Chanson de Roland riassunto trama e personaggi: commento di tutta l'opera



Riassunto di trama e personaggi e commento della Chanson de Roland: prepara così la tua interrogazione e il tuo compito in classe


foto chanson de roland
Oggi vi proponiamo un riassunto puntuale della trama e dei personaggi della Chanson de Roland oltre a un commento di tutta l'opera, che - lo ricordiamo - è senz'altro l'apripista del genere delle chansons de geste, poema epico-cavalleresco per eccellenza, esordio nella letteratura scritta e volgare del ciclo carolingio. Cercheremo di essere sintetici ma esaustivi, e cioè di dirvi quanto basta non per avere la sufficienza ma un voto molto alto in compiti in classe o interrogazioni: delle informazioni che vi forniamo, poi, siete libere di prendere quelle che più riterrete idonee per la vostra situazione. Ma veniamo al dunque.

Trama della Chanson de Roland

La Chanson de Roland si apre sul Consiglio dei principali rappresentanti della cavalleria che Carlo Magno indìce per decidere quali condizioni di pace imporre al richiedente Marsilio, re dei Saraceni. Nel corso dell'adunanza si delineano due orientamenti opposti: quello di Orlando, esponente della nobiltà giovane, guerriera e intraprendente, che auspica il proseguimento delle operazioni belliche, e quello di Gano, portavoce di un'aristocrazia latifondista e conservatrice, che preme per il ripristino della pace.

Carlo Magno decide quindi di inviare un'ambasceria per comunicare a Marsilio le linee guida definite dal Consiglio e ne affida la guida a Gano, nonostante Orlando, Turpino il vescovo e Oliviero reclamino il compito per sé. Durante la missione diplomatica, Gano ordisce il tradimento ai danni dell'esercito del suo Re e, cospirando con Marsilio, promette di piazzare Orlando, Oliviero e Turpino nella retroguardia: nel momento in cui l'esercito francese avesse attraversato Roncisvalle, i Saraceni avrebbero teso loro un agguato senza precedenti, nel quale - e proprio a tale scopo Gano si sarebbe premurato di posizionarli in coda, un punto estremamente vulnerabile e scoperto - i paladini più valorosi di parte francese avrebbero trovato la morte.

E così avviene: durante il passaggio presso le gole dei Pirenei le truppe di Carlo Magno (ma non da Carlo capitanate; nel frattempo, non paventando possibili complicazioni, si sta recando in Francia), vengono accerchiate dall'esercito saraceno, un'onda d'urto di cento mila unità, che ne massacra baroni, cavalieri di rango semplice e fanti. Dopo una strenua resistenza e qualche vano tentativo di spuntarla senza ricorrere all'aiuto del dell'eroe Carlo Magno, Orlando si decide a dar fiato all'Olifante, un corno prodigioso al cui vibrante suono sarebbe accorso il semi-divino monarca.

Ma procediamo con il riassunto della trama della Chanson de Roland: giunto in gran carriera, Carlo Magno prende in mano la situazione, capovolgendola. I Saraceni rimasti si danno alla fuga ma il Re, animato da un pio desiderio di vendetta, ordina ai soldati di inseguirli e annientarli. Per i tre leali compagni, tuttavia, non c'è più niente da fare: prima Turpino e Oliviero e poi Orlando spirano. Quest'ultimo cerca inutilmente di rompere la sua fenomenale spada, la Durendana, affinché non cada in mani sbagliate, dopodiché stremato e esangue, la cela sotto il suo corpo e stramazza.

A Carlo Magno non rimane che ordinare la sepoltura delle salme e occuparsi personalmente del trasporto dei cadaveri dei tre prodi a Aix-le-Chapelle, per rendere loro i dovuti onori. Qui incontra Alda, compagna di Orlando, e le dà la triste notizia; Alda muore per il dolore.

Ora è tempo di giudicare Gano il traditore e il processo avviene per tenzone armata in campo chiuso tra il campione di Gano, Pinalbello suo parente, e quello di Orlando, Thierri. Com'è prevedibile, vince Thierry; la benevolenza di Dio in un poema epico-cristiano non può schierarsi con chi ha tradito con malizia la propria patria, il proprio Re, amico e fratello.

La chanson de geste per antonomasia si chiude con l'immagine dell'arcangelo Gabriele che compare in sogno allo stanco Re per annunciargli che dovrà partire immediatamente per portare soccorso al re Viviano ad Infa, assediato dai Saraceni.

