Analisi logica online: esercizi con soluzioni, correzioni ed esempi per risolvere i vostri dubbi



Non è sempre facile trovare i consigli giusti sull'analisi logica. Online si trovano esercizi con soluzioni ed esempi ma non sempre sono corretti: con questa guida vi aiuteremo a non sbagliare e a migliorare i vostri risultati durante i compiti a casa e in classe


esercizi analisi logica online
In questo speciale sull'analisi logica online troverete esercizi con soluzioni e consigli pratici per evitare errori più o meno banali. Faremo il punto su alcuni concetti base dell'analisi logica - soggetto e complemento oggetto, predicato verbale e predicato nominale e molto altro ancora - e poi ci soffermeremo su quei punti che potrebbero rivelarsi critici nello svolgimento degli esercizi a casa o in classe. Non si tratta di una guida teorica ma all'occorrenza non disdegneremo di suggerirvi approfondimenti che faranno luce sull'argomento in questione permettendovi di comprenderne tutte le sfumature.

Prima di iniziare, un'ulteriore considerazione: quando si parla di analisi logica online molto spesso si fa riferimento a programmi che eseguono l'analisi delle frasi automaticamente. In molti casi queste applicazioni funzionano ma non potranno mai essere perfette così come non saranno mai perfetti i traduttori automatici. Pensiamo alla frase Parla chiaro! Chiaro nel suo uso standard è un aggettivo (l'avverbio è chiaramente) e quindi un programma di analisi logica online automatica ve lo classificherà come attributo senza considerare però che in quel contesto ha una chiara funzione avverbiale (si tratta infatti di un complemento di modo).

Ovviamente alcuni programmi sono più precisi e altri lo sono meno, ma il concetto di fondo è lo stesso: non esistono programmi di analisi logica perfetti ed è meglio che impariate a farla da voi, anche perché non è difficilissimo prendere buoni voti (non si tratta infatti di un argomento impossibile). Ma procediamo con questa guida online all'analisi logica, ricordandovi che non sempre troverete esercizi svolti ma che in tutti i casi avrete degli esempi che vi chiariranno il concetto esposto.

Concetti base di analisi logica: esempi ed esercizi svolti

Differenza tra predicato verbale e predicato nominale

Partiamo con il predicato verbale e il predicato nominale. L'obiettivo ovviamente è quello di fornirvi dei consigli pratici affinché possiate fare compiti a casa e in classe senza problemi, dunque se il vostro interesse è anche teorico questo approfondimento su predicato verbale e nominale fugherà ogni vostro dubbio (o almeno la maggior parte, visto che l'analisi logica ha pure i suoi sentieri impervi). Veniamo al dunque.

Diciamo subito cos'è il predicato nominale: è costituito dal verbo essere (copula) e da un aggettivo o sostantivo (nome del predicato) o altre parti del discorso sostantivate o aggettivate (es. in Michele è presente il participio presente è nome del predicato a tutti gli effetti poiché ha funzione aggettivale). Anche locuzioni avverbiali possono fungere da nome del predicato: es. in ritardo di Michele è in ritardo.

Va da sé che il predicato verbale è un verbo semplice (Michele ama Lucia) o composto (Marco ha amato Mario) che esaurisce la sua funzione di predicato senza aver bisogno di aggettivi o sostantivi (per gli esperti: qui non facciamo cenno ai problemi legati alla valenza verbale). Per ulteriori esempi vi invitiamo a leggere l'approfondimento linkato a inizio paragrafo.

Analisi logica di soggetto e complemento oggetto

Altra differenza sostanziale sta tra soggetto e complemento oggetto: in linea di massima il soggetto è colui che compie un'azione o vive un certo stato d'animo mentre il complemento oggetto è l'entità fisica o astratta su cui l'azione ricade (risponde alla domanda "chi/che cosa?"). Diremo quindi che nella frase A scuola la maestra ha assegnato i compiti i compiti è complemento oggetto e la maestra è soggetto.

