante. Egli è rappresentato come un perfetto magnanimo, dignitoso e pacato sin nell’atteggiamento del primo sguardo. Quando Virgilio e Dante gli si avvicinano per chiedere informazioni sul proseguo del cammino, egli non risponde, ma chiede invece a sua volta informazioni sulla loro nascita e sulla loro vita. 

Virgilio inizia a rispondere citando il suo epitaffio, “Mantua me genuit…”, ma non riesce a completare la frase, perché l’altro si alza e lo abbraccia, riconoscendo la comune origine lombarda. Ciò dà lo spunto a Dante per un’invettiva contro l’Italia, anche perché non si deve dimenticare che nella struttura della Commedia il canto VI è sempre a tematica politica.

Marco Lombardo nel Purgatorio di Dante (canto XVI, 22-145)

marco lombardo purgatorio
Esattamente al centro del Commedia (questo è il cinquantesimo canto) Dante decide di affrontare, tramite il colloquio con Marco Lombardo, un tema di capitale importanza, quello del libero arbitrio. “Lombardo fui, e fu’ chiamato Marco”: il doppio uso del passato remoto ci suggerisce che il nome con cui l’anima si presenta è uno pseudonimo, tanto che abbiamo difficoltà a stabilirne l’esatta identità. 

Dante gli espone un dubbio, ossia gli chiese se la causa della corruzione del mondo sia da imputarsi all’influsso degli astri o alla volontà umana. Marco Lombardo lo accusa di essere cieco (accusa ancora più bizzarra e significativa, dato che l’anima è immersa nel fumo per purificare la sua colpa) e spiega che attribuire la ragione della corruzione al cielo implicherebbe che l’uomo fosse privo del libero arbitrio. 

Dio crea l’anima e la pone nel mondo, ma le serve una “guida” o un “fren” per indirizzare correttamente il suo amore; da ciò discende la necessità storica dei re e in particolare dell’impero. “Le leggi son, ma chi pon mano ad esse?”: la domanda, a mezzo tra reale e retorica, spiega che la realizzazione della civitas Dei non può avvenire senza la giustizia. Riprendendo il De Monarchia, Dante per voce di Marco Lombardo espone la teoria dei due soli, ossia delle due guide (il Papa e l’Imperatore) che devono guidare il cammino dell’uomo. Se le due guide sono corrotte, è inevitabile che nel mondo domini la corruzione.


