Riassunto De Monarchia di Dante e commento di primo, secondo e terzo libro



Riassunto del De Monarchia di Dante: commento del primo, secondo e terzo libro con riferimenti storico-sociali, politici e biografici


statua dante alighieri firenze
Oggi vi proponiamo il riassunto e il commento del De Monarchia di Dante Alighieri, trattato politico scritto negli anni successivi al suo esilio e strutturato in tre libri: è proprio in quest'opera che Dante parla chiaramente, tra le altre cose, della teoria dei due soli. Dante per quest'opera privilegia il latino, l'idioma delle persone dotte: è a loro infatti che si rivolge precipuamente il saggio, ai giuristi imperiali e ai teocrati, agli intellettuali e più generalmente agli addetti ai lavori. Volontà dello scrittore è dire la propria sulle questioni tecnico-politiche più calde e sentite, in un panorama politico già saturo di ideologie e dibattiti stimolati dai contrasti sempre vividi tra Chiesa e Impero.

Ci sono incertezze sulla datazione, anche se l'opera è ovviamente da collocare nell'ambito della letteratura del Trecento: chi ritiene che sia stato scritto tra il 1312 e il 1313; chi opta per un più remoto 1308; chi arrischia un 1318, a ridosso della morte del medesimo. La cronologia più accreditata pare sia la prima, sulla base di un parallelismo tracciato dagli storici tra la scelta del dedicatario dell'opera e gli sviluppi coevi della politica europea. Proprio in quegli anni Enrico VII di Lussemburgo (detto anche Arrigo) scendeva in Italia per tentare una veloce ricognizione dei territori della penisola sopra i quali avanzava pretese e, in quelli, domare le rivolte dei comuni ribelli. Una circostanza d'oro per pubblicare un trattato di gratuita propaganda politica all'agenda imperiale! Pare inoltre che il Poeta covasse in segreto la speranza di essere convocato alla corte dell'Imperatore, in qualità di consigliere o quant'altro; speranza, diciamo subito, che fu amaramente disattesa da Enrico, forse intimorito da un pensatore così schietto e infiammato.

La struttura del De Monarchia: riassunto e commento di primo, secondo e terzo libro

Come anticipato, l'opera si compone di tre libri. Andiamo a richiamarne gli aspetti salienti, raggruppandoli secondo la ripartizione prevista dall'autore. 

Riassunto e commento del primo libro del De Monarchia: la necessità di una monarchia universale

Nel primo libro del De Monarchia Dante risponde alla questione per nulla scontata circa la necessità di una monarchia universale. L'ovvia risposta è sì, e l'autore argomenta nel modo che segue. Si parte dal presupposto che l'uomo lasciato a se stesso tende naturalmente alla bramosia e all'egoismo. L'anarchia è quindi la meno auspicabile tra le forme di governo conosciute, per il semplice motivo che in un sistema di libertinaggio totale avverrebbero i crimini peggiori contro l'uomo e contro Dio. Esclusa questa opzione, rimane da pescare la carta migliore nel mazzo delle modalità del potere. La scelta ricade sulla monarchia perché in un regime dove il potere di coercizione è accentrato tutto nelle mani di un solo individuo non è permesso a nessun altro (i cosiddetti “sottoposti”) di covare pretese circa presunti diritti, illegittime prerogative o deplorevoli appannaggi; si scongiura così, una volta per tutte, il timore di disordini sociali, prevaricazioni o abusi di potere. Inoltre il sovrano stesso, non avendo motivo di temere la competizione di nessuno, si ritrarrà dallo scatenare il suo spirito bellicoso e si preoccuperà unicamente di garantire il benessere terreno dei suoi sudditi.

Riassunto e commento del secondo libro del De Monarchia: legittimazione dell'Impero Romano

Proseguiamo con il riassunto del secondo libro del De Monarchia. Qui Dante si concentra a legittimare, sulla base del rinnovato sapere e sentire cristiano, l'Impero Romano. Scagionandolo dall'accusa di depravazione dei costumi mossagli da tanta parte dell'intellighenzia cristiana e ridimensionandone l'immagine di cruento oppressore dei primi cristiani, l'autore si premura di conciliare due prospettive così diverse - mi azzardo ad aggiungere antitetiche - come quelle di una roboante aquila romana e di un mite anti-retorico Messiah. Lo strapotere romano giunse a coagulare l'intero mondo allora conosciuto e indirettamente garantì la stabilità istituzionale ed economica affinché potesse germogliare il seme del cristianesimo. Il fatto poi che Gesù di Nazareth nacque sotto Augusto e crebbe sotto Tiberio, due esponenti di spicco della dinastia giulio-claudia - la più florida che la storia romana ricordi – non può che avvalorare tale ipotesi. Per estensione del ragionamento, se l'Urbe non avesse brillato con l'intensità che la tradizione storiografica è solita attribuirle non sarebbe neanche stata possibile una redenzione dell'umanità dal peccato adamico.