Approfondisci: leggi i nostri riassunti di letteratura italiana per preparare le tue interrogazioni

Chanson de Roland tra finzione e verità storica

Proseguiamo ora con un commento degli aspetti più interessanti della Chanson de Roland. Prima e più grande menzogna storica nella Chanson de Roland, se è concesso stabilire una gerarchia, è la confusione per nulla ingenua o generica tra i Baschi, i reali attori della battaglia di Roncisvalle, e i Saraceni. Irritati dall'interesse del sovrano francese per i territori spagnoli e minacciati dalla presenza fisica del suo esercito nei loro territori, i Baschi, popolo autoctono della penisola spagnola e cristianissimo, reagirono con estrema violenza. Perché, dunque, un travisamento d'identità di così spesso rilievo? La risposta è semplice e, dopo anni di storia politica europea e non solo, anche (amaramente) familiare: identificare un nemico comune a tutto l'universo latino-cattolico in un popolo esotico, infedele, che per giunta destasse le antipatie e le antiche rivalità di tutto l'Occidente, si dimostrò estremamente fruttuoso per compattare gli animi infervorati e per assecondare una propaganda ideologica che trasversalmente attraversò tutto il genere delle chansons de geste; niente di più conveniente di un uomo nero, tangibile e tangente (ricordiamo che il califfato musulmano si era installato da almeno tre secoli nel Sud della Spagna) ma insieme oscuro e culturalmente lontano, per indirizzare le violenze verso un bersaglio esterno e risanare i conflitti intestini!

Tale stigmatizzazione del nemico risponde evidentemente all'esigenza delle alte sfere del potere di orientare verso una direzione prestabilita i sentimenti connaturati nell'uomo, quali paura, pregiudizio e intolleranza, irregimentandoli, tenendoli su binari giusti e controllati. Ricordiamo poi che opere come la Chanson de Roland furono composte nel clima frizzante – per usare un eufemismo - che precedette le Crociate, le prime guerre con connotazione religiosa (o per meglio dire, con pretesto) e in qualche modo le legittimò sul piano culturale. In quel frangente, la furia dei cavalieri senza terra, esclusi dai lasciti testamentari paterni secondo la prassi, instaurata nel basso Medio Evo, di trasmettere il patrimonio ereditario in maniera meno frammentaria possibile (e quindi al solo primogenito), che con le loro frustrazioni e illusioni disattese rischiavano sì di diventare motivo di conflitto sociale e pericolo per l'equilibrio politico-sociale costituitosi in età carolingia.

Seconda bugia storica è la presenza del condottiero Carlo Magno nello scontro. Egli non sopraggiunse in ritardo come viene narrato: non sopraggiunse affatto! Parallelamente e in direzione contraria al discorso fatto qualche riga fa: risultò di deciso impatto emotivo riferire il Bene ad una figura di spicco quale fu il sovrano cattolico, condensandolo in un uomo solo che più che un uomo fu un exemplum vivente. Le chansons de geste miravano infatti a costituire un immaginario epico cristiano che non temesse il raffronto con i classici greci e latini che, seppur linguisticamente pregevoli, veicolavano una morale pagana e un messaggio sbagliato. Carlo Magno, campione della fede, riassumeva in sé tutte le doti cristiane e umane: fede, coraggio, lealtà, giudizio, misura; e pertanto doveva essere il protagonista di un episodio tanto doloroso e tanto significativo come la disfatta di Roncisvalle.

Infine, terzo dato significativo del nostro riassunto e commento alla Chanson de Roland: gli studi storici hanno stimato un numero nettamente inferiore a quello di centomila unità nelle schiere nemiche. Per giungere a tale considerazione, ci si è basati anzitutto su un approfondimento geografico relativo all'ambientazione dello scontro, e quindi al buon senso: le gole dei Pirenei, per natura strette e ostiche, non avrebbero potuto ospitare un numero così generoso di uomini.

Riassunto e commento della trama e dei personaggi della Chanson de Roland sono a vostra disposizione: in bocca al lupo per l'interrogazione!

