La fine del mondo secondo Kant e il terrore del Giudizio Finale



Come sarà la fine del mondo secondo Immanuel Kant? Non è la prima volta che parliamo di questo f...


La Fine del Mondo Immanuel Kant
Come sarà la fine del mondo secondo Immanuel Kant? Non è la prima volta che parliamo di questo filosofo: abbiamo già affrontato, infatti, il suo modo di concepire la moralità, parlando anche del famoso "devo perché devo" kantiano; un precetto, questo, che è connaturato alla natura umana, che spinge l'uomo ad agire per ottenere sempre il grado massimo di bene.

Ma, come è facile notare, non tutti gli uomini agiscono spontaneamente: molti non commettono semplicemente azioni deprecabili, perché credono che solo così potranno conquistare un premio finale eterno. Sono uomini corretti, non trasgressori delle leggi statali, per un semplice motivo: temono tutti (o quasi), allo stesso modo, il fatidico Giudizio Universale. Nell'opera La fine di tutte le cose, Kant analizza questo timore umano, che non tormenta solo il cristiano, ma la maggior parte della popolazione mondiale: tutti noi tremiamo al sol pensiero di vedere il nostro mondo completamente in rovina.

Giudizio Universale
Il filosofo osserva che ogni religione concepisce la morte come evento necessario per il passaggio dal tempo all'eternità; ma non tutti potranno approdare su mondi ultraterreni infiniti ed eterni: secondo i dualisti, infatti, solo i buoni - coloro che hanno seguito le parole della divinità, evitando così di cadere vittime delle tentazioni terrene - potranno salire nell'alto dei cieli dopo l'apocalisse finale, dopo la rivelazione di Dio; per i monisti, invece, tutti, indistintamente, saranno destinati ad avere un proprio posto nell'impero celeste.

Quale delle due dottrine è quella più giusta? Kant dice la sua affermando che la dottrina dualistica è quella più sensata, perché spinge l'uomo a fare del bene, a seguire rettamente la legge morale: porta, in poche parole, a una distinzione tra buoni e malvagi; l'altra invece no, poiché salva tutti senza distinzione alcuna, e nessuno mai potrà fare i conti con la propria coscienza.

Gli uomini che seguono le religioni moniste non sono terrorizzati dall'idea del Giudizio Finale, ovviamente, ma solo da quella della distruzione definitiva del mondo, che proprio come tutte le cose giungerà al suo epilogo, prima o poi. I dualisti, per contro, vorrebbero che il giorno della "resa definitiva dei conti" non giunga mai, perché anche l'uomo più puro - soprattutto quello più puro - è consapevole del peccato che alberga dentro di lui: un'erbaccia cattiva impossibile da sradicare. L'essere umano, quindi, non s'illude di essere un angelo terreno, ma sa che il peccato è la sua condanna. Nessuno potrà mai sapere se sarà salvato oppure no.

Immanuel Kant ha un desiderio: spera che l'umanità scompaia dalla faccia della Terra solo dopo aver portato a termine il suo più grande progetto, ovvero quello di costruire la società perfetta della moralità, il cosiddetto "regno dei valori"; in questo modo la fine del mondo coinciderà inevitabilmente con il fine di tutte le cose.

Cristianesimo Kant
Ma il filosofo di Königsberg ha affrontato molte altre questioni relative all'apocalisse: in particolare, due concezioni: quella mistica e quella che implica la fine di ogni moralità. La prima concepisce la distruzione del pianeta come lo conosciamo, come un sopravvento del nulla sull'esistente: il senso verrebbe tramutato in non-senso, cosa che la ragione umana non concepirebbe, e che mai potrebbe accadere; la seconda, invece, porterà a una distruzione di ogni moralità, causata dai "servi del cristianesimo", che diffonderanno dogmi e i insegnamenti ecclesiastici in tutte le comunità del mondo; il cristianesimo verrà svuotato del suo antico valore e del suo aspetto etico: si trasformerà in mero strumento di sottomissione. Questo porta a una inevitabile conseguenza: verrà creata una società anti-cristiana, che avrà come legge fondamentale e necessaria: "Siate sempre egoisti, solo così sarete felici".

Immanuel Kant ha analizzato diverse prospettive sulla fine del mondo e sul terrore sensato o insensato - giudicate voi - che da essa scaturisce. Condividete il pensiero di questo illustre pensatore?




COMMENTI

BLOGGER
Nome

Accademia della Crusca Accento Accusativo preposizionale Acronimi Aferesi Aggettivi Aggettivi qualificativi Alessandro Manzoni Analisi Analisi dei testi analisi del periodo Analisi Grammaticale Analisi grammaticale verifica Analisi Logica Apocope Apostrofo Apposizione Articolo Auguri Capodanno Auguri di buon compleanno Auguri di buon onomastico Auguri di Natale Auguri di Pasqua Auguri di San Valentino Auguri per San Faustino Ausiliari Avverbi Bilinguismo blog Bullismo a scuola Capodanno Cattedra 24 ore Che significa? Complementi del latino Complemento oggetto Complemento predicativo del soggetto Complemento predicativo dell'oggetto Concorsi pubblici scuola Concorso scuola 2012 Congiunzione Coordinate Creoli Dante Alighieri De bello Gallico Decameron Declinazioni latino Derivazione Dialetti italiani Dialettologia Dittonghi Divina Commedia Divisione in sillabe Emoticon Enigmistica Errori Grammaticali Esercizi analisi del periodo Esercizi analisi grammaticale Esercizi analisi logica Esercizi divisione in sillabe Esercizi grammatica inglese Esercizi Grammatica Italiana Esercizi sulla punteggiatura Essere e Avere Ferdinand De Saussure Festa dei morti Festa del papà Festa della donna Festa della Mamma Figure retoriche Filosofia del Linguaggio Fonetica e Fonologia Francesco Petrarca Francesco Profumo Ministro Istruzione Frasario Frasi celebri Frasi d'amore Frasi di auguri di Pasqua Frasi di auguri per matrimonio Frasi Festa del Papà Frasi Festa della Befana Frasi Festa della Mamma Frasi Festa delle Donne Frasi Halloween Frasi per Carnevale Frasi per Halloween Frasi Pesce d'Aprile Frasi sull'amicizia Frasi sulla Giornata della Memoria Frasi sulla vita Gabriele d'Annunzio Generativismo Gerundio Giacomo Leopardi Giambattista Vico Giovanni Boccaccio Giovanni Verga Giulio Cesare Grammatica inglese Grammatica Italiana Grammatica Italiana TEST Guide Halloween Halloween 2012 I complementi I Nuovi Mostri Iati Il complemento di termine Il Femminile Il Linguaggio della Filosofia Il Maschile Il plurale Il Principe Il singolare Il verbo IN EVIDENZA Interiezione Italiano Italiano neostandard Karl Marx La lingua italiana EVENTI La Scimmia La Scimmia reality La virgola Latino Le Vocali Letteratura italiana Letteratura italiana del Cinquecento Letteratura italiana del Duecento Letteratura italiana del Novecento Letteratura italiana del Quattrocento Letteratura Italiana del Seicento Letteratura Italiana del Settecento Letteratura italiana del Trecento Letteratura italiana dell'Ottocento Letteratura latina Lettura e metrica latine Lezioni universitarie Lingua inglese Lingua Italiana dei Segni Lingua latina Lingue tonali Linguistica Linguistica Romanza Locuzioni Luigi Pirandello Maiuscola Maturità Maturità 2012 Maturità 2012 prima prova Maturità 2013 Maturità 2013 prima prova Maturità 2014 prima prova Morfologia Natale Natale 2012 Niccolò Machiavelli Noam Chomsky Nome Parole difficili Parole nuove Parole nuove e difficili Parti del discorso Perché si dice? Perifrastica Pesce d'aprile Pidgin Pietro Bembo Platone Poesia italiana Pragmatica Predicato nominale Predicato verbale Preposizioni Preposizioni improprie Present continuous inglese Present simple inglese Prima prova maturità Promessi sposi Pronomi Pronomi Personali Pronomi Relativi Proposizione Principale Proposizioni Prosa italiana Punteggiatura Raddoppiamento fonosintattico Saggi brevi San Valentino Sapete che? Schede didattiche Scienza Nuova Sciopero scuola 2012 Scuola e Istruzione Si dice o non si dice? Si scrive? Sillogismo Sintassi Sintassi dei casi Sociolinguistica Soggetto Strutturalismo Subordinate Tagli alla scuola Teatro italiano Temi svolti Terza declinazione latina Tesi di laurea TFA TFA 2012 Trittonghi Troncamento Ugo Foscolo Univerbazione Università Varie Verbi attivi Verbi inglesi Verbi latini Verbi passivi Verbi riflessivi Verbi servili Verbi sovrabbondanti Verbi suppletivi Verifica analisi del periodo Verifica di analisi logica Versioni tradotte Vita e opere autori letteratura italiana
false
ltr
item
LINKUAGGIO?: La fine del mondo secondo Kant e il terrore del Giudizio Finale
La fine del mondo secondo Kant e il terrore del Giudizio Finale
http://4.bp.blogspot.com/-4kno4ZaNDzo/UNOg4_nPScI/AAAAAAAADV0/bo7D1PRUQgk/s320/fine-del-mondo-2012.jpg
http://4.bp.blogspot.com/-4kno4ZaNDzo/UNOg4_nPScI/AAAAAAAADV0/bo7D1PRUQgk/s72-c/fine-del-mondo-2012.jpg
LINKUAGGIO?
http://www.linkuaggio.com/2011/12/la-fine-del-mondo-secondo-kant-e-il.html
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/2011/12/la-fine-del-mondo-secondo-kant-e-il.html
true
7275283272962022850
UTF-8
Non è stato trovato alcun post LEGGILI TUTTI Di più... Rispondi Cancella la risposta Cancella di Home Pagine Articoli Leggili tutti TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE ARGOMENTI ARCHIVIO SEARCH TUTTI I POST Non è stato trovato alcun post corrispondente alla tua richiesta Back Home domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato dom lun mar mer giov ven sab gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre gen feb mar apr maggio giu lug ago set ott nov dic proprio ora un minuto fa $$1$$ minutes ago un'ora fa $$1$$ hours ago ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di cinque settimane fa follower Segui CONTENUTO PREMIUM Condividi per sbloccare Copia tutto Seleziona tutto Tutto è stato copiato Non si può copiare, per piacere premi [CTRL]+[C] (o CMD+C se hai un Mac) per farlo