Riassunto e commento del terzo libro del De Monarchia: la teoria dei due soli

Ed eccoci arrivati al riassunto e al commento del terzo libro del De Monarchia. L'ultimo libro si occupa di una questione certamente meno erudita ma che l'autore dovette sentire con particolare partecipazione. Stiamo parlando della diatriba che interessò le due massime autorità del sistema istituzionale medievale. Dante - da buon guelfo bianco dei tempi che furono - non parteggiò apertamente con nessuna delle due fazioni, a suo dire parimenti colpevoli di cupidigia, ma si impegnò a smontare con sistematica precisione le teorizzazioni che Bonifacio VIII, suo acerrimo nemico, avanzava a mo' di scusa diplomatica alle sue mire illegittime. In risposta alla teoria filo-papale del sole e della luna, formulò la teoria dei due soli che attribuiva all'imperatore l'egemonia politica assoluta e, annesso, l'onere di assicurare la felicità al mondo fisico all'Imperatore. Parallelamente riconosceva al Pontefice la massima autorità religiosa, insieme alla responsabilità di garantire l'accesso al Paradiso all'irredenta umanità.

Infine, Dante si ritaglia del tempo per sbugiardare la falsa donazione di Costantino, presunto documento storico col quale l'Imperatore bizantino avrebbe trasmesso un grosso lascito alla Chiesa. L'autore non si perde in questioni filologiche (se ne occuperà più avanti l'umanista Lorenza Valla) ma si muove con disinvoltura in un campo che gli appartiene di diritto: il campo etico. Riconosce nella donazione l'inizio della condotta riprovevole della Chiesa, la sua ricerca avida di potere e del lusso e in chiusura si auspica un ritorno all'austerità del Cristianesimo delle origini.


Ora avete a disposizione riassunto e commento del De Monarchia di Dante Alighieri: fatene buon uso per interrogazioni, compiti e temi in classe!