La foto è tratta da Pixabay.com


COMMENTI

BLOGGER
Nome

Accademia della Crusca Accento Accusativo preposizionale Acronimi Aferesi Aggettivi Aggettivi qualificativi Alessandro Manzoni Analisi Analisi dei testi analisi del periodo Analisi Grammaticale Analisi grammaticale verifica Analisi Logica Apocope Apostrofo Apposizione Articolo Auguri Capodanno Auguri di buon compleanno Auguri di buon onomastico Auguri di Natale Auguri di Pasqua Auguri di San Valentino Auguri per San Faustino Ausiliari Avverbi Bilinguismo blog Bullismo a scuola Capodanno Cattedra 24 ore Che significa? Complementi del latino Complemento oggetto Complemento predicativo del soggetto Complemento predicativo dell'oggetto Concorsi pubblici scuola Concorso scuola 2012 Congiunzione Coordinate Creoli Dante Alighieri De bello Gallico Decameron Declinazioni latino Derivazione Dialetti italiani Dialettologia Dittonghi Divina Commedia Divisione in sillabe Emoticon Enigmistica Errori Grammaticali Esercizi analisi del periodo Esercizi analisi grammaticale Esercizi analisi logica Esercizi divisione in sillabe Esercizi grammatica inglese Esercizi Grammatica Italiana Esercizi sulla punteggiatura Essere e Avere Ferdinand De Saussure Festa dei morti Festa del papà Festa della donna Festa della Mamma Figure retoriche Filosofia del Linguaggio Fonetica e Fonologia Francesco Petrarca Francesco Profumo Ministro Istruzione Frasario Frasi celebri Frasi d'amore Frasi di auguri di Pasqua Frasi di auguri per matrimonio Frasi Festa del Papà Frasi Festa della Befana Frasi Festa della Mamma Frasi Festa delle Donne Frasi Halloween Frasi per Carnevale Frasi per Halloween Frasi Pesce d'Aprile Frasi sull'amicizia Frasi sulla Giornata della Memoria Frasi sulla vita Gabriele d'Annunzio Generativismo Gerundio Giacomo Leopardi Giambattista Vico Giovanni Boccaccio Giovanni Verga Giulio Cesare Grammatica inglese Grammatica Italiana Grammatica Italiana TEST Guide Halloween Halloween 2012 I complementi I Nuovi Mostri Iati Il complemento di termine Il Femminile Il Linguaggio della Filosofia Il Maschile Il plurale Il Principe Il singolare Il verbo IN EVIDENZA Interiezione Italiano Italiano neostandard Karl Marx La lingua italiana EVENTI La Scimmia La Scimmia reality La virgola Latino Le Vocali Letteratura italiana Letteratura italiana del Cinquecento Letteratura italiana del Duecento Letteratura italiana del Novecento Letteratura italiana del Quattrocento Letteratura Italiana del Seicento Letteratura Italiana del Settecento Letteratura italiana del Trecento Letteratura italiana dell'Ottocento Letteratura latina Lettura e metrica latine Lezioni universitarie Lingua inglese Lingua Italiana dei Segni Lingua latina Lingue tonali Linguistica Linguistica Romanza Locuzioni Luigi Pirandello Maiuscola Maturità Maturità 2012 Maturità 2012 prima prova Maturità 2013 Maturità 2013 prima prova Maturità 2014 prima prova Morfologia Natale Natale 2012 Niccolò Machiavelli Noam Chomsky Nome Parole difficili Parole nuove Parole nuove e difficili Parti del discorso Perché si dice? Perifrastica Pesce d'aprile Pidgin Pietro Bembo Platone Poesia italiana Pragmatica Predicato nominale Predicato verbale Preposizioni Preposizioni improprie Present continuous inglese Present simple inglese Prima prova maturità Promessi sposi Pronomi Pronomi Personali Pronomi Relativi Proposizione Principale Proposizioni Prosa italiana Punteggiatura Raddoppiamento fonosintattico Saggi brevi San Valentino Sapete che? Schede didattiche Scienza Nuova Sciopero scuola 2012 Scuola e Istruzione Si dice o non si dice? Si scrive? Sillogismo Sintassi Sintassi dei casi Sociolinguistica Soggetto Strutturalismo Subordinate Tagli alla scuola Teatro italiano Temi svolti Terza declinazione latina Tesi di laurea TFA TFA 2012 Trittonghi Troncamento Ugo Foscolo Univerbazione Università Varie Verbi attivi Verbi inglesi Verbi latini Verbi passivi Verbi riflessivi Verbi servili Verbi sovrabbondanti Verbi suppletivi Verifica analisi del periodo Verifica di analisi logica Versioni tradotte Vita e opere autori letteratura italiana
false
ltr
item
LINKUAGGIO?: Chanson de Roland riassunto trama e personaggi: commento di tutta l'opera
Chanson de Roland riassunto trama e personaggi: commento di tutta l'opera
Riassunto di trama e personaggi e commento della Chanson de Roland: prepara così la tua interrogazione e il tuo compito in classe
http://1.bp.blogspot.com/-zZ_9fY89tOM/VgHrsOhv-pI/AAAAAAAAO14/Yrc9Wq5rAeI/s320/cavalieri%2Bche%2Bcombattono.jpg
http://1.bp.blogspot.com/-zZ_9fY89tOM/VgHrsOhv-pI/AAAAAAAAO14/Yrc9Wq5rAeI/s72-c/cavalieri%2Bche%2Bcombattono.jpg
LINKUAGGIO?
http://www.linkuaggio.com/2015/09/chanson-de-roland-riassunto-trama-e.html
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/2015/09/chanson-de-roland-riassunto-trama-e.html
true
7275283272962022850
UTF-8
Non è stato trovato alcun post LEGGILI TUTTI Di più... Rispondi Cancella la risposta Cancella di Home Pagine Articoli Leggili tutti TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE ARGOMENTI ARCHIVIO SEARCH TUTTI I POST Non è stato trovato alcun post corrispondente alla tua richiesta Back Home domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato dom lun mar mer giov ven sab gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre gen feb mar apr maggio giu lug ago set ott nov dic proprio ora un minuto fa $$1$$ minutes ago un'ora fa $$1$$ hours ago ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di cinque settimane fa follower Segui CONTENUTO PREMIUM Condividi per sbloccare Copia tutto Seleziona tutto Tutto è stato copiato Non si può copiare, per piacere premi [CTRL]+[C] (o CMD+C se hai un Mac) per farlo