Archive Pages Design$type=blogging$count=10

Divisione in sillabe, regole generali ed eccezioni [ESERCIZI]



divisione-in-sillabe-grammatica-italianaLa divisione in sillabe consiste nell'individuare il numero di sillabe che compongono una parola. Argomento piuttosto complesso di grammatica italiana, in alcuni casi può rendere la vita dello studente davvero difficile: anche se spesso ci si aiuta con una scansione ritmica del lemma, esistono delle regole che non sono facilmente intuibili; pensate, per esempio, alla parola astratto e ai dubbi che desta s: la divisione va fatta come as.trat.to oppure come a.strat.to? Regola vuole che s faccia gruppo con la sillaba successiva e non con la precedente, anche se di intuibile c'è ben poco.
Prima di procedere con le regole per una corretta divisione in sillabe, vale la pena soffermarsi sulla definizione fonetica della sillaba (Albano Leoni e Maturi 1998, 70):

La sillaba rappresenta un’unità prosodica costituita da uno o più foni agglomerati intorno a un picco d’intensità

Nella parola cittadino, per esempio, i suoni risultano distribuiti e raccolti attorno a un picco di intensità (il suono più forte) in questo modo:

- /c/ e /t/ attorno alla /i/
- /t/ attorno alla /a/
- /d/ attorno alla /i/
- /n/ attorno alla /o/

Non è difficile notare come le consonanti siano foni (o suoni linguistici) che circondano le vocali e quest'ultime, di conseguenza, quelle che vengono attorniate; ciò permette di sottolineare sin da subito che la consonante non può costituire da sola una sillaba (in quanto non può costituire “picco d’intensità”); la vocale, invece, sì; questo in italiano almeno.

Ma veniamo alla divisione in sillabe [Luca Serianni, Le Garzantine, 1997, Garzanti Libri spa, Milano], sottolineando che questi standard sono stati fissati nel 1969 dall’Ente Nazionale Italiano di Unificazione, dopo una serie di discussioni sul carattere problematico della suddivisione:

- Una vocale iniziale di parola, seguita da una sola consonante, costituisce da sola una sillaba. La parola asola, per esempio, è divisa così: a.so.la;

- Una consonante seguita da vocale - anche x - fa sillaba con quest’ultima. Prendiamo ancora la parola asola come punto di riferimento: s e o fanno sillaba, perché la prima è una consonante e la seconda è una vocale. Lo stesso vale per “la”;

- I gruppi di foni grafici, definiti drigrammi e trigrammi - vale a dire quelli che non vengono pronunciati durante l’emissione del suono, ma solo scritti - non vanno assolutamente divisi. Appartengono a questo tipo di nessi “ch”, “gh”, “gl”, “gn”, “sc”, “cia”, “cio”, “ciu” e via dicendo, in cui h e i sono indicati semplicemente per far capire che c si pronuncia come in cane e non come in cinema, citando soltanto il primo caso; in parole come gnomo e aglio, inoltre, i gruppi gn gl hanno un solo suono; quindi, non scomponibile. La sillabazione, in questi casi, sarà la seguente: chela in che.la; gnomo in gno.mo; aglio in a.glio; ciao in cia.o;

- b, c, d, f, g, p, t, v + l/r non si dividono mai. Per esempio: cablare non sarà diviso in *cab.la.re ma in ca.bla.re; reclamo non sarà *rec.la.mo ma re.cla.mo;

- La s va sempre con la consonante della sillaba successiva. La parola listino non sarà divisa in lis.ti.no ma in li.sti.no: la sillaba alla quale la /s/ si lega non è /li/ ma /ti/;

- Le doppie, ovviamente, vanno sempre divise (anche il gruppo cq va considerato come fosse una doppia). La divisione di gatto sarà, quindi, gat.to; acqua, invece, sarà divisa in ac.qua;

- I dittonghi e i trittonghi non si dividono mai. Ciao sarà diviso in cia.o; aiuto in a.iu.to e così via;

- Lo iato consiste in una separazione; quindi, due vocali in iato non saranno mai nella stessa sillaba. Esempio: aereo si divide in a.e.re.o;

- Tutte le altre consonanti, non menzionate nei punti precedenti, vanno sempre divise. Palma, per esempio, si divide in pal.ma; non c’è alcuna regola, infatti, che stabilisce il contrario;

- Nelle parole con tre o più consonanti la divisione avviene tra la prima e la seconda. Pensiamo alla parola sempre; questa va divisa in sem.pre, perché, essendo il gruppo mpr costituito da tre consonanti, la prima, m, va separata dalla seconda, p.

Per completezza, in base al numero di sillabe le parole vengono classificate in:

- Monosillabi, composti da una sola sillaba (es. "re" "se" "sta");
- Bisillabi, formati da due sillabe (es. "regno" "serpe" "stato");
- Trisllabi, costuiti da tre sillabe (es. "regnante" "serpente" "statale");
- Quadrisillabi, con quattro sillabe (es. "regnavamo" "serpeggiare" "statalista");
- Polisillabi, con un numero di sillabe maggiore di quattro ("statalizzare").