La foto è tratta da Pixabay.com


COMMENTI

BLOGGER
Nome

Accademia della Crusca Accento Accusativo preposizionale Acronimi Aferesi Aggettivi Aggettivi qualificativi Alessandro Manzoni Analisi Analisi dei testi analisi del periodo Analisi Grammaticale Analisi grammaticale verifica Analisi Logica Apocope Apostrofo Apposizione Articolo Auguri Capodanno Auguri di buon compleanno Auguri di buon onomastico Auguri di Natale Auguri di Pasqua Auguri di San Valentino Auguri per San Faustino Ausiliari Avverbi Bilinguismo blog Bullismo a scuola Capodanno Cattedra 24 ore Che significa? Complementi del latino Complemento oggetto Complemento predicativo del soggetto Complemento predicativo dell'oggetto Concorsi pubblici scuola Concorso scuola 2012 Congiunzione Coordinate Creoli Dante Alighieri De bello Gallico Decameron Declinazioni latino Derivazione Dialetti italiani Dialettologia Dittonghi Divina Commedia Divisione in sillabe Emoticon Enigmistica Errori Grammaticali Esercizi analisi del periodo Esercizi analisi grammaticale Esercizi analisi logica Esercizi divisione in sillabe Esercizi grammatica inglese Esercizi Grammatica Italiana Esercizi sulla punteggiatura Essere e Avere Ferdinand De Saussure Festa dei morti Festa del papà Festa della donna Festa della Mamma Figure retoriche Filosofia del Linguaggio Fonetica e Fonologia Francesco Petrarca Francesco Profumo Ministro Istruzione Frasario Frasi celebri Frasi d'amore Frasi di auguri di Pasqua Frasi di auguri per matrimonio Frasi Festa del Papà Frasi Festa della Befana Frasi Festa della Mamma Frasi Festa delle Donne Frasi Halloween Frasi per Carnevale Frasi per Halloween Frasi Pesce d'Aprile Frasi sull'amicizia Frasi sulla Giornata della Memoria Frasi sulla vita Gabriele d'Annunzio Generativismo Gerundio Giacomo Leopardi Giambattista Vico Giovanni Boccaccio Giovanni Verga Giulio Cesare Grammatica inglese Grammatica Italiana Grammatica Italiana TEST Guide Halloween Halloween 2012 I complementi I Nuovi Mostri Iati Il complemento di termine Il Femminile Il Linguaggio della Filosofia Il Maschile Il plurale Il Principe Il singolare Il verbo IN EVIDENZA Interiezione Italiano Italiano neostandard Karl Marx La lingua italiana EVENTI La Scimmia La Scimmia reality La virgola Latino Le Vocali Letteratura italiana Letteratura italiana del Cinquecento Letteratura italiana del Duecento Letteratura italiana del Novecento Letteratura italiana del Quattrocento Letteratura Italiana del Seicento Letteratura Italiana del Settecento Letteratura italiana del Trecento Letteratura italiana dell'Ottocento Letteratura latina Lettura e metrica latine Lezioni universitarie Lingua inglese Lingua Italiana dei Segni Lingua latina Lingue tonali Linguistica Linguistica Romanza Locuzioni Luigi Pirandello Maiuscola Maturità Maturità 2012 Maturità 2012 prima prova Maturità 2013 Maturità 2013 prima prova Maturità 2014 prima prova Morfologia Natale Natale 2012 Niccolò Machiavelli Noam Chomsky Nome Parole difficili Parole nuove Parole nuove e difficili Parti del discorso Perché si dice? Perifrastica Pesce d'aprile Pidgin Pietro Bembo Platone Poesia italiana Pragmatica Predicato nominale Predicato verbale Preposizioni Preposizioni improprie Present continuous inglese Present simple inglese Prima prova maturità Promessi sposi Pronomi Pronomi Personali Pronomi Relativi Proposizione Principale Proposizioni Prosa italiana Punteggiatura Raddoppiamento fonosintattico Saggi brevi San Valentino Sapete che? Schede didattiche Scienza Nuova Sciopero scuola 2012 Scuola e Istruzione Si dice o non si dice? Si scrive? Sillogismo Sintassi Sintassi dei casi Sociolinguistica Soggetto Strutturalismo Subordinate Tagli alla scuola Teatro italiano Temi svolti Terza declinazione latina Tesi di laurea TFA TFA 2012 Trittonghi Troncamento Ugo Foscolo Univerbazione Università Varie Verbi attivi Verbi inglesi Verbi latini Verbi passivi Verbi riflessivi Verbi servili Verbi sovrabbondanti Verbi suppletivi Verifica analisi del periodo Verifica di analisi logica Versioni tradotte Vita e opere autori letteratura italiana
false
ltr
item
LINKUAGGIO?: Riassunto De Monarchia di Dante e commento di primo, secondo e terzo libro
Riassunto De Monarchia di Dante e commento di primo, secondo e terzo libro
Riassunto del De Monarchia di Dante: commento del primo, secondo e terzo libro con riferimenti storico-sociali, politici e biografici
http://2.bp.blogspot.com/-xq-JR7UG1Rw/Veg1rXHoEWI/AAAAAAAAOwM/6HJ2BTkovFM/s320/dante%2Balighieri%2Bfirenze.jpg
http://2.bp.blogspot.com/-xq-JR7UG1Rw/Veg1rXHoEWI/AAAAAAAAOwM/6HJ2BTkovFM/s72-c/dante%2Balighieri%2Bfirenze.jpg
LINKUAGGIO?
http://www.linkuaggio.com/2015/09/riassunto-de-monarchia-di-dante-e.html
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/2015/09/riassunto-de-monarchia-di-dante-e.html
true
7275283272962022850
UTF-8
Non è stato trovato alcun post LEGGILI TUTTI Di più... Rispondi Cancella la risposta Cancella di Home Pagine Articoli Leggili tutti TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE ARGOMENTI ARCHIVIO SEARCH TUTTI I POST Non è stato trovato alcun post corrispondente alla tua richiesta Back Home domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato dom lun mar mer giov ven sab gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre gen feb mar apr maggio giu lug ago set ott nov dic proprio ora un minuto fa $$1$$ minutes ago un'ora fa $$1$$ hours ago ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di cinque settimane fa follower Segui CONTENUTO PREMIUM Condividi per sbloccare Copia tutto Seleziona tutto Tutto è stato copiato Non si può copiare, per piacere premi [CTRL]+[C] (o CMD+C se hai un Mac) per farlo