Frasi di Primo Levi sulla Shoah per la Giornata della Memoria: pensieri sparsi sul 27 gennaio

Abbiamo raccolto parecchie frasi di Primo Levi sulla Shoah, pensieri che più di ogni altro possono portare su Facebook, in classe e in qualsiasi posto vogliate condividerli la testimonianza di quello che è successo nei campi di concentramento a causa della barbarie nazista


filo spinato bianco e nero
Queste frasi di Primo Levi sulla Shoah non potevano mancare nella nostra raccolta dedicata alla Giornata della Memoria. Una ricorrenza del genere può essere ricordata solo attraverso coloro che hanno vissuto la miseria umana, la barbarie del nazismo e che hanno provato sulla propria pelle le conseguenze dei progetti sulla razza ariana del dittatore Adolf Hitler. Dall'opera di Primo Levi, che vi consigliamo di leggere attentamente (bellissimo I Sommersi e i Salvati e stupendo Se questo è un uomo), si apprende una verità profonda e senz'altro inopinabile: la verità appartiene ai morti

Possiamo testimoniarla ma nessuno in fondo, neanche lui, Primo Levi, che è stato un sopravvisuto, avrebbe potuto parlare a tutti dei campi di sterminio. Anzi, forse neanche i morti avrebbero potuto farlo perché - come si legge sempre nella sua opera - essi erano stati annientati come esseri umani, progressivamente destrutturati, ancor prima di essere uccisi fisicamente. 

Le frasi sulla Shoah di Primo Levi sono tratte proprio dai suoi due libri principali e da qualche altro titolo (L'asimmetria e la vita e Conversazioni con Primo Levi, entrambe non scritte da lui). Riteniamo sia fondamentale che la scuola e gli insegnanti, la chiesa, i genitori, chiunque rivesta l'importante ruolo di educatore, faccia conoscere il suo messaggio, la sua ricostruzione degli eventi, la sua vita all'interno del lager nazista in occasione del Giorno della Memoria.

La prosa è semplice e quasi sempre razionale, il racconto è straziante e spesso bisogna fermarsi per evitare di piangere: come può l'essere umano aver concepito questo? E come possiamo tutti noi sentirci davvero in pace con noi stessi e col mondo quando in passato i nostri stessi simili hanno ucciso milioni e milioni di persone perché ebrei, zingari, omosessuali e semplicemente diversi? 

Queste frasi di primo Levi per la Giornata della Memoria devono avere proprio questo scopo: condannare ciò che è stato e parlarne continuamente con tutti, con i più piccoli che non hanno mai saputo e con i più grandi che fanno finta di non ricordare e che spesso si trovano a sperare nel ritorno della deplorevole dittatura fascista (e peggio ancora nazista). Noi dobbiamo testimoniare al mondo che abbiamo macchiato la storia della nostra razza e solo questa testimonianza ci impedirà di finire nuovamente nel baratro. A che serve altrimenti la memoria?


Scrivere frasi di Primo Levi sulla Giornata della Memoria o prenderne spunto per Facebook e i principali social network non significa scrivere una frase famosa qualunque: significa assumersi la responsabilità di difendere a spada tratta i valori della vita negati agli ebrei, il rispetto di qualsiasi minoranza e la tutela delle diversità: soltanto così questi pensieri sparsi sul 27 gennaio potranno risuonare assieme in tutto il mondo e non morire nell'ipocrisia dei meandri del Web. Veniamo ora alle frasi sulla Shoah.