COMMENTI

BLOGGER
Nome

Accademia della Crusca Accento Accusativo preposizionale Acronimi Aferesi Aggettivi Aggettivi qualificativi Alessandro Manzoni Analisi Analisi dei testi analisi del periodo Analisi Grammaticale Analisi grammaticale verifica Analisi Logica Apocope Apostrofo Apposizione Articolo Auguri Capodanno Auguri di buon compleanno Auguri di buon onomastico Auguri di Natale Auguri di Pasqua Auguri di San Valentino Auguri per San Faustino Ausiliari Avverbi Bilinguismo blog Bullismo a scuola Capodanno Cattedra 24 ore Che significa? Complementi del latino Complemento oggetto Complemento predicativo del soggetto Complemento predicativo dell'oggetto Concorsi pubblici scuola Concorso scuola 2012 Congiunzione Coordinate Creoli Dante Alighieri De bello Gallico Decameron Declinazioni latino Derivazione Dialetti italiani Dialettologia Dittonghi Divina Commedia Divisione in sillabe Emoticon Enigmistica Errori Grammaticali Esercizi analisi del periodo Esercizi analisi grammaticale Esercizi analisi logica Esercizi divisione in sillabe Esercizi grammatica inglese Esercizi Grammatica Italiana Esercizi sulla punteggiatura Essere e Avere Ferdinand De Saussure Festa dei morti Festa del papà Festa della donna Festa della Mamma Figure retoriche Filosofia del Linguaggio Fonetica e Fonologia Francesco Petrarca Francesco Profumo Ministro Istruzione Frasario Frasi celebri Frasi d'amore Frasi di auguri di Pasqua Frasi di auguri per matrimonio Frasi Festa del Papà Frasi Festa della Befana Frasi Festa della Mamma Frasi Festa delle Donne Frasi Halloween Frasi per Carnevale Frasi per Halloween Frasi Pesce d'Aprile Frasi sull'amicizia Frasi sulla Giornata della Memoria Frasi sulla vita Gabriele d'Annunzio Generativismo Gerundio Giacomo Leopardi Giambattista Vico Giovanni Boccaccio Giovanni Verga Giulio Cesare Grammatica inglese Grammatica Italiana Grammatica Italiana TEST Guide Halloween Halloween 2012 I complementi I Nuovi Mostri Iati Il complemento di termine Il Femminile Il Linguaggio della Filosofia Il Maschile Il plurale Il Principe Il singolare Il verbo IN EVIDENZA Interiezione Italiano Italiano neostandard Karl Marx La lingua italiana EVENTI La Scimmia La Scimmia reality La virgola Latino Le Vocali Letteratura italiana Letteratura italiana del Cinquecento Letteratura italiana del Duecento Letteratura italiana del Novecento Letteratura italiana del Quattrocento Letteratura Italiana del Seicento Letteratura Italiana del Settecento Letteratura italiana del Trecento Letteratura italiana dell'Ottocento Letteratura latina Lettura e metrica latine Lezioni universitarie Lingua inglese Lingua Italiana dei Segni Lingua latina Lingue tonali Linguistica Linguistica Romanza Locuzioni Luigi Pirandello Maiuscola Maturità Maturità 2012 Maturità 2012 prima prova Maturità 2013 Maturità 2013 prima prova Maturità 2014 prima prova Morfologia Natale Natale 2012 Niccolò Machiavelli Noam Chomsky Nome Parole difficili Parole nuove Parole nuove e difficili Parti del discorso Perché si dice? Perifrastica Pesce d'aprile Pidgin Pietro Bembo Platone Poesia italiana Pragmatica Predicato nominale Predicato verbale Preposizioni Preposizioni improprie Present continuous inglese Present simple inglese Prima prova maturità Promessi sposi Pronomi Pronomi Personali Pronomi Relativi Proposizione Principale Proposizioni Prosa italiana Punteggiatura Raddoppiamento fonosintattico Saggi brevi San Valentino Sapete che? Schede didattiche Scienza Nuova Sciopero scuola 2012 Scuola e Istruzione Si dice o non si dice? Si scrive? Sillogismo Sintassi Sintassi dei casi Sociolinguistica Soggetto Strutturalismo Subordinate Tagli alla scuola Teatro italiano Temi svolti Terza declinazione latina Tesi di laurea TFA TFA 2012 Trittonghi Troncamento Ugo Foscolo Univerbazione Università Varie Verbi attivi Verbi inglesi Verbi latini Verbi passivi Verbi riflessivi Verbi servili Verbi sovrabbondanti Verbi suppletivi Verifica analisi del periodo Verifica di analisi logica Versioni tradotte Vita e opere autori letteratura italiana
false
ltr
item
LINKUAGGIO?: Purgatorio di Dante, i personaggi principali della Divina Commedia
Purgatorio di Dante, i personaggi principali della Divina Commedia
Guida all'interpretazioni dei personaggi principali del Purgatorio di Dante: cosa si nasconde dietro ai volti della seconda cantica della Commedia?
http://4.bp.blogspot.com/-Cl3cKx-T64g/UiCluIoyjZI/AAAAAAAAIQg/BrvlCUznq4w/s200/Dante+e+Virglio+con+angelo+Purgatorio.JPG
http://4.bp.blogspot.com/-Cl3cKx-T64g/UiCluIoyjZI/AAAAAAAAIQg/BrvlCUznq4w/s72-c/Dante+e+Virglio+con+angelo+Purgatorio.JPG
LINKUAGGIO?
http://www.linkuaggio.com/2013/08/purgatorio-di-dante-i-personaggi.html
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/2013/08/purgatorio-di-dante-i-personaggi.html
true
7275283272962022850
UTF-8
Non è stato trovato alcun post LEGGILI TUTTI Di più... Rispondi Cancella la risposta Cancella di Home Pagine Articoli Leggili tutti TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE ARGOMENTI ARCHIVIO SEARCH TUTTI I POST Non è stato trovato alcun post corrispondente alla tua richiesta Back Home domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato dom lun mar mer giov ven sab gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre gen feb mar apr maggio giu lug ago set ott nov dic proprio ora un minuto fa $$1$$ minutes ago un'ora fa $$1$$ hours ago ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di cinque settimane fa follower Segui CONTENUTO PREMIUM Condividi per sbloccare Copia tutto Seleziona tutto Tutto è stato copiato Non si può copiare, per piacere premi [CTRL]+[C] (o CMD+C se hai un Mac) per farlo