Commenti

BLOGGER: 7
Loading...
Nome

Accademia della Crusca Accento Accusativo preposizionale Acronimi Aferesi Aggettivi Aggettivi qualificativi Alessandro Manzoni Analisi Analisi dei testi analisi del periodo Analisi Grammaticale Analisi grammaticale verifica Analisi Logica Apocope Apostrofo Apposizione Articolo Auguri Capodanno Auguri di buon compleanno Auguri di buon onomastico Auguri di Natale Auguri di Pasqua Auguri di San Valentino Auguri per San Faustino Ausiliari Avverbi Bilinguismo blog Bullismo a scuola Capodanno Cattedra 24 ore Che significa? Complemento oggetto Complemento predicativo del soggetto Complemento predicativo dell'oggetto Concorsi pubblici scuola Concorso scuola 2012 Congiunzione Coordinate Creoli Dante Alighieri Decameron Declinazioni latino Derivazione Dialetti italiani Dialettologia Dittonghi Divina Commedia Divisione in sillabe Emoticon Enigmistica Errori Grammaticali Esercizi analisi del periodo Esercizi analisi grammaticale Esercizi analisi logica Esercizi divisione in sillabe Esercizi grammatica inglese Esercizi Grammatica Italiana Esercizi sulla punteggiatura Essere e Avere Ferdinand De Saussure Festa del papà Festa della donna Festa della Mamma Figure retoriche Filosofia del Linguaggio Fonetica e Fonologia Francesco Petrarca Francesco Profumo Ministro Istruzione Frasario Frasi celebri Frasi d'amore Frasi di auguri di Pasqua Frasi di auguri per matrimonio Frasi Festa del Papà Frasi Festa della Befana Frasi Festa della Mamma Frasi Festa delle Donne Frasi Halloween Frasi per Carnevale Frasi per Halloween Frasi Pesce d'Aprile Frasi sull'amicizia Frasi sulla Giornata della Memoria Frasi sulla vita Gabriele d'Annunzio Generativismo Gerundio Giacomo Leopardi Giambattista Vico Giovanni Boccaccio Giovanni Verga Grammatica inglese Grammatica Italiana Grammatica Italiana TEST Guide Halloween Halloween 2012 I complementi I Nuovi Mostri Iati Il complemento di termine Il Femminile Il Linguaggio della Filosofia Il Maschile Il plurale Il singolare Il verbo IN EVIDENZA Interiezione Italiano Italiano neostandard Karl Marx La lingua italiana EVENTI La Scimmia La Scimmia reality La virgola Latino Le Vocali Letteratura italiana Letteratura italiana del Cinquecento Letteratura italiana del Novecento Letteratura italiana del Quattrocento Letteratura Italiana del Seicento Letteratura Italiana del Settecento Letteratura italiana del Trecento Letteratura italiana dell'Ottocento Lettura e metrica latine Lezioni universitarie Lingua inglese Lingua Italiana dei Segni Lingua latina Lingue tonali Linguistica Linguistica Romanza Locuzioni Luigi Pirandello Maiuscola Maturità Maturità 2012 Maturità 2012 prima prova Maturità 2013 Maturità 2013 prima prova Maturità 2014 prima prova Morfologia Natale Natale 2012 Noam Chomsky Nome Parole difficili Parole nuove Parole nuove e difficili Parti del discorso Perché si dice? Pesce d'aprile Pidgin Pietro Bembo Platone Poesia italiana Pragmatica Predicato nominale Predicato verbale Preposizioni Preposizioni improprie Present continuous inglese Present simple inglese Prima prova maturità Promessi sposi Pronomi Pronomi Personali Pronomi Relativi Proposizione Principale Proposizioni Prosa italiana Punteggiatura Raddoppiamento fonosintattico San Valentino Sapete che? Schede didattiche Scienza Nuova Sciopero scuola 2012 Scuola e Istruzione Si dice o non si dice? Si scrive? Sillogismo Sintassi Sintassi dei casi Sociolinguistica Soggetto Strutturalismo Subordinate Tagli alla scuola Temi svolti Tesi di laurea TFA TFA 2012 Trittonghi Troncamento Ugo Foscolo Univerbazione Università Varie Verbi attivi Verbi inglesi Verbi latini Verbi passivi Verbi riflessivi Verbi servili Verbi sovrabbondanti Verbi suppletivi Verifica analisi del periodo Verifica di analisi logica Vita e opere autori letteratura italiana
false
ltr
item
LINKUAGGIO?: Divisione in sillabe, regole generali ed eccezioni [ESERCIZI]
Divisione in sillabe, regole generali ed eccezioni [ESERCIZI]
Ecco tutte le regole generali per una corretta divisione in sillabe e le relative eccezioni
http://lh6.ggpht.com/-pfymzHgon4w/Tjv4Ctsg7yI/AAAAAAAAAJ0/5bUpiUGHMQY/divisione-in-sillabe-grammatica-italiana_thumb%25255B3%25255D.jpg?imgmax=800
http://lh6.ggpht.com/-pfymzHgon4w/Tjv4Ctsg7yI/AAAAAAAAAJ0/5bUpiUGHMQY/s72-c/divisione-in-sillabe-grammatica-italiana_thumb%25255B3%25255D.jpg?imgmax=800
LINKUAGGIO?
http://www.linkuaggio.com/2011/08/grammatica-italiana-divisione-in.html
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/2011/08/grammatica-italiana-divisione-in.html
true
7275283272962022850
UTF-8
Nessun post trovato. Prova a fare un'altra ricerca Leggili tutti Leggi di più Rispondi Cancella la risposta Cancella di Home Pagine Articoli Leggili tutti TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE Argomenti Archivio SEARCH Tutti gli articoli Nessun post trovato per questa ricerca Back Home domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato dom lun mar mer giov ven sab Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic proprio ora un minuto fa $$1$$ minutes ago un'ora fa $$1$$ hours ago ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di cinque settimane fa Seguaci Seguici Questo contenuto è PREMIUM Condividi per sbloccarlo