Frasi di Primo Levi sulla Shoah: pensieri per la Giornata della Memoria

  1. "[...] io credo che proprio a Lorenzo debbo di essere vivo oggi; e non tanto per il suo aiuto materiale, quanto per avermi costantemente rammentato, con la sua presenza, con il suo modo così piano e facile di essere buono, che ancora esisteva un mondo giusto al di fuori del nostro, qualcosa e qualcuno di ancora puro e intero, di non corrotto e non selvaggio, estraneo all'odio e alla paura; qualcosa di assai mal definibile, una remota possibilità di bene, per cui tuttavia metteva conto di conservarsi". (Se questo è un uomo)
  2. "[...] sentivano che quanto era avvenuto intorno a loro, ed in loro presenza, e in loro, era irrevocabile. Non avrebbe potuto essere lavato mai più; avrebbe dimostrato che l'uomo, il genere umano, noi insomma, eravamo potenzialmente capaci di costruire una mole infinita di dolore; e che il dolore è la sola forza che si crei dal nulla, senza spesa e senza fatica. Basta non vedere, non ascoltare, non fare" (I Sommersi e i Salvati)
  3. "Allora per la prima volta ci siamo accorti che la nostra lingua manca di parole per esprimere questa offesa, la demolizione di un uomo. In un attimo, con intuizione quasi profetica, la realtà ci si è rivelata: siamo arrivati al fondo. Più giù di così non si può andare: condizione umana più misera non c'è, e non è pensabile. Nulla più è nostro: ci hanno tolto gli abiti, le scarpe, anche i capelli; se parleremo, non ci ascolteranno, e se ci ascoltassero, non ci capirebbero. Ci toglieranno anche il nome: e se vorremo conservarlo, dovremo trovare in noi la forza di farlo, di fare sì che dietro al nome, qualcosa ancora di noi, di noi quali eravamo, rimanga". (Se questo è un uomo)
  4. "Auschwitz è fuori di noi, ma è intorno a noi, è nell'aria. La peste si è spenta, ma l'infezione serpeggia". (L'asimmetria e la vita)
  5. "Avevamo deciso di trovarci, noi italiani, ogni domenica sera in un angolo del Lager; ma abbiamo subito smesso, perché era troppo triste contarci, e trovarci ogni volta più pochi, e più deformi, più squallidi. Ed era così faticoso fare quei pochi passi: e poi, a ritrovarsi, accadeva di ricordare e di pensare, ed era meglio non farlo". (Se questo è un uomo)
  6. "Devo dire che l'esperienza di Auschwitz è stata tale per me da spazzare qualsiasi resto di educazione religiosa che pure ho avuto. [...] C'è Auschwitz, quindi non può esserci Dio. Non trovo una soluzione al dilemma. La cerco, ma non la trovo." (Conversazione con Primo Levi)
  7. "Distruggere l'uomo è difficile, quasi quanto crearlo: non è stato agevole, non è stato breve, ma ci siete riusciti, tedeschi. Eccoci docili sotto i vostri sguardi: da parte nostra nulla più avete a temere: non atti di rivolta, non parole di sfida, neppure uno sguardo giudice." (Se questo è un uomo)
  8. "È dell'uomo operare in vista di un fine: la strage di Auschwitz, che ha distrutto una tradizione ed una civiltà, non ha giovato a nessuno". (L'asimmetria e la vita)
  9. "I personaggi di queste pagine non sono uomini. La loro umanità è sepolta, o essi stessi l'hanno sepolta, sotto l'offesa subita o inflitta altrui". (Se questo è un uomo)
  10. "In altre parole: prima di morire, la vittima dev'essere degradata, affinché l'uccisore senta meno il peso della sua colpa. È una spiegazione non priva di logica, ma che grida al cielo: è l'unica utilità della violenza inutile". (I Sommersi e i Salvati)
  11. "L'ingresso in Lager era invece un urto per la sorpresa che portava con sé. Il mondo in cui ci si sentiva precipitati era sì terribile, ma anche indecifrabile: non era conforme ad alcun modello, il nemico era intorno ma anche dentro, il "noi" perdeva i suoi confini, i contendenti non erano due, non si distingueva una frontiera ma molte e confuse, forse innumerevoli, una fra ciascuno e ciascuno. Si entrava sperando almeno nella solidarietà dei compagni di sventura, ma gli alleati sperati, salvo casi speciali, non c'erano; c'erano invece mille monadi sigillate, e fra queste una lotta disperata, nascosta e continua". (I Sommersi e i Salvati)
  12. "Ma Lorenzo era un uomo; la sua umanità era pura e incontaminata, egli era al di fuori di questo mondo di negazione. Grazie a Lorenzo mi è accaduto di non dimenticare di essere io stesso un uomo". (Se questo è un uomo)
  13. "Noi giacevamo in un mondo di morti e di larve. L'ultima traccia di civiltà era sparita intorno a noi e dentro di noi. L'opera di bestializzazione, intrapresa dai tedeschi trionfanti, era stata portata a compimento dai tedeschi disfatti". (Se questo è un uomo)
  14. "Non esistono problemi che non possano essere risolti attorno ad un tavolo, purché ci sia volontà buona e fiducia reciproca; o anche paura reciproca". (I Sommersi e i Salvati)
  15. "Pochi sono gli uomini che sanno andare a morte con dignità, e spesso non quelli che ti aspetteresti". (Se questo è un uomo)
Che queste frasi di Primo Levi sulla Shoah per il Giorno della Memoria facciano riflettere tutti noi e vengano usate soprattutto per combattere chi purtroppo si ostina a negare ancora oggi che tutto questo sia davvero avvenuto. Qui trovate altre frasi sulla Shoah, altri pensieri - non solo di Primo Levi - che vi invitiamo a leggere e ad arricchire con le vostre riflessioni.

