Analisi logica online, esercizi con soluzioni per non sbagliare mai

| 453 commenti
esercizi grammatica italianaContinuano i nostri appuntamenti con l'analisi logica online. Esercizi con soluzioni e semplici consigli saranno oggetto anche di questo approfondimento, che ha uno scopo ben preciso: come sapete, non pochi siti analizzano in modo automatico frasi e periodi, commettendo talvolta degli errori e senza avere un rapporto diretto con gli utenti.

Abbiamo già proposto alcuni esercizi svolti e potete trovare molti consigli utili nella nostra rubrica dedicata all'analisi logica, ma questo spazio vuole essere soprattutto destinato alla discussione e al dibattito: partecipate, chiedete informazioni e cercate di mettere un punto alle vostre incertezze, non solo leggendo le frasi e i periodi seguenti, ma anche commentando nell'apposita sezione: cercheremo di rispondervi subito e nella maniera più chiara possibile!

1) C'era il giocoliere oggi: non ne avevo mai visto uno così bravo
  • Ci = complemento di stato in luogo
  • era = predicato verbale
  • il giocoliere = soggetto
  • oggi = avverbio di tempo con funzione di complemento di tempo determinato
  • non = avverbio di negazione
  • ne = di questo = complemento di specificazione
  • (io) avevo visto = predicato verbale
  • mai = avverbio di tempo con funzione di complemento di tempo determinato
  • uno = complemento oggetto
  • così bravo = attributo
2) Gli ho telefonato l'altro ieri per spronarlo a dare il massimo
  • Ho telefonato = predicato verbale
  • Gli = a lui = complemento di termine
  • L'altro ieri = complemento di tempo determinato + attributo
  • Per spronare = complemento di fine o scopo
  • Lo = lui = complemento oggetto
  • A dare = predicato verbale
  • Il massimo = complemento oggetto
Notate la differenza tra gli enclitici "gli" e "lo": il primo - parte integrante del verbo "telefonare" - rappresenta un complemento di termine; il secondo - legato a "spronare" - è, invece, un complemento oggetto.

3) Ti consideravo un amico, ma mi hai deluso
  • Io = soggetto sottinteso;
  • Consideravo = predicato verbale;
  • Ti = te = complemento oggetto;
  • Un amico = complemento predicativo dell’oggetto;
  • Ma = congiunzione avversativa;
  • Tu = soggetto sottinteso;
  • Hai deluso = predicato verbale;
  • Mi = me = complemento oggetto.
Il complemento predicativo dell’oggetto si trova, così come il predicativo del soggetto, in frasi con verbi del calibro di "considerare", "stimare", "reputare", "valutare" e così via. A differenza del secondo, il primo fa riferimento all’oggetto e non al soggetto (chi avevo considerato buon amico? Te. "Te" cos’è? Complemento oggetto. Tutto, dunque, torna).

4) I due che discutono sono miei compagni di classe
In questo periodo dovete prendere in considerazione, tra le altre cose, la differenza tra predicato verbale e predicato nominale; per distinguerli senza sbagliare mai, non perdete esempi e spiegazione pubblicati proprio qui su Linkuaggio.

5) Ti prego di telefonare a Chiara per comunicarle che la data dell'esame è stata spostata
  • Io = soggetto sottinteso
  • Prego di telefonare = predicato verbale
  • Ti = te = complemento oggetto
  • A Chiara = complemento di termine
  • Per Comunicare = complemento di fine o scopo
  • le = a lei = complemento di termine
  • Che = congiunzione subordinante
  • La data = soggetto
  • Dell’esame = complemento di specificazione
  • È stata spostata = predicato verbale