C'è però un esempio che vorremmo proporvi per evitare di farvi sbagliare: leggete attentamente la frase A Marco piacciono i compiti che la maestra ha assegnato. Ebbene, in questa frase verrebbe automatico rispondere alla domanda "che cosa?" dopo il verbo piacciono: non per questo però l'oggetto è i compiti! Sapete bene infatti che il soggetto deve concordare con il verbo nel numero e qui il verbo è plurale, dunque i compiti sarà soggetto e non complemento oggetto. Su questo caso molto particolare vi consigliamo un altro nostro approfondimento di analisi logica su soggetto logico e soggetto grammaticale con molti più esempi.

Differenza tra apposizione e attributo: esempi di analisi logica

Il nostro speciale sull'analisi logica online continua con la differenza tra apposizione e attributo, che sono assolutamente diversi e non vanno confusi: sarebbe un errore molto grave in un compito di analisi logica. L'attributo corrisponde all'aggettivo in tutte le sue forme mentre l'apposizione è un sostantivo che meglio specifica un altro sostantivo a cui fa riferimento: es. Il comandante Rossi è una persona squisita; qui troviamo squisita come attributo e comandante come apposizione: comandante è infatti un sostantivo che si riferisce a un altro sostantivo, Rossi, e lo meglio specifica.

Una precisazione sul caso in esame: l'attributo può riferirsi, tra gli altri, anche al nome del predicato e infatti in questo caso avete visto che squisita fa riferimento a persona, che a sua volta costituisce il predicato nominale assieme al verbo essere. Non c'è niente di strano. Lo stesso vale per l'apposizione: quest'ultima può riferirsi a un soggetto (Mario, l'amministratore, è quello lì in fondo), a un oggetto (es. Non vorrei incontrare Fra Leonardo ma un altro...) o a un complemento indiretto (es. Hai detto all'amministratore Rossi che non ci sarai?).

Le funzioni logiche di che pronome relativo

Stiamo per passare alla sezione relativa ai complementi ma prima vogliamo darvi alcuni consigli sull'analisi logica di che, il quale - come ben sapete - può essere aggettivo, congiunzione, pronome e non solo per via della sua polifunzionalità. In questo caso facciamo riferimento al che pronome relativo, che può svolgere sia la funzione di oggetto sia quella di soggetto. Ecco una frase:

I due che discutono sono miei compagni di classe.
  • I due = soggetto
  • Che = i quali = pronome relativo con funzione di soggetto
  • Discutono = predicato verbale
  • Sono = copula
  • Compagni = nome del predicato
  • Di classe = complemento di specificazione
  • Miei = attributo
Capire se che ha funzione di oggetto o soggetto è molto semplice: se nella frase relativa c'è un soggetto diverso (sottinteso o espresso) da quello della principale allora che ha funzione di oggetto, altrimenti di soggetto. Vedete di nuovo la frase proposta: in che discutono il soggetto sottinteso è di terza persona plurale (essi/loro) ed è uguale nel numero a I due; ecco perché il pronome relativo che ha funzione di soggetto. Qui trovate comunque un approfodimento sull'analisi logica di che pronome relativo.

Guida online ai complementi: analisi logica di casi complessi

Complemento predicativo del soggetto e dell'oggetto: quale differenza?

Prima di iniziare un'altra sezione di questo speciale online sull'analisi logica vi segnaliamo il nostro approfondimento sui complementi predicativi dell'oggetto e del soggetto, dove troverete spiegati in maniera dettagliata i due complementi in questione. La frase da cui partiamo è questa: 

Perché mi hai fatto da guida in questa città?

Dell'enunciato è importante analizzare la funzione del sintagma da guida, complemento predicativo del soggetto "tu"; tale complemento infatti può essere preceduto anche da preposizioni o locuzioni prepositive (es. in veste di, in qualità di). Vediamo ora una frase più semplice, che ci permette di capire come individuare il complemento predicativo:

Ti consideravo un amico, ma mi hai deluso.

Il complemento predicativo dell’oggetto si trova, così come il predicativo del soggetto, in frasi con verbi come considerare, stimare, reputare, valutare e così via, e in questo caso, dunque, non può che essere un amico; quest'ultimo fa riferimento all’oggetto e non al soggetto della frase (chi avevo considerato buon amico? Te, che è complemento oggetto). Procediamo ora con i complementi di modo e di mezzo.

Esercizi di analisi logica sulla differenza tra complemento di modo e di mezzo

Il complemento di modo è diverso da quello di mezzo (qui trovate un approfondimento, con esempi, sulla differenza); in alcuni esercizi, però, non sempre è facile capire se si tratta dell'uno o dell'altro: D) Ho comprato una cucina a gas è un esempio chiaro di quanto detto, perché, se da una parte vien da pensare che a gas sia un complemento di modo (come va la cucina? A gas), dall'altra si può pensare, e non sbagliando, anzi, che il gas è il mezzo attraverso il quale la cucina funziona; ed è proprio per questo che tale complemento è classificabile proprio come complemento di mezzo. Fate attenzione insomma, anche se in diversi esercizi di analisi logica scegliere l'uno piuttosto che l'altro non è un errore.

Esercizi sul complemento oggetto e il complemento di termine

Vediamo ora degli esercizi svolti sul complemento oggetto e sul complemento di termine; prima però permetteteci vi segnaliamo alcuni approfondimenti: 
Veniamo, ora, agli esercizi online citati nel titolo del paragrafo:
  1. Le ho telefonato ripetutamente ma non l'ho mai trovata.
  2. A Marco piacciono i fiori: gliene regali qualcuno?
In queste frasi ci soffermeremo soltanto sui complementi che stiamo esaminando: le e la della prima; a Marco e gliene della seconda. Nella prima frase le è un complemento di termine (ho telefonato a chi? A lei): se sentite dire a qualcuno *l'ho telefonata, sappiate che è sbagliato poiché telefonare in questo caso è intransitivo e non regge il complemento oggetto; la, invece, è pronome con funzione di oggetto, e infatti è complemento oggetto, visto che trovare (trovata in questo caso) regge l'accusativo. Nella seconda frase invece il complemento di termine è rappresentato da a Marco e gliene (di questi = dei fiori ne regali qualcuno a lui = gli?). Vediamo un altro esempio:

Gli ho telefonato l'altro ieri per spronarlo a dare il massimo.
  • Ho telefonato = predicato verbale (io soggetto sottinteso)
  • Gli = a lui = complemento di termine
  • L'altro ieri = complemento di tempo determinato + attributo
  • Per spronare = complemento di fine o scopo
  • Lo = lui = complemento oggetto
  • A dare = complemento di fine o scopo
  • Il massimo = complemento oggetto

Esercizi su complemento di stato in luogo e moto a luogo

Continuiamo con gli esercizi svolti di analisi logica, questa volta proponendovi un approfondimento sulla differenza tra complemento di stato in luogo e complemento di moto a luogo, che possono essere facilmente confusi in presenza di alcuni verbi; prima però ricordate di leggere il nostro approfondimento sul complemento di luogo in generale. Vediamo queste due frasi:
  1. Arriva a destinazione e poi fai quello che devi nel negozio di tua madre.
  2. Non viene da zio, perché preferisce prendere il treno per casa
Partiamo dalla prima frase, precisamente da a destinazione e nel negozio: quest'ultimo è un chiaro esempio di complemento di stato in luogo, perché il soggetto deve fare qualcosa nel negozio della madre; come si nota facilmente, non c'è spostamento verso un luogo: a differenza del primo caso, a destinazione, dove arriva però fa riferimento a qualcosa di compiuto, a un movimento concluso (una persona arriva da una parte e non deve più spostarsi per completare il movimento); questo potrebbe spingere qualcuno a pensare che a destinazione sia un complemento di stato in luogo, ma i fatti non stanno così: si tratta di un complemento di moto a luogo, perché arrivare presuppone comunque movimento verso qualcosa. Tutto chiaro?

Per quanto riguarda la seconda frase, fate attenzione a da zio: anche se a introdurlo è la preposizione da, tipica del complemento di moto da luogo, siamo dinanzi a un complemento di moto a luogo, sempre per via del concetto di movimento su cui ci siamo soffermati prima; per quanto riguarda per casa, il complemento è lo stesso, anche se questo è di più facile individuazione.

Vi consigliamo, infine, di vedere l'analisi logica di questa frase:

Marco, che le si era avvicinato, riuscì a strapparle un sorriso.

In questo caso forse potrebbe essere difficile individuare la funzione di le, che è un complemento di moto a luogo (le = a lei, cioè verso di lei), e non un complemento di termine.

Altro consiglio, infine, per chiarire il concetto di stato in luogo. Vedete questa frase:

Io mi ci sono seduta.

Qui l'unico problema potrebbe essere rappresentato da ci, che èun semplice complemento di stato in luogo (mi invece va analizzato assieme a sono seduta come predicato verbale: parliamo infatti di un riflessivo). Vi chiarirà il resto dei dubbi che avete sull'argomento questa guida alla differenza tra complemento di stato in luogo e complemento di moto a luogo . Un altro caso in cui figura il ci locativo è il seguente:

C'era il giocoliere oggi.
  • Ci = complemento di stato in luogo
  • era = predicato verbale
  • il giocoliere = soggetto
  • oggi = avverbio di tempo con funzione di complemento di tempo determinato

Analisi logica online: ulteriori esercizi con soluzioni ed esempi per una guida completa

Siamo arrivati alla fine di questa guida all'analisi logica. Online è facile reperire materiale anche non proprio corretto e quindi vi consigliamo di selezionare accuratamente le fonti che usate. Abbiamo cercato di essere chiari, di fornirvi esercizi ed esempi all'occorrenza e sicuramente qualcosa in più vi sarà chiaro. Questa nostra sezione dedicata all'analisi logica però vi potrà chiarire ancor di più le idee visto che viene aggiornata periodicamente con nuovi esercizi, casi problematici e spiegazioni di vario genere. In ogni caso potrete comunque contattarci sia sulla nostra pagina Facebook sia scrivendo nella sezione Commenti di Linkuaggio: cercheremo di aiutarvi quanto prima.

La foto è tratta da Pixabay.com


COMMENTI

BLOGGER: 563
Loading...
Nome

Accademia della Crusca Accento Accusativo preposizionale Acronimi Aferesi Aggettivi Aggettivi qualificativi Alessandro Manzoni Analisi Analisi dei testi analisi del periodo Analisi Grammaticale Analisi grammaticale verifica Analisi Logica Apocope Apostrofo Apposizione Articolo Auguri Capodanno Auguri di buon compleanno Auguri di buon onomastico Auguri di Natale Auguri di Pasqua Auguri di San Valentino Auguri per San Faustino Ausiliari Avverbi Bilinguismo blog Bullismo a scuola Capodanno Cattedra 24 ore Che significa? Complementi del latino Complemento oggetto Complemento predicativo del soggetto Complemento predicativo dell'oggetto Concorsi pubblici scuola Concorso scuola 2012 Congiunzione Coordinate Creoli Dante Alighieri Decameron Declinazioni latino Derivazione Dialetti italiani Dialettologia Dittonghi Divina Commedia Divisione in sillabe Emoticon Enigmistica Errori Grammaticali Esercizi analisi del periodo Esercizi analisi grammaticale Esercizi analisi logica Esercizi divisione in sillabe Esercizi grammatica inglese Esercizi Grammatica Italiana Esercizi sulla punteggiatura Essere e Avere Ferdinand De Saussure Festa del papà Festa della donna Festa della Mamma Figure retoriche Filosofia del Linguaggio Fonetica e Fonologia Francesco Petrarca Francesco Profumo Ministro Istruzione Frasario Frasi celebri Frasi d'amore Frasi di auguri di Pasqua Frasi di auguri per matrimonio Frasi Festa del Papà Frasi Festa della Befana Frasi Festa della Mamma Frasi Festa delle Donne Frasi Halloween Frasi per Carnevale Frasi per Halloween Frasi Pesce d'Aprile Frasi sull'amicizia Frasi sulla Giornata della Memoria Frasi sulla vita Gabriele d'Annunzio Generativismo Gerundio Giacomo Leopardi Giambattista Vico Giovanni Boccaccio Giovanni Verga Grammatica inglese Grammatica Italiana Grammatica Italiana TEST Guide Halloween Halloween 2012 I complementi I Nuovi Mostri Iati Il complemento di termine Il Femminile Il Linguaggio della Filosofia Il Maschile Il plurale Il Principe Il singolare Il verbo IN EVIDENZA Interiezione Italiano Italiano neostandard Karl Marx La lingua italiana EVENTI La Scimmia La Scimmia reality La virgola Latino Le Vocali Letteratura italiana Letteratura italiana del Cinquecento Letteratura italiana del Duecento Letteratura italiana del Novecento Letteratura italiana del Quattrocento Letteratura Italiana del Seicento Letteratura Italiana del Settecento Letteratura italiana del Trecento Letteratura italiana dell'Ottocento Lettura e metrica latine Lezioni universitarie Lingua inglese Lingua Italiana dei Segni Lingua latina Lingue tonali Linguistica Linguistica Romanza Locuzioni Luigi Pirandello Maiuscola Maturità Maturità 2012 Maturità 2012 prima prova Maturità 2013 Maturità 2013 prima prova Maturità 2014 prima prova Morfologia Natale Natale 2012 Niccolò Machiavelli Noam Chomsky Nome Parole difficili Parole nuove Parole nuove e difficili Parti del discorso Perché si dice? Perifrastica Pesce d'aprile Pidgin Pietro Bembo Platone Poesia italiana Pragmatica Predicato nominale Predicato verbale Preposizioni Preposizioni improprie Present continuous inglese Present simple inglese Prima prova maturità Promessi sposi Pronomi Pronomi Personali Pronomi Relativi Proposizione Principale Proposizioni Prosa italiana Punteggiatura Raddoppiamento fonosintattico Saggi brevi San Valentino Sapete che? Schede didattiche Scienza Nuova Sciopero scuola 2012 Scuola e Istruzione Si dice o non si dice? Si scrive? Sillogismo Sintassi Sintassi dei casi Sociolinguistica Soggetto Strutturalismo Subordinate Tagli alla scuola Teatro italiano Temi svolti Terza declinazione latina Tesi di laurea TFA TFA 2012 Trittonghi Troncamento Ugo Foscolo Univerbazione Università Varie Verbi attivi Verbi inglesi Verbi latini Verbi passivi Verbi riflessivi Verbi servili Verbi sovrabbondanti Verbi suppletivi Verifica analisi del periodo Verifica di analisi logica Vita e opere autori letteratura italiana
false
ltr
item
LINKUAGGIO?: Analisi logica online: esercizi con soluzioni, correzioni ed esempi per risolvere i vostri dubbi
Analisi logica online: esercizi con soluzioni, correzioni ed esempi per risolvere i vostri dubbi
Non è sempre facile trovare i consigli giusti sull'analisi logica. Online si trovano esercizi con soluzioni ed esempi ma non sempre sono corretti: con questa guida vi aiuteremo a non sbagliare e a migliorare i vostri risultati durante i compiti a casa e in classe
https://3.bp.blogspot.com/-QGJoDNJl0w8/V9GfCwrwTQI/AAAAAAAAPvw/Bjl159KT1ooHqZ2uMJMUOn28hkLHvm8DACLcB/s320/quaderno%2Ba%2Brighe%2Ba%2Bspirale.jpg
https://3.bp.blogspot.com/-QGJoDNJl0w8/V9GfCwrwTQI/AAAAAAAAPvw/Bjl159KT1ooHqZ2uMJMUOn28hkLHvm8DACLcB/s72-c/quaderno%2Ba%2Brighe%2Ba%2Bspirale.jpg
LINKUAGGIO?
http://www.linkuaggio.com/2011/11/analisi-logica-online-esercizi-svolti.html
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/
http://www.linkuaggio.com/2011/11/analisi-logica-online-esercizi-svolti.html
true
7275283272962022850
UTF-8
Non è stato trovato alcun post LEGGILI TUTTI Di più... Rispondi Cancella la risposta Cancella di Home Pagine Articoli Leggili tutti TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE ARGOMENTI ARCHIVIO SEARCH TUTTI I POST Non è stato trovato alcun post corrispondente alla tua richiesta Back Home domenica lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato dom lun mar mer giov ven sab gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre gen feb mar apr maggio giu lug ago set ott nov dic proprio ora un minuto fa $$1$$ minutes ago un'ora fa $$1$$ hours ago ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di cinque settimane fa follower Segui CONTENUTO PREMIUM Condividi per sbloccare Copia tutto Seleziona tutto Tutto è stato copiato Non si può copiare, per piacere premi [CTRL]+[C] (o CMD+C se hai un Mac) per farlo