La foto è tratta da Pixabay.com

COMMENTI

BLOGGER
Nome

Accademia della Crusca Accento Accusativo preposizionale Acronimi Aferesi Aggettivi Aggettivi qualificativi Alessandro Manzoni Analisi Analisi dei testi analisi del periodo Analisi Grammaticale Analisi grammaticale verifica Analisi Logica Apocope Apostrofo Apposizione Articolo Auguri Capodanno Auguri di buon compleanno Auguri di buon onomastico Auguri di Natale Auguri di Pasqua Auguri di San Valentino Auguri per San Faustino Ausiliari Avverbi Bilinguismo blog Bullismo a scuola Capodanno Cattedra 24 ore Che significa? Complementi del latino Complemento oggetto Complemento predicativo del soggetto Complemento predicativo dell'oggetto Concorsi pubblici scuola Concorso scuola 2012 Congiunzione Coordinate Creoli Dante Alighieri De bello Gallico Decameron Declinazioni latino Derivazione Dialetti italiani Dialettologia Discorso diretto e indiretto Dittonghi Divina Commedia Divisione in sillabe Email a professori Email formali Emoticon Enigmistica Errori Grammaticali Esercizi analisi del periodo Esercizi analisi grammaticale Esercizi analisi logica Esercizi di ortografia Esercizi divisione in sillabe Esercizi grammatica inglese Esercizi Grammatica Italiana Esercizi per scuola elementare Esercizi sulla punteggiatura Essere e Avere Ferdinand De Saussure Festa dei morti Festa del papà Festa della donna Festa della Mamma Figure retoriche Filosofia del Linguaggio Fonetica e Fonologia Francesco Petrarca Francesco Profumo Ministro Istruzione Frasario Frasi celebri Frasi d'amore Frasi d'esempio Frasi di auguri di Pasqua Frasi di auguri per matrimonio Frasi Festa del Papà Frasi Festa della Befana Frasi Festa della Mamma Frasi Festa delle Donne Frasi Halloween Frasi per Carnevale Frasi per Halloween Frasi Pesce d'Aprile Frasi sull'amicizia Frasi sulla Giornata della Memoria Frasi sulla morte Frasi sulla vita Futuro inglese Gabriele d'Annunzio Generativismo Gerundio Giacomo Leopardi Giambattista Vico Giovanni Boccaccio Giovanni Verga Giulio Cesare Grammatica inglese Grammatica Italiana Grammatica Italiana TEST Grammatica valenziale Guide Halloween Halloween 2012 I complementi I Nuovi Mostri Iati Il complemento di termine Il Femminile Il Linguaggio della Filosofia Il Maschile Il plurale Il Principe Il singolare Il verbo IN EVIDENZA Interiezione Italiano Italiano neostandard Karl Marx La lingua italiana EVENTI La Scimmia La Scimmia reality La virgola Latino Le Vocali Letteratura italiana Letteratura italiana del Cinquecento Letteratura italiana del Duecento Letteratura italiana del Novecento Letteratura italiana del Quattrocento Letteratura Italiana del Seicento Letteratura Italiana del Settecento Letteratura italiana del Trecento Letteratura italiana dell'Ottocento Letteratura latina Lettere Lettere di auguri Lettura e metrica latine Lezioni universitarie Lingua inglese Lingua Italiana dei Segni Lingua latina Lingue tonali Linguistica Linguistica Romanza Locuzioni Luigi Pirandello Maiuscola Maturità Maturità 2012 Maturità 2012 prima prova Maturità 2013 Maturità 2013 prima prova Maturità 2014 prima prova Morfologia Natale Natale 2012 Niccolò Machiavelli Noam Chomsky Nome Parole difficili Parole nuove Parole nuove e difficili Parti del discorso Perché si dice? Perifrastica Pesce d'aprile Pidgin Pietro Bembo Platone Poesia italiana Pragmatica Predicato nominale Predicato verbale Preposizioni Preposizioni improprie Present continuous inglese Present simple inglese Prima prova maturità Promessi sposi Pronomi Pronomi Personali Pronomi Relativi Proposizione Principale Proposizioni Prosa italiana Punteggiatura Raddoppiamento fonosintattico Saggi brevi San Valentino Sapete che? Schede didattiche Scienza Nuova Sciopero scuola 2012 Scuola e Istruzione Scuola elementare Scuola media Scuola superiore Si dice o non si dice? Si scrive? Sillogismo Sintassi Sintassi dei casi Sociolinguistica Soggetto Strutturalismo Subordinate Tagli alla scuola Teatro italiano Temi per scuole elementari Temi per scuole medie Temi per scuole superiori Temi sull'adolescenza Temi svolti Terza declinazione latina Tesi di laurea TFA TFA 2012 Trittonghi Troncamento Ugo Foscolo Univerbazione Università Uso dell'acca Varie Verbi attivi Verbi inglesi Verbi latini Verbi passivi Verbi riflessivi Verbi servili Verbi sovrabbondanti Verbi suppletivi Verifica analisi del periodo Verifica di analisi logica Versioni tradotte Vita e opere autori letteratura italiana
false
ltr
item
LINKUAGGIO?: Frasi di Primo Levi sulla Shoah per la Giornata della Memoria: pensieri sparsi sul 27 gennaio
Frasi di Primo Levi sulla Shoah per la Giornata della Memoria: pensieri sparsi sul 27 gennaio
Abbiamo raccolto parecchie frasi di Primo Levi sulla Shoah, pensieri che più di ogni altro possono portare su Facebook, in classe e in qualsiasi posto vogliate condividerli la testimonianza di quello che è successo nei campi di concentramento a causa della barbarie nazista
https://1.bp.blogspot.com/-e5qPwczY1OU/WIY_RvJFyMI/AAAAAAAAQRQ/oLwWJb61zZUlR6G9Lt00qRrbITZ179_1gCLcB/s320/filo%2Bspinato.jpg
https://1.bp.blogspot.com/-e5qPwczY1OU/WIY_RvJFyMI/AAAAAAAAQRQ/oLwWJb61zZUlR6G9Lt00qRrbITZ179_1gCLcB/s72-c/filo%2Bspinato.jpg
LINKUAGGIO?
http://www.linkuaggio.com/2014/01/frasi-di-primo-levi-sulla-giornata.html
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/2014/01/frasi-di-primo-levi-sulla-giornata.html
true
7275283272962022850
UTF-8
Non è stato trovato alcun post LEGGILI TUTTI Di più... Rispondi Cancella la risposta Cancella di Home Pagine Articoli Leggili tutti TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE ARGOMENTI ARCHIVIO SEARCH TUTTI I POST Non è stato trovato alcun post corrispondente alla tua richiesta Back Home domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato dom lun mar mer giov ven sab gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre gen feb mar apr maggio giu lug ago set ott nov dic proprio ora un minuto fa $$1$$ minutes ago un'ora fa $$1$$ hours ago ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di cinque settimane fa follower Segui CONTENUTO PREMIUM Condividi per sbloccare Copia tutto Seleziona tutto Tutto è stato copiato Non si può copiare, per piacere premi [CTRL]+[C] (o CMD+C se hai un Mac